mercoledì 30 luglio 2014

10 BUFALE MOLTO POPOLARI SMENTITE DALLA SCIENZA

Chiamatele bufale o leggende metropolitane. O anche leggende urbane. O più semplicemente leggende contemporanee. Sono storie insolite e inverosimili, solitamente a trasmissione orale che, a un certo punto della loro diffusione, vengono amplificate dai media, soprattutto TV e Internet, tramite i quali ricevono patente di credibilità.
Ecco quelle a cui la gente crede di più, almeno da quanto ogni giorno possiamo verificare attraverso la loro ampia diffusione su social network come Facebook.


1. "NEL MEDIOEVO SI PENSAVA CHE LA TERRA FOSSE PIATTA"


È una credenza talmente ricorrente sui social network da poterla senza dubbio assurgere a simbolo dell'oblio storico
Tuttavia si può dimostrare come nella tarda antichità, e all'inizio della teologia cristiana, la conoscenza della sfericità della Terra fosse ormai assodata. La circonferenza terrestre fu infatti misurata intorno al 240 a.C. da Eratostene. Perfino la Divina Commedia di Dante, l'ultima grande opera della letteratura medievale in lingua italiana descrive la Terra come una sfera. In qualsiasi epoca i marinai (grandi esploratori compresi) lo sapevano,  dato che se state in piedi sulla spiaggia e guardate una nave che si allontana, la vedrete sparire gradualmente all'orizzonte. 
La credenza comune che, prima dell'età delle esplorazioni, la gente credesse che la Terra fosse piatta, entrò nell'immaginario popolare dopo la pubblicazione nel 1828 del libro di Washington Irving "La vita ed i viaggi di Cristoforo Colombo". Negli Stati Uniti tuttavia questa credenza sopravvive ancora, tant'è che una associazione, la Flat Earth Society ha contato fino a un centinaio di aderenti. 


2. EMISFERO DESTRO CONTRO EMISFERO SINISTRO

Secondo questa credenza molto diffusa su social come Facebook i più portati al ragionamento intuitivo avrebbero l’emisfero destro dominante, mentre quelli più abili nel ragionamento analitico avrebbero il controllo dell’emisfero sinistro
Una bufala che non è mai stata avallata dalla scienza e smentita da studi come questi su Plos One in cui la  risonanza magnetica condotta su oltre 1000 soggetti ha stabilito con chiarezza come il cervello umano sia sì lateralizzato, ma non esistano individui che utilizzano di più la parte destra rispetto quella sinistra, e viceversa. Lo stesso vale per la bufala che spesso si legge sul fatto che noi useremmo solo il 10% del nostro cervello.


3. SCIE CHIMICHE

Una delle leggende più diffuse sul web secondo la quale esisterebbe una teoria del complotto che si baserebbe su esperimenti la cui esatta finalità è ancora sconosciuta.
Nasce, come spesso accade, da una  STORIA INVENTATA, come scrive la giornalista scientifica SILVIA BENCIVELLI.
Noi ne parlammo nel 2008 in LO PSEUDO COMPLOTTO DELLE SCIE CHIMICHE.


4. CERCHI NEL GRANO 

Contrariamente alle credenze più diffuse, sono opere realizzate dalla mano dell'uomo, in tempi che vanno da poche ore ad alcuni giorni.
Ne abbiamo parlato diffusamente qui: CERCHI NEL GRANO A POIRINO, TRA ASPARAGI E TINCHE DORATE.


5. COMPLOTTI LUNARI 


Secondo alcuni l'uomo non avrebbe mai raggiunto il suolo lunare e la NASA avrebbe falsificato le prove degli allunaggi, in una cospirazione organizzata assieme al governo degli Stati Uniti, riuscendo a convincere tutto il mondo scientifico, tecnico e giornalistico, nonché il mondo sovietico, all'epoca diretto rivale nella corsa sulla Luna.
Leggenda facilmente smontabile: in realtà di voli sulla Luna ne furono compiuti ben 6 e furono 12 gli uomini a passeggiare sul suolo lunare.
Noi ne abbiamo parlato qui in LUNA? SI, CI SIAMO ANDATI.


6. VACCINI E AUTISMO

Si tratta di una delle più grosse truffe ai danni della comunità scientifica da parte di un medico che falsificò le prove. Se volete sapere la storia, potete leggerla su AUTISMO: 10 COSE DA SAPERE


7. LA MELA (E L'ALBERO) DI NEWTON 


La tradizione vuole che il grande Isaac Newton fosse seduto sotto un albero quando una mela cadde sulla sua testa e questo gli fece capire che la forza gravitazionale terrestre e celeste sono la stessa cosa.
Alcuni ritengono che anche questa storia sia stata inventata, più avanti negli anni, da uno scrittore suo contemporaneo, William Stukeley,  che la registrò nelle sue Memoirs of Sir Isaac Newton's Life. In questo manoscritto del 1752, intitolato Memoirs of Sir Isaac Newton's Life, Stukeley afferma tuttavia di avere raccolto dalla viva voce di Newton il modo con cui lo scienziato avrebbe avuto l'insight della teoria della gravitazione universale: «Avvenne mentre sedeva in contemplazione, a causa della caduta di una mela». Il frutto non gli cadde sulla testa, dunque, come invece ci raccontarono per anni. Tuttavia recentemente alcuni della Royal Society pare abbiano affermato che egli fosse davvero in contemplazione nel giardino della sua casa di Woolsthorpe Manor, chiedendosi e come mai il frutto cadeva sempre verso il centro della Terra invece che cadere obliquamente o verso l'alto. La storia del frutto pare sia piuttosto marginale.

Proprio di ciò, e di certi archetipi, scrisse il fisico Paolo Rossi in "Tutta la scienza è letteratura":
"Ecco gli aneddoti, allora: un modo per trasformare l’ignoto in noto, per ridurre ciò che non siamo capaci di spiegarci a ciò che comprendiamo in maniera infantile. Non è soltanto un problema della scienza, anche se nella scienza esso si esalta fino al paradosso. 
Nell’armadio dei nostri archetipi c’e’ una grande quantità di mele, non solo quella di Newton: una mela per spiegare la guerra di Troia, e una per l’indipendenza della Svizzera, una per i Beatles e una per New York, una mela per Biancaneve e perfino una sul computer".

8. BOTTIGLIE D'ACQUA CONTRO LA PIPì DEI GATTI
Si utilizzano fuori dalle porte per non far avvicinare gli animali.
Le bottiglie d'acqua secondo la leggenda avrebbe alcuni poteri: deformanti, oscillatori, elettrici.
Eppure non esiste alcuna interpretazione scientifica che avvalori l’efficacia delle bottiglie. Anzi, abbiamo testimonianze VIDEO che dimostrano proprio il contrario: cani e gatti sono stati sorpresi a far pipì proprio sulle bottiglie che avrebbero dovuto allontanarli.


9. PAREIDOLIA: SU QUEL MURO VEDO LA FACCIA DI... 


È il fenomeno secondo il quale  troviamo strutture ordinate e forme familiari in disordinate; l'associazione si manifesta in special modo verso le figure e i volti umani.
Ne abbiamo parlato in E ORA... CI METTIAMO LA FACCIA
Chi è affetto da prosopoagnosia non ha questa capacità, ne abbiamo parlato in L'UOMO CHE SCAMBIÒ SUA MOGLIE PER UN CAPPELLO


10. LA LUNA INFLUISCE SULL'IMBOTTIGLIAMENTO DEL VINO E SULLA SEMINA

Le bufale sull'influenza della Luna sugli esseri viventi e non viventi è una delle credenze più antiche e diffuse. Noi ne abbiamo sfatate almeno 10 in SUPER LUNA: 10 BUFALE DA SFATARE che peraltro è stato uno degli articoli più letti dell'anno.


SULL'ARGOMENTO ABBIAMO ANCHE SCRITTO:
10 BUFALE "VINTAGE" SMENTITE DALLA SCIENZA

Per finire...
E ora qualcosa di completamente diverso: sul fenomeno spesso frainteso del Déjà Vu.


5 commenti:

Anonimo ha detto...

leggo le dieci bufale e noto che il modo di smontarle è ancor più bufalesco : dire per esempio che a, a proposito delle teorie che sostengono che l'uomo non sia mai atterrato sulla luna nella sua prima famosa occasione, semplicemente opponendo che anzi , è andato 12 volte ! è piuttosto acritico e molto poco scientifico .Altrettanto sulle scie chimiche : dopo dichiarazioni di diversi personaggi ed analisi di polveri varie e quant'altro ostentato da chi sostiene queste teorie , la risposta dimostrativa consiste nel dire che esisteva una fiaba di fantascienza a cui ci ispira ? Ma forse Verne non ha anticipato anche la andata sulla luna e tante altre cose ? solo per questo non possono essere vere? Direi che tutta questa scienza nell'opporre argomentazioni scientifiche non si vede nè qui nè altrove su tanti argomenti che andrebbe bene invece approfondire con la stessa serietà con cui si vuole negare . Troppa poca serietà e scientificità di argomentazioni : ammettiamo anche che le bufale siano tutte bufale : non si pecca però un po' troppo di snobismo ? Non è forse questo un atteggiamento che ha fatto tardare tante conoscenze e tanti riconoscimenti nella storia del progresso scientifico? Mi spiace ma per il momento sono più precisi e scientifici i raccontatori di bufale , sicuramente più convincenti . L'arretratezza scientifica della scienza è il suo maggior male. Rossella

Redazione Gravità Zero ha detto...

Gentile Rossella, è evidente che lei ha commentato l'articolo senza leggerlo.
In caso contrario si sarebbe accorta che sull'argomento sui complotti lunari abbiamo risposto in maniera completa lasciando al lettore la possibilità di approfondire scaricando perfino un ebook gratuito di ben 332 pagine! Le è sufficiente come approfondimento? :-)

Per quanto riguarda le scie chimiche, ci siamo limitati a inserire il link a un nostro articolo e a quello di SIlvia Bencivelli. Tutto quello che c'era da dire lo si è detto con argomentazioni che chiunque può verificare personalmente .

Tuttavia se lei ha prove contrarie documentate scientificamente rispetto a quello che è stato già ha detto ampiamente, ce lo può comunicare e saremo lieti di darle spazio.

Pit3000 ha detto...

Sugli emisferi cerebrali mi sembra evidente e pubblicato che le femmine hanno il lobo dx prevalente, "cervello del poeta" mentre i maschi quello sx "cervello dell'ingegnere". Penso sia una modifica epigenetica per adattarsi all'ambiente e ai relativi compiti biologici. Non escluderei che le modifiche ambientali potranno portare anche le femmine a aumentare la funzionalità e la plasticità del lobo sx come ai maschi capita il contrario.
La toglierei dalle 10 bufale esaminando ricerche attendibili, grazie della risposta.
Fausto Orazi

Redazione Gravità Zero ha detto...

Anche studi effettuati con la neuroimaging non hanno fornito alcuna prova che esistano differenze fenotipiche tra l'emifero sinistro e destro o che una delle due parti del cervello sia dominante rispetto all'altra.

Qui lo studio su Plos One effettuato su 1011 individui di età compresa tra 7 e 29 anni "An Evaluation of the Left-Brain vs. Right-Brain Hypothesis with Resting State Functional Connectivity Magnetic Resonance Imaging"

E qui una descrizione dello studio per chi non conosce l'inglese

Le definizioni "cervello del poeta" e "cervello dell'ingegnere" sono dunque prive di fondamento.

The dome ha detto...

Potrebbero esistere anche bufale delle bufale, quindi nessuno capisce cosa vero o no; sicuramente quella delle bottiglie contro i gatti è la più grande idiozia dopo il gatto bonsai che solo il "genio televisivo" di "Alle falde del Kilimangiaro" (la stessa pagata Rai che rispose ad un medico quale libro avrebbe dovuto leggere per passare il tempo,una persona che stava ore dentro la camera iperbarica per gravissimo trauma...) poteva immaginare ai tempi come cosa vera!