giovedì 27 novembre 2014

BIOCHRONICLES SI RINNOVA

Nuovo look per il portale delle biotecnologie. Da pochi giorni on-line ed è stato subito un successo. 

biochronicles portale delle biotecnologie


Abbiamo intervistato Andrea Mascheroni, ideatore del portale.

Come mai avete deciso di rinnovare il vostro portale?

“Se dovessi riassumere la risposta in una sola parola, sceglierei evoluzione. Ad ottobre abbiamo iniziato a muovere i primi passi, raccogliendo in poco più di un mese 6000visitatori unici sul blog e altrettanti sui vari social network .Dati incoraggianti, che mi hanno fatto capire che gli italiani non vogliono essere ignoranti in materia scientifica, hanno semplicemente bisogno di contenuti interessanti e comprensibili. I feedback positivi hanno dimostrato che si può parlare di biologia e di biotecnologie, che la maggior parte delle persone vuole sapere le novità e vuole consigli per vivere bene, per trovare un lavoro, per migliorare il proprio percorso universitario. Questo mi ha stimolato a compiere un primo miglioramento. Ho raccolto le recensioni di lettori ed esperti, ho sviluppato un progetto nuovo e insieme ad un gruppo di lavoro fantastico stiamo andando online con una serie di nuove iniziative. Abbiamo già rivoluzionato la grafica e l’organizzazione dei contenuti del blog italiano, rivedendo anche lo stile e l’approccio ai vari social network” 

Quale sarà il vostro prossimo passo? 

“Entro fine anno realizzeremo la versione inglese della nostra piattaforma online, con l’obiettivo di fare divulgazione scientifica in ambito biotecnologico non solo in Italia, ma anche oltreconfine. Non ci fermeremo qui, la qualità dei contenuti non potrà che migliorare con l’esperienza, creeremo un canale YouTube con video didattici, esperimenti ed interviste di ogni genere. Per meglio interfacciarci con il pubblico inizieremo ad organizzare eventi e conferenze, principalmente in università, nelle scuole e nei comuni. Ogni nostra iniziativa sarà fruibile da tutti poiché utilizzeremo un linguaggio semplice, comprensibile non solo agli addetti al settore”.

È soddisfatto del vostro lavoro?

“La risposta è no. Vorrei rendere Biochronicles un progetto unico, creando uno strumento di divulgazione innovativo in Italia, ma anche all’estero. Ho già delle idee in merito, si tratta solo di trovare i mezzi e i modi giusti per metterle in pratica”. 
Insomma, la missione del gruppo Biochronicles è quella di stupire i propri lettori. 
Al settore Biotec l’ardua sentenza.

IN PIAZZA CONTRO LA FIBROSI CISTICA

La Lega Italiana Fibrosi Cistica (LIFC) fa  #unpassoinpiù  con Martino, la sua nuova mascotte: dal web alle piazze d’Italia per combattere la fibrosi cistica, il 29 e 30 novembre con il supporto di Novartis




Il martin pescatore è un piccolo uccello che vive nelle paludi o vicino ai corsi d'acqua dolce. All'apparenza fragile, si rivela invece determinato e combattivo. Proprio per queste sue caratteristiche, la LIFC lo ha eletto a simbolo dei pazienti affetti da fibrosi cistica, che, nonostante una vita quotidiana piena di difficoltà, hanno tanta voglia di vivere una vita piena.




Il 29 e 30 novembre, Martino sarà presente in moltissime piazze per far conoscere la fibrosi cistica, la malattia rara più diffusa. In Italia ne soffrono circa 6000 persone.

La Lega Italiana Fibrosi Cistica aiuta i pazienti e i loro familiari ad avere cure adeguate ed un sostegno sempre presente nella gestione di questa invisibile, ma complicata malattia.

#unpassoinpiù è una campagna incentrata sul paziente Giovane adulto.

“Il paziente giovane adulto sta attraversando il periodo della vita in cui, in genere, è ridotta la capacità di tenere legati gli interventi fondamentali (fisioterapia respiratoria, terapia farmacologica, un sano stile di vita) di cui l’attività fisica è il principale indicatore in quanto complementare alla fisioterapia respiratoria e capace di promuovere l’autostima” – spiega il dr Ermanno Baldo, direttore del reparto di Pediatra e Centro provinciale di supporto per la cura della Fibrosi Cistica presso l’Ospedale di S. Maria del Carmine di Rovereto (TN). “Il paziente che fa correttamente la terapia, che esegue la fisioterapia ci aspettiamo vada meglio anche nel lungo periodo, con minore perdita di funzione nel tempo e con un allungamento dell’aspettativa di vita”. 

#unpassoinpiù lo devono affrontare i pazienti per continuare a combattere.

#unpassoinpiù lo deve compiere la ricerca.

#unpassoinpiù dobbiamo farlo tutti recandoci, sabato 29 e domenica 30 novembre, nelle piazze, per sostenere la Lega Italiana Fibrosi Cistica.

Su www.fibrosicistica.it potete trovare tutte le informazioni sulla malattia e avrete la possibilità di conoscere Martino e fare donazioni.