sabato 24 settembre 2016

GOOGLE ALLO: L'APP DI MESSAGGISTICA È ANCORA PIÙ SMART

Che si tratti di pianificare una serata o solo chiedere come va, tutti noi ci affidiamo ai messaggi ogni giorno per restare in contatto con familiari e amici. Ma troppo spesso dobbiamo interrompere la conversazione per fare altro, come ad esempio controllare lo stato di un volo o cercare online quel nuovo ristorante. Così Google ha lanciato un'app di messaggistica che vi aiuta a mantenere viva la conversazione, aiutandovi quando avete bisogno.

Ieri è stato lanciato Google Allo, una nuova app di messaggistica smart per Android e iOS che vi aiuta a dire e fare di più, direttamente all'interno di una conversazione. Google Allo vi aiuta a pianificare, trovare informazioni ed esprimervi in chat in modo più semplice. E più lo usate, più impara e migliora col passare del tempo.

Rispondere velocemente con le Risposte rapide

Google Allo rende più facile rispondere velocemente senza interrompere la conversazione, anche quando siete in movimento. Con la tecnologia delle Risposte rapide potete rispondere ai messaggi con un semplice tocco.

Potete, per esempio, inviare un rapido "Sì" a un amico che chiede "Stai arrivando?" Le Risposte rapide offrono suggerimenti anche quando ricevete una foto. Se un amico vi invia una foto del suo cucciolo, i suggerimenti mostreranno risposte come "Che carino!". E, che siate tipi da "ahahah" o da "😂", le Risposte rapide miglioreranno nel tempo imparando il vostro stile di conversazione.




Esprimetevi con foto, emoji e adesivi

La chat non si limita al testo. Allo come una tela bianca su cui potete esprimere voi stessi. Potete rimpicciolire o ingrandire emoji e testo semplicemente trascinando in alto o in basso il pulsante "Invia". Personalizzare le vostre foto prima di inviarle. Lavorando insieme a studi e artisti indipendenti in tutto il mondo sono stati creati oltre 25 pacchetti di adesivi personalizzati.


Ecco il vostro Assistente Google personale

Google Allo è il primo posto in cui vedrete in anteprima l’Assistente Google. In Allo, l’Assistente vi permette di fare una conversazione con Google: fategli delle domande e lasciate che vi aiuti direttamente in chat. Non dovrete più uscire dalla conversazione per trovare un indirizzo, condividere il vostro video YouTube preferito o prenotare un ristorante. Basta digitare @google per far entrare l’Assistente nelle conversazioni di gruppo. E ovviamente potete anche chattare uno a uno direttamente con l’Assistente in Allo.

Ecco alcuni esempi di come l'Assistente Google può aiutarvi in Google Allo:

Fare programmi con gli amici. Con l’Assistente Google potete passare in un batter d'occhio dal proporre una cena tra amici al fare piani per la serata. Basta aggiungere l’Assistente alla chat di gruppo e chiedergli gli orari di un film, la lista dei ristoranti della zona e altro ancora. Potete anche cercare destinazioni di viaggio, sui voli e sugli alberghi insieme agli amici.
Ottenere risposte. Ricevete le informazioni più aggiornate su quello che conta per voi, che siano le notizie, il meteo, il traffico, lo sport o lo stato del vostro prossimo volo. Chiedete all'Assistente Google di mandarvi aggiornamenti quotidiani su quello che vi interessa di più.
Divertirsi. Chiedete all’Assistente di condividere gli amici quel video su YouTube o semplicemente di giocare direttamente nella chat di gruppo: per esempio potete indovinare i titoli dei film sulla base di emoji. L’Assistente Google è l’evoluzione di un percorso che Google segue da molti anni con l'obiettivo di affiancare le persone nella vita quotidiana. Oggi cominciamo con un’anteprima per mostrarvi uno dei modi in cui l’Assistente funziona in chat. Nei prossimi mesi, l’Assistente sarà disponibile in altri prodotti Google, per essere utilizzato facilmente in qualunque momento, a casa o in viaggio. L'Assistente Google sarà disponibile inizialmente in inglese, ma presto supporterà anche altre lingue.

Chattate in modalità Incognito

Tutte le chat di Google Allo sono protette con crittografia attraverso standard di sicurezza come Transport Layer Security (TLS). All’interno di Google Allo una modalità chiamata Incognito (grazie Chrome). Chattando in modalità in incognito, i messaggi sono protetti con crittografia end-to-end e offrono ulteriori funzionalità per la privacy, come notifiche discrete e scadenza dei messaggi.

Potete anche mandare un messaggio agli amici che non usano ancora Google Allo via SMS o, per chi usa Android, un messaggio di preview della app.

Google Allo è su Android e iOS

MATEMATICA CHE PASSIONE! IL 13 OTTOBRE A TORINO C'E MATH

Con un umorismo travolgente, il matematico Eduardo Sáenz de Cabezón ci darà la risposta a una domanda che fa impazzire studenti di tutto il mondo: a cosa serve la matematica? Così, ci mostra la bellezza della matematica, che non è altro che la spina dorsale della scienza. I teoremi, non i diamanti, sono per sempre.




In occasione del 21° anniversario degli Stage di Matematica "MATH" uno speciale GiovedìScienza OFF, organizzato assieme all'Associazione Subalpina Mathesis anticipa il classico ciclo di conferenze.  Ingresso libero 

Qui Eduardo Sáenz de Cabezón a una conferenza TED

venerdì 23 settembre 2016

MRSN - LA NOTTE DEI RICERCATORI AL MUSEO REGIONALE DI SCIENZE NATURALI DI TORINO

Il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino partecipa all’undicesima edizione de La notte dei ricercatori.




Dalle ore 17 alle 24, nello stand del Museo in via Roma a Torino verrà proposto un laboratorio sul riciclaggio delle materie prime contenute nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche. Verranno inoltre presentati i lavori del progetto sperimentale di alternanza scuola-lavoro “Dalla pietra al mouse”, realizzati dai ragazzi del liceo Albert Einstein di Torino, in collaborazione con Esperimenta.

L’evoluzione degli uomini e dei loro strumenti è il fil rouge che unisce tutte le attività che verranno proposte. L’iniziativa si pone l’obiettivo di far conoscere al grande pubblico l’evoluzione dell’uomo, che fin dagli albori, attraverso la sperimentazione e la ricerca, è riuscito a dotarsi di quegli strumenti che gli hanno permesso di vivere e sopravvivere. Con il passaggio dalla sopravvivenza alla produzione di utensili via via sempre più sofisticati, dalla pietra al legno, arrivando fino al mouse e alle innumerevoli innovazioni tecnologiche e digitali, l’uomo ha tracciato la linea di demarcazione tra la preistoria e la storia.


Il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino a EuromineralExpo

30 settembre - 2 ottobre
PalaAlpitour (Corso Sebastopoli 123, Torino)

Da numerosi anni è in corso la collaborazione fra il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino e la mostra-mercato mineralogica Euromineralexpo, importante rassegna del settore giunta nel 2016 alla sua 45a edizione. L’“area culturale” presente all’interno del padiglione offre, di volta in volta, a istituzioni scientifiche e ad associazioni culturali significative occasioni di approfondimento su vari temi di scienze naturali, tra cui in particolare la valorizzazione di collezioni o di aree di specifico interesse dal punto di vista mineralogico.

Una selezione di 44 campioni mineralogici fra i più importanti ed estetici della collezione Falco verrà esposta nell’area tematica del 45° EuromineralExpo di Torino che si terrà al PalaAlpitour (Corso Sebastopoli 123, Torino) dal 30 settembre al 2 ottobre 2016.

Il pubblico potrà ammirare cristalli particolarmente appariscenti tra cui alcuni campioni di berillo var. smeraldo e var. acquamarina, varie rodocrositi ed ancora azzurrite, benitoite, elbaite, vanadinite, quarzo, ecc.

mercoledì 21 settembre 2016

A TORINO UN FRUTTO PER LA RICERCA DELLA CIA DI CANDIOLO

Torna "Un frutto per la Ricerca", l'iniziativa della Cia - Agricoltori Italiani a favore della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro di Candiolo (Torino). Allegra Agnelli: iniziativa che sensibilizza su stile vita sano





Sabato 24 e domenica 25 settembre sarà infatti possibile acquistare cestini di frutta fresca nelle piazze di Torino, il cui ricavato andrà alla Fondazione di Candiolo per la Ricerca sul Cancro.

L'iniziativa solidale, che ha debuttato l'anno scorso, quest'anno si svolge in concomitanza con "Terra Madre Salone del Gusto" e potrà contare su un punto di distribuzione anche all'interno del Parco del Valentino, cuore pulsante dell'evento di Slow Food.

"E un'iniziativa importante non solo perché ci aiuta concretamente nella battaglia contro il cancro, ma anche perché sensibilizza le persone ad adottare un sano stile di vita, che rappresenta un primo baluardo contro questa malattia. Siamo grati alla Cia-Agricoltori Italiani per il suo rinnovato sostegno all'Istituto di Candiolo e siamo certi che i torinesi risponderanno con la consueta generosità. In questi anni le cure contro il cancro hanno fatto grandi passi avanti, ma la strada per sconfiggere questa malattia è ancora lunga" ha detto Allegra Agnelli, presidente Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro - Onlus.

"Per la prima volta 'Un frutto per la Ricerca' approda all'interno del Salone del Gusto e crediamo si tratti di una novità importante perché l'attenzione ad una corretta alimentazione non può che partire dalla scelta quotidiana per la nostra tavola di prodotti di qualità in grado di garantire anche la remunerazione corretta dell'agricoltore, come il movimento di Slow Food ha sempre sostenuto" ha fatto notare Roberto Barbero, presidente di Cia - Agricoltori Italiani di Torino

Inoltre nelle giornate di giovedì 22, venerdì 23, lunedì 26 e martedì 27 settembre, a partire dalle ore 10, saranno allestiti due punti di distribuzione all'interno dell'Istituto di Candiolo e presso il patronato INAC-CIA di Torino, in via Onorato Vigliani 123.

L'offerta minima per ogni confezione da 1 kg di frutta assortita (mele, pere e prugne) sarà di 10 euro.

FERTILITY DAY: LE "CATTIVE CAMPAGNE" DA ABBANDONARE

I buoni (fertili) sono biondi e belli e vanno al mare in belle giornate di sole.
I cattivi (sterili) sono neri di capelli e di pelle e tirano canne nei vicoli in un'atmosfera color caghetta. 
No, al Ministero non ce la possono proprio fare.

Una campagna del Governo (Ministero della Salute) per invitare a far figli il prima possibile continua ad  attirare critiche e commenti negativi in rete.

Ma, quali sono i motivi che trasformano una campagna virale in un flop, un boomerang per l'azienda che l'ha realizzata?

Ne abbiamo parlato nell'articolo:

"FERTILITY DAY": OVVERO GLI ERRORI DA EVITARE IN UNA CAMPAGNA DI WEB MARKETING


LA FOTO 

La foto che è utilizzata dalla campagna del Governo è una nostra vecchia conoscenza. Spesso utilizzata nelle pubblicità, come  in questo sito di servizi dentistici. 

Ma proviene più semplicemente da un sito di immagini a pagamento.


È di pochi minuti fa la seguente dichiarazione dell'ufficio stampa della Ministra sulla propria pagina Facebook: