giovedì 22 giugno 2017

METTIAMO IN PALIO 1000 EURO PER CHI DA INFORMAZIONI SU SITO FAKE PRESTO.NEWS

Su web si fanno spazio alcuni siti internet anonimi, che iniziano a insultare pesantemente l'operato di alcuni atenei. Il sito è Presto.News



Sotto attacco anche la LIUC Libera Università di Castellanza Carlo Catteneo e l'Università la Sapienza di Roma (parlando di presunti esami truccati). Addirittura a farne le spese una docente della Bocconi, la prof.ssa Silvia Vianello  professionisti come Rudi Bandiera e istituti privati come  l'Istituto CEFI di Roma. Il sito è un fake registrato con un dominio a Panama a nome di  Antonio Russo, se ne è parlato  anche qui.

All'interno del sito si parla anche di una fantomatica "Università della Gente", l'unica - pare - non diffamata dal titolar del sito. Una Università che non ha alcun valore legale e alcun riconoscimento in Italia. Fuffa insomma.

Giudicate voi:

"Laurea online gratis tramite l'Università della Gente telematica University of the People UoPeople"

1000 € subito e  un incarico mensile di SEO/SEM  con noi per chi ci può dare informazioni utili per identificare con certezza il titolare del sito presto.news


Scriveteci a redazione@gravita-zero.org

mercoledì 21 giugno 2017

GENETICAMENTE MODIFICATI: VIAGGIO NEL MONDO DELLE BIOTECNOLOGIE

Classifico solitamente i libri scientifici in quattro livelli, secondo la gradualità che occorre seguire quando ci si avvicina alla scienza. Esistono i libri divulgativi di primo livello, che sono - secondo me - i più difficili da scrivere, perché devono essere letti proprio da tutti e non si può dar nulla per scontato, in quanto destinati a coloro che non hanno conoscenze di alcun tipo sulla materia trattata. Esistono poi i libri divulgativi di secondo livello che sono sempre destinati ad un pubblico ampio, ma meno ampio del precedente, poiché si tratta di persone che desiderano un maggiore approfondimento e che di libri di primo livello ne hanno già letti parecchi. Ad esempio, in un libro divulgativo di secondo livello compaiono (se si tratta di matematica) già alcune formule e si considera che il lettore possieda già alcune conoscenze di base. Per chi vuole salire ancora di più verso l'avvicinamento alla scienza esiste il terzo livello, rappresentato dai manuali scientifici delle scuole superiori. Per finire, il quarto livello è occupato dai manuali scientifici di livello universitario.

Si discute da molto tempo sull'utilità della divulgazione scientifica, ma una cosa - oggi - è certa: per affrontare un dialogo costruttivo su un tema scientifico che interessa la nostra società è necessario (almeno) aver letto alcuni libri divulgativi di primo livello sull'argomento. Perché è innegabile che - sul piano delle conoscenze e dell'esperienza nella scienza - non siamo tutti allo stesso livello, ma se vogliamo partecipare all'evoluzione della scienza e della tecnologia abbiamo a disposizione moltissime risorse e dal primo livello possiamo spingerci fino al quarto. Qui mi riferisco in particolare ai libri, che sono molto diversi da un qualunque articolo letto sul web. Un libro è un viaggio e consente al lettore di farsi un'opinione sull'argomento, mentre un articolo è troppo breve, e non è detto che sia stato scritto per qualunque tipo di lettore. 

"Geneticamente modificati - Viaggio nel mondo delle biotecnologie", scritto da Stefano Bertacchi e pubblicato da Hoepli nella nuova collana "Microscopi" si inserisce a pieno titolo fra i libri divulgativi di primo livello. Oltretutto, il tema trattato - cosa abbiamo ottenuto dalle biotecnologie e cosa potremo ottenere in futuro - è molto importante e di stretta attualità. Si tratta di 134 pagine riunite in un formato leggero e tascabile, con un prezzo piuttosto contenuto. Dato il periodo, è da mettere nella borsa per la spiaggia, ma può essere letto in qualunque momento poiché è la dimostrazione che si possono affrontare argomenti molto complessi e pieni di implicazioni con un linguaggio semplice e con delle metafore particolarmente accattivanti.


Ad esempio, il telefono senza fili, che ha come effetto un'eventuale distorsione della parola comunicata tra i partecipanti al gioco, soprattutto quando questi sono molti e si arriva al termine del "filo", viene utilizzato per spiegare la duplicazione del DNA ad opera della DNA polimerasi. Il meccanismo non è infallibile: ogni tanto viene introdotta una mutazione e quindi non si ottiene una copia perfetta. La mutazione viene generata a causa del meccanismo stesso e non è detto che sia dannosa per l'organismo in cui si verifica. Inoltre la mutazione può anche essere causata dall'esterno, da fattori ambientali detti "mutageni", ad esempio i raggi UV derivanti dalle radiazioni solari.


Il famoso film "Una poltrona per due" viene invece utilizzato per spiegare che noi dipendiamo sia dai geni che dall'ambiente. Inoltre è possibile che l'ambiente porti a modifiche dell'espressione genica, senza causare mutazioni nel DNA. Infatti non esiste solo la genetica, ma anche l'epigenetica.

Quando invece ci soffermiamo a guardare un vestito nella vetrina di un negozio, possiamo pensare che a noi il vestito non starà così bene come al manichino. E allora il manichino non serve a nulla? Serve, perché è un modello e nelle biotecnologie si utilizzano diversi tipi di modelli: "in silico" (si tratta di software), "in vitro" (parti di organismi) e infine "in vivo" (interi organismi). E talvolta alcuni (interi) microrganismi possono rappresentare degli ottimi modelli per capire e per lavorare. Un po' come succede nel Calcolo delle Probabilità: l'urna da cui si pescano le palline è solo un modello che serve a rappresentare l'estrazione casuale.

Tanto altro troverete nel libro "Geneticamente modificati", ad esempio gli OGM, ma anche le nuove fabbriche che utilizzano microrganismi e il tutto è trattato in modo molto equilibrato, senza nascondere gli interrogativi aperti e le questioni più "scottanti", ma anche riflettendo sulla natura di molte bufale che circolano sul web. Attenzione: è probabile che vi verrà voglia di approfondire l'argomento delle biotecnologie. Ottimo: allora dovrò farmi segnalare da Stefano Bertacchi libri divulgativi di secondo livello...

"Geneticamente modificati - Viaggio nel mondo delle biotecnologie"
scritto da Stefano Bertacchi
e pubblicato dall'editore Hoepli
nella collana "Microscopi"
nel mese di maggio 2017

Walter Caputo

martedì 20 giugno 2017

M'ILLUMINO DI SCIENZA A PERUGIA

Un percorso vario, originale e multidisciplinare, per raccontare la scienza e alcune delle attività di ricerca svolte all'interno dell’Ateneo di Perugia. Questo e molto altro è “M’illumino di scienza” una serata evento sll'insegna della scienza e della conoscenza, per rompere il soffitto di cristallo e far uscire dalla Torre d'avorio la ricerca.

Sabato 24 giugno, nel suggestivo scenario del giardino di San Matteo degli Armeni a Perugia (Via Monteripido, 2), la scienza diventa così racconto, spettacolo e musica.


L’obiettivo della serata, organizzata da micron (rivista edita da Arpa Umbria) in collaborazione con Biblioteche comunali Perugia, ADI - Associazione Dottorandi e Dottori di Ricerca Italiani, Adisu Umbria, Radiophonica, l’Umbria che Spacca, è avvicinare le persone comuni alla scienza.
Si parte, alle ore 18, con alcuni giovani ricercatori dell'Università degli Studi di Perugia e dell’Università per Stranieri di Perugia che nel corso di “Nice to Science you!” si alterneranno sul palco per raccontare i loro progetti di ricerca. A seguire la “Scienza coatta” dimostrerà, tra slang in romanesco e battute, che la scienza non è fatta solo di equazioni, teoremi incomprensibili e astrusi personaggi.

Alle 19.30 sarà volta di “#Serendipity: la scienza per caso”, un viaggio, tra racconto e pittura, attraverso le numerose scoperte scientifiche avvenute in modo fortuito.

A chiudere la serata il live di Scarda, cantautore classe ’86, dallo stile acustico e retrò apprezzato sin dal suo debut-album “I piedi sul Cruscotto". Scarda vanta una candidatura ai Premi David di Donatello 2014 per la soundtrack del film "Smetto Quando Voglio", premiato da critica e pubblico per aver trattato l’universo dei ricercatori italiani in modo diverso.

ALLEANZA EUROPEA CONTRO L'ESCLUSIONE FINANZIARIA

A Venezia il summit annuale dello European Microfinance Network (EMN) in collaborazione con Banca Etica. Dal 22 al 23 giugno 2017 



Lo European Microfinance Network (EMN), in collaborazione con Banca Etica ed Etica Sgr, ha scelto Venezia come sede per la sua assemblea annuale in programma il 22 e 23 giugno 2017.

Sono attesi più di 300 delegati da tutta Europa, tra operatori di microfinanza, rappresentanti di banche orientate al sociale, docenti, ricercatori, esponenti di ONG, fondi di garanzia e policy maker.

L’evento sarà occasione di scambio di idee ed esperienze per stimolare la riflessione su come potenziare gli strumenti di inclusione finanziaria, a partire dai livelli di alfabetizzazione ed istruzione per le persone vulnerabili. Durante la conferenza si discuterà di come l’educazione finanziaria possa aiutare il settore della microfinanza a ripensare i propri prodotti e la propria offerta, per ottenere un elevato impatto sociale, dando la priorità ai bisogni dei clienti.

lunedì 19 giugno 2017

FESTIVAL DELLA COMUNICAZIONE: LA IV EDIZIONE È UN VIAGGIO ATTRAVERSO LE CONNESSIONI

È stato presentato oggi in Rai a Milano la quarta edizione del Festival della Comunicazione, che si terrà a Camogli dal 7 al 10 settembre 2017.


La manifestazione è diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer ed è stata ideata con Umberto Eco

Le Connessioni è il tema del 2017 che, per quattro giornate, è approfondito in più di 100 appuntamenti fra incontri, laboratori, spettacoli, mostre, tutti gratuiti, da oltre 130 esperti e studiosi italiani e internazionali.



Manifestazione giovane, ma già divenuta punto di riferimento nel panorama culturale nazionale, il Festival della Comunicazione torna per la sua quarta edizione a Camogli, da giovedì 7 a domenica 10 settembre (www.festivalcomunicazione.it). Diretto da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer, ideato con Umberto Eco, è organizzato dal Comune di Camogli e da FRAME.