martedì 22 gennaio 2019

VISITA DENTISTICA GRATUITA A BANCHETTE - IVREA

Numerosi dentisti e cliniche dentali per invogliare le persone ad affidarsi alle loro cure propongono la prima visita gratuita. La prima visita è uno dei momenti fondamentali per instaurare un buon rapporto fra paziente e dentista, con uno svolgimento prevalentemente colloquiale, in modo da consentire al dentista di ricostruire la storia del paziente, le cure passate e ad avere un quadro clinico completo. Durante la prima visita, viene anche eseguito un approfondito esame visivo dello stato generale di salute della bocca, analizzando nel dettaglio sia i denti sia le gengive. È possibile che in caso vi siano gli elementi per sospettare la presenza di carie o altre patologie nascoste vengano eseguite radiografie dei singoli denti.  Vi presentiamo Nova Ars Medica, dentisti a Banchette a Ivrea.



Durante la prima visita il dentista analizza anche la salute delle gengive, andando a cercare eventuali tasche parodontali, che sono un rifugio naturale per le infiammazioni. Allo stesso modo è importante la valutazione del posizionamento delle arcate e dei singoli denti, in modo da poter eventualmente correggere eventuali malocclusioni e difficoltà di masticazione o l’individuazione di patologie come il digrignamento notturno (bruxismo) che con il tempo rovina i denti. Scegliere di effettuare la prima visita dal dentista quando si iniziano a sentire dei dolori non è la scelta migliore, ma di andare anche quando si è certi di avere la bocca in salute, in modo da poter iniziare a prevedere un ciclo di sedute di controllo per monitorare la salute della bocca. 

Allo stesso modo degli adulti, anche la prima visita dal dentista dei bambini è importante, per due motivi principali. Il primo è legato alla prevenzione, dato che prima vengono individuati eventuali problemi e anomalie nello sviluppo dei denti e delle ossa mascellari, prima è possibile intervenire e correggere. Il secondo aspetto è legato alla necessità di ridurre al minimo la paura e l’ansia, facendo in modo che il primo appuntamento si trasformi in un’esperienza positiva, vissuto in un ambiente sereno e rassicurante. È consigliabile trasformare tutto in un gioco, evitando di sottolineare le cose che possono essere spiacevoli. Ad esempio, è consigliabile evitare di parlare di punture, trasformando invece l’ago in qualcosa di magico. Se i bambini iniziano a sviluppare fin da piccoli fiducia nel dentista, sarà più facile continuare con le visite di controllo ed effettuare i primi interventi.

Prenota la prima visita anche su Facebook





venerdì 18 gennaio 2019

È USCITO IL BANDO ESTATE INPSieme: SOGGIORNI STUDIO PER MIGLIAIA DI RAGAZZI

Riparte nel 2019 Estate INPSieme, il concorso riservato ai giovani studenti per la partecipazione a soggiorni studio sul territorio nazionale e all'estero.


Quest’anno l’INPS mette a disposizione 22 930 borse di studio per un importo massimo di 2.000 euro per una vacanza studio in Italia e all’estero durante l’estate 2019 (giugno, luglio, agosto, rientro massimo entro il 6 settembre 2019).

Le vacanze studio finanziate dall’INPS danno la possibilità agli studenti di soggiornare in diverse destinazioni in Italia e in Europa.

Il bando Estate INPSieme 2018 è un’opportunità interessante in cui ai momenti ricreativi e sportivi si alternano varie attività culturali e gite, ma soprattutto, per l’estero, lo studio di una lingua straniera. Per molto tempo l’INPS ha erogato Valore Vacanza, che da ochi anni è stato sostituito da Estate INPSieme. Grazie al bando di concorso i figli, orfani o equiparati, appartenenti a determinate categorie che andremo a vedere e che frequentano la scuola secondaria di secondo grado, potranno inviare la domanda di partecipazione al bando essere tra coloro che otterranno un finanziamento relativo alla vacanza studio. Sono numerosi i tour operator italiani che sono stati incaricati: INPS ha selezionato i migliori: centinaia le destinazioni scelte fra le migliori strutture italiane e i migliori college internazionali.

Sulla rivista Habitante tutte le informazioni su come partecipare al Bando ESTATE INPSieme 2019 passo dopo passo.


CHI PUÒ PARTECIPARE AL BANDO Estate INPSieme 2019


Il bando è aperto agli studenti che, nell’anno scolastico 2018/2019, frequentano la scuola primaria (scuola elementare), la scuola secondaria di primo grado (scuola media) e, in caso di studenti disabili, la scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore). Devono, inoltre, essere figli o orfani ed equiparati di:
  • dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici;
  • iscritti alla Gestione Fondo ex IPOST.

Sarà possibile presentare le domande dalle ore 12 del 31 gennaio alle ore 12 del 28 febbraio 2019.

martedì 15 gennaio 2019

TUTTO SULLA SUPERFICIE DI CERERE, IN UN VOLUME

Se volete sapere tutto, ma proprio tutto, della superficie del pianeta nano Cerere e della sua storia evolutiva, il volume “The composition of Ceres”, una edizione speciale della rivista Icarus, che viene pubblicato oggi in forma cartacea, è quello che fa per voi. 

Cerere icarus.jpj --> Distribuzione della composizione superficiale di Cerere dai dati VIR a bordo di Dawn, visualizzati come un mosaico composito a tre colori con una risoluzione spaziale di 385 m/pixel. Crediti: F. Zambon (INAF), T. B. McCord e J.-Ph. (Bear Fight Institute)









.

Il volume è stato curato dalla ricercatrice dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) Francesca Zambon, guest editor e autrice di uno degli articoli presenti nella pubblicazione, insieme al ricercatore americano Thomas B. McCord del Bear Fight Insititute a Winthrop, negli Stati Uniti. Notevole è il contributo italiano all’opera, sia per la partecipazione di diversi ricercatori INAF dell’IAPS di Roma, dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e di varie Università, ma anche per il fatto che l’intero volume è in gran parte basato sull’analisi dei dati acquisiti dallo spettrometro ad immagine VIR a bordo della missione Dawn della NASA, conclusasi lo scorso 2 novembre e dedicata proprio allo studio di Cerere e dell’asteroide Vesta. 

La ricercatrice INAF Francesca Zambon

Lo strumento VIR, finanziato dall’ASI, costruito presso la Galileo-Selex (oggi Leonardo) di Firenze e gestito sotto la guida scientifica di Maria Cristina De Sanctis dell’INAF, ha per la prima volta consentito di studiare la mineralogia di questi due corpi celesti con un livello di dettaglio mai raggiunta prima, permettendo di individuare la distribuzione dei principali tipi di rocce presenti sulla superficie sia su scala globale che regionale, evidenziando in maniera chiara la presenza di ghiaccio d’acqua. 

“I risultati presentati nei 17 articoli all’interno del volume indicano che su Cerere l’acqua ha avuto un ruolo determinante nella sua evoluzione superficiale e interna”, dice Zambon. “Inoltre, le differenze riscontrate tra zona e zona sia dal punto di vista della composizione che delle strutture geologiche lasciano pensare che Cerere non sia del tutto uniforme e che vi sia materiale proveniente dagli strati più profondi che risalendo viene rimescolato e riportato in superficie. Forse questa attività potrebbe ancora oggi non essere del tutto cessata”, prosegue la ricercatrice. 

Il volume speciale “The Composition of Ceres”, un progetto editoriale che ha preso il via nel 2016, contiene 6 articoli di carattere generale in cui vengono trattati diversi argomenti come la descrizione del contesto geologico, la composizione chimica del corpo celeste su scala globale e all’interno dei crateri da impatto, ma anche la individuazione e l’analisi dei diversi depositi di ghiaccio d’acqua presenti sulla superficie di Cerere. Nei restanti 11 articoli viene invece presentata un’analisi dettagliata della mineralogia dei quadrangoli in cui è stata suddivisa la superficie di Cerere alla miglior risoluzione spaziale disponibile su scala globale, ovvero 380 metri per singolo pixel delle immagini raccolte da VIR. 

“Lo studio della composizione della superficie di un corpo planetario, non ha solo lo scopo di indicare di cosa è composta la parte più esterna della superficie, ma ci rivela molto di più”, conclude Zambon. “La composizione superficiale è infatti strettamente legata alla struttura interna e all’evoluzione del corpo stesso e in un contesto più ampio aggiunge tasselli per comprendere l’origine e l’evoluzione del Sistema Solare”.

COMUNICATO STAMPA INAF 

sabato 12 gennaio 2019

Software recupero dati: cos’è e come funziona

Ci sarà capitato di cancellare per errore e così perdere file dal nostro pc. Foto, documenti, fatture, andate nel cestino virtuale e perse definitivamente senza possibilità di recuperarli. Bene, oggi lo scenario è cambiato grazie a strumenti che permettono di non perdere ciò che si era salvato.




I software recupero dati sono un alleato prezioso per evitare di perdere definitivamente file importanti. Non tutti funzionano nello stesso modo e soprattutto non tutti portano gli stessi risultati, per questo è necessario saper scegliere quello che sia più efficace e adatto alle nostre esigenze. 

Un software che sia davvero efficace deve essere in grado di ripristinare file eliminati per errore, come dati da hard disk danneggiati o formattati, insomma tutto quello che non volendo si è cancellato da pc, laptop o dispositivi removibili. 

Da non dimenticare che la cancellazione e la perdita possono avvenire per errore nostro (capitano, è umano!), a seguito di una formattazione o di crash dell’hard disk, ma anche a causa di un’infezione da malware. Qualunque sia la motivazione questo tipo di software permette di risolvere il problema e riavere così i nostri dati preziosi di nuovo.

Come si recuperano i dati che non sono più nel pc

Che sia un problema comune, capitato a tutti almeno una volta nella vita, non significa che sia così semplice da risolvere. Recuperare i dati che non sono più sul pc o sui dispositivi mobili è impossibile se non si utilizza un ottimo software. Conoscere le tecniche di base per procedere alla risoluzione del problema è utile sì, ma non è l’unico elemento da tenere presente. 

Saper scegliere lo strumento migliore per recuperare foto cancellate o file di diversa natura è indispensabile per raggiungere un risultato ottimale. 

È importante sapere che non tutti gli strumenti di qualità sono a pagamento, ma ne esistono anche alcuni gratis che sanno rispondere perfettamente alle esigenze di clienti esperti di tecnologia così come di quelli poco avvezzi.

Ogni software è abbastanza semplice da utilizzare, solitamente basta seguire la guida che si apre una volta scaricato. I poco esperti non devono cadere nel panico perché sapranno anche loro seguire le istruzioni della guida e ritrovare i file perduti per errore o per altra causa. Con questi software nessun file è impossibile da recuperare, o quasi. 
Come si sceglie il migliore software recupero dati

Prima di tutto è importante sapere che il software migliore spesso è quello che risponde nel modo più semplice alle nostre esigenze. Detto questo è necessario conoscere qual è quello che fa più al caso nostro per non fare errori. 

La prima cosa che deve essere chiara è il sistema operativo perché è in base a questo dato che si scarica la versione giusta. Dopo si dovrà sapere se si vuole utilizzare un software gratuito oppure uno a pagamento. Tra tutti quelli che sono presenti in commercio ce ne sono alcuni gratuiti che sono davvero efficaci per recuperare dati, che siano foto, documenti o file di altro genere.

venerdì 11 gennaio 2019

ARRIVA IN EDICOLA "MITOLOGIA PER BAMBINI"

MITOLOGIA PER BAMBINI” disponibile in edicola e sul sito www.mitologiabambini.it   per bambini è il nome della nuova collana di libri dedicata ai più piccoli che possiamo trovare in edicola a partire da questo periodo. Si tratta di una collezione di volumi anche con illustrazioni che consentono ai bambini di immergersi in storie affascinanti.




LE GRANDI STORIE DELLA MITOLOGIA IN UNA COLLANA DI BELLISSIMI LIBRI ILLUSTRATI 

Le fatiche di Ercole, la guerra di Troia, il labirinto del Minotauro, le avventure di Ulisse... La mitologia ci apre le porte di un mondo di fantasia e di avventure che affascina adulti e bambini. 

MITOLOGIA PER BAMBINI è una coinvolgente collana di libri illustrati dedicati alle storie più belle di sempre, da leggere e riscoprire divertendosi insieme ai propri figli. 

Un’opportunità unica di fare un magico viaggio tra gli antichi miti greci e romani per conoscere le origini della nostra cultura.

Una collezione che può essere letta dai più piccoli, ma anche dagli adulti, per scoprire tante storie e avventure che da sempre affascinano aprendo le porte all’universo della fantasia. Con Mitologia per bambini è possibile scoprire tutte le avventure che riguardano il labirinto del Minotauro, Ulisse, Ercole o la guerra di Troia.

Tutto reso in modo semplice, anche grazie ad illustrazioni precise, con le quali i bambini possono divertirsi e imparare. Si tratta di un viaggio unico tra i miti romani e greci, che permetteranno ai più piccoli di scoprire le meraviglie della nostra cultura.





Piano dell’opera completo di Mitologia per bambini: le uscite in edicola

La collezione Mitologia per bambini è formata da 45 uscite in totale. La prima uscita è in edicola a partire dal 29 dicembre (Teseo e il minotauro). La seconda uscita è disponibile dall’8 gennaio. A partire dalla terza uscita la collezione assume un carattere settimanale ed è disponibile ogni martedì. Ecco il piano dell’opera completo:


1 29/12/18 Teseo e il Minotauro
2 08/01/19 Il cavallo di Troia
3 15/01/19 Le fatiche di Ercole (I)
4 22/01/19 Zeus, il re dell’Olimpo
5 29/01/19 Prometeo, il ladro del fuoco
6 05/02/19 Le fatiche di Ercole (II)
7 12/02/19 Ulisse e i lotofagi
8 19/02/19 Il vaso di Pandora
9 26/02/19 L’eroe Achille
10 05/03/19 Il volo di Icaro
11 12/03/19 Perseo e Medusa
12 19/03/19 Ulisse nell’isola dei Ciclopi
13 26/03/19 Ade e Persefone
14 02/04/19 Il pomo della discordia
15 09/04/19 Giasone e gli argonauti
16 16/04/19 Ulisse e i giganti cannibali
17 23/04/19 Pegaso, il cavallo alato
18 30/04/19 Romolo e Remo
19 07/05/19 Il ratto di Elena
20 14/05/19 L’oro di re Mida
21 21/05/19 Ulisse e la maga Circe
22 28/05/19 Orfeo ed Euridice
23 04/06/19 Gli oracoli del dio Apollo
24 11/06/19 Castore e Polluce
25 18/06/19 Ulisse e i mostri marini
26 25/06/19 Pigmalione e Galatea
27 02/07/19 Il castigo di Sisifo
28 09/07/19 Enea e Didone
29 16/07/19 Ulisse e la ninfa Calipso
30 23/07/19 La sfida di Aracne
31 30/07/19 Apollo e Dafne
32 06/08/19 Il sogno di Cassandra
33 13/08/19 La nascita di Afrodite
34 20/08/19 Ulisse e la principessa Nausicaa
35 27/08/19 Eco e Narciso
36 03/09/19 Il supplizio di Tantalo
37 10/09/19 Fineo e le arpie
38 17/09/19 Ulisse torna a Itaca
39 24/09/19 Amore e Psiche
40 01/10/19 L’isola delle amazzoni
41 08/10/19 Elio e il carro del sole
42 15/10/19 Edipo e la sfinge
43 22/10/19 Ducalione e Pirra
44 29/10/19 Orione e le costellazioni dell’Orsa
45 05/11/19 Fetonte e l’origine del deserto