giovedì 18 aprile 2019

IL POLITECNICO DI TORINO PRESENTA IL FESTIVAL DELLA TECNOLOGIA

Nel 160° anniversario della sua fondazione, dal 7 al 10 novembre 2019, il Politecnico di Torino organizza un Festival dedicato a tecnologia e società: sarà una grande occasione di incontro tra università, cittadini, imprese, pubblica amministrazione e terzo settore per informarsi e riflettere sulle grandi sfide di una società sempre più tecnologica.



Dall’invenzione del fuoco al digitale, la tecnologia continua a rivoluzionare le società umane: in occasione del 160° anniversario della sua fondazione, il Politecnico di Torino organizza il Festival della Tecnologia con l’obiettivo di proporre una riflessione ampia sul rapporto tra tecnologia e società, avvicinare i cittadini al metodo scientifico e rafforzare il dialogo tra università e società civile.

sabato 13 aprile 2019

TRIESTE NEXT 2019 E NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI: LE DATE UFFICIALI

Anche quest'anno si terranno a Trieste due grandi eventi internazionali dedicati alla scienza e alla ricerca: dal 27 al 29 settembre il pubblico potrà partecipare all'ottava edizione di Trieste Next, il Festival della ricerca scientifica mentre il 27 settembre, dal pomeriggio a sera inoltrata si terrà SHARPER, la Notte Europea dei Ricercatori.

Credit Foto: Unsplash




TRIESTE NEXT - Il Festival della ricerca scientifica

“Big data, Deep Science. Il futuro della scienza e degli umani nell’era dell’intelligenza aumentata”
, questo il titolo dell'ottava edizione di Trieste Next. Il Festival della ricerca scientifica è promosso da Comune di TriesteUniversità degli Studi di TriesteItalyPost, Area Science Park SISSA, curato da Goodnet Territori in Rete e realizzato in collaborazione con laCommissione Europea. Co-promotore della manifestazione è la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

"In continuità con le precedenti edizioni, e in preparazione al grande appuntamento di Trieste ESOF 2020 Capitale Europea della Scienza, Trieste Next presenterà al grande pubblico lo stato dell’arte della ricerca scientifica nel settore", così dichiarano i promotori. "L'obiettivo è quello di favorire il dialogo tra mondo della ricerca e mondo dell’impresa e di promuovere il confronto costruttivo tra le cosiddette discipline STEM, scienze, tecnologie, ingegneria e matematica, e le scienze umane e sociali".

In programma a Trieste Next, tre giorni di talk, conferenze e seminari, con oltre 50 eventi in calendario e 150 relatori. Torneranno anche gli esperimenti e i laboratori scientifici in piazza Unità d’Italia, curati dagli enti di Trieste Città della Conoscenza, che dopo il successo delle precedenti edizioni dedicheranno un’intera mattinata alle scuole primarie e secondarie della Regione.

Il programma di Trieste Next è ora in fase di definizione. Aggiornamenti e anticipazioni verranno pubblicate sul sito www.triestenext.it.

SHARPER - La Notte Europea dei Ricercatori

Dopo il successo dell’edizione 2018, il 27 settembre 2019 Trieste, assieme a centinaia di città europee, ospiterà la Notte Europea dei Ricercatori.

A Trieste la Notte dei Ricercatori si chiama SHARPER: “SHAring Researchers’ Passions for Evidences and Resilience”, un progetto nazionale finanziato dalla Commissione Europea, che dal pomeriggio alla sera inoltrata porterà nel cuore della città tantissimi ricercatori, con un ricco programma di appuntamenti per il pubblico di tutte le età.

L’obiettivo di questa iniziativa è quello di coinvolgere tutti i cittadini nella quotidianità del mestiere dei ricercatori, facendo luce sul ruolo che svolgono nel costruire il futuro della società, ma anche sul loro modo di indagare il mondo basandosi sui fatti e sulle osservazioni, nonché sulla loro capacità di adattarsi e di interpretare contesti sociali e culturali sempre più complessi e in continua evoluzione.

La manifestazione è organizzata da Immaginario Scientifico con il Comune di Trieste e gli istituti scientifici del Protocollo d'Intesa Trieste Città della Conoscenza, in collaborazione con numerosi enti e associazioni locali e nazionali. SHARPER Trieste è anche un evento in vista di Trieste Città Europea della Scienza, ESOF2020.

Tutte le informazioni saranno disponibili su: www.immaginarioscientifico.it e www.sharper-night.it

venerdì 12 aprile 2019

AL FESTIVAL DELLE SCIENZE LA ROBOTICA E IL COSMO: INVENZIONI E SCOPERTE

Tra gli ospiti anche il Premio Pulitzer Jared Diamond




Il National Geographic Festival delle Scienze, fino a domenica all’Auditorium Parco della Musica, entra nel fine settimana continuando a offrire occasioni per riflettere su scienza e tecnologia dal punto di vista dell’invenzione, leit-motiv di questa edizione. Aprono la mattina due appuntamenti in programma alle ore 11: Autopsia di un oggetto con Vittorio Marchis e Davide Coero Borga (anche alle ore 16 e 18, AuditoriumArte) e Pianeti a confronto, dialogo tra Eleonora AmmannitoValentina Galluzzi e Stefania Amici, moderate da Elisa Nichelli, che guideranno il pubblico a scoprire affinità e differenze tra il nostro e gli altri pianeti (Teatro Studio Borgna). Il cosmo e i suoi segreti saranno al centro anche dell’incontro successivo, alle ore 12 in Sala Petrassi: moderati da Francesco Rea, durante L’Italia marziana Francesca AltieriAlberto BattistelliSimone Dell’Agnello ed Enrico Flamini, esponenti di quattro prestigiosi enti di ricerca scientifica, racconteranno presente e futuro dell’esplorazione del Pianeta rosso, avventura nella quale l’Italia è in prima linea.

RIPETIZIONI LOW COST A TORINO PER UNIVERSITARI



I tre progetti riguardano un'assistenza psicoterapica low cost e un progetto universitari, quest'ultimo dedicato agli universitari fuori sede in difficoltà economica; ripetizioni per gli universitari e assistenza tesi, ripetizioni a Torino per Universitari. Per finire una Psicoterapia in lingua inglese e spagnolo per studenti stranieri.

giovedì 11 aprile 2019

LA VITA DI GIULIO COSSU E LA MEDICINA RIGENERATIVA

Foto di Walter Caputo
Non vi è mai capitato di terminare la lettura di un libro e rimanere disorientati? Succede così: chiudi il libro e guardi dalla finestra lontano, poi torni nel mondo e ti chiedi: "Allora, quali sono gli elementi essenziali del libro? Perché è stato scritto? Perché la gente dovrebbe leggerlo?".

A me è successo proprio oggi, con il libro: "La trama della vita - La scienza della longevità e la cura dell'incurabile tra ricerca e false promesse", scritto da Giulio Cossu e pubblicato da Marsilio Editori. Innanzitutto devo avvisarvi che il libro supera di poco le 300 pagine, quindi mettetevi comodi e investite il tempo necessario per la lettura. A tal proposito, magari più volte, potreste essere tentati di interrompere la lettura in maniera definitiva: questa non è una buona scelta, infatti solo alla fine tutto vi risulterà chiaro.