sabato 15 luglio 2017

MUORE IL GENIO DELLA MATEMATICA MARYAM MIRZAKHANI: PRIMA DONNA A VINCERE LA MEDAGLIA FIELDS

13:20 del 15/07/2017

Grave lutto per la matematica e il mondo scientifico internazionale:  Maryam Mirzakhani, la matematica iraniana di fama internazionale e prima e unica vincitrice donna di una Medaglia Fields, è morta di cancro all'età di soli 40 anni. Gravità Zero parlò di questa grande matematica in questo articolo.



Mirzakhani era stata ricoverata negli Stati Uniti per il deterioramento delle condizioni sanitarie causate dal cancro, ma ha ceduto alla malattia sabato: lo ha comunicato uno dei parenti che lo ha dichiarato alla Mehr News Agency.

I suoi esami medici mostrarono che il cancro si era diffuso al suo midollo osseo qualche settimana fa. I genitori di Maryam sono partiti per gli Stati Uniti lunedì per unirsi alla figlia e alla sua famiglia e prendersi cura di loro.

A Mirzakhani era stato diagnosticato un tumore alla mammella quattro anni fa, un anno prima che  si aggiudicasse la prestigiosa Medaglia Fields, una sorta di "Premio Nobel per la Matematica", ma molto più difficile da vincere perché consegnato solo ogni 4 anni e solo fino al compimento del 40° anno di età.
Il team medico aveva messo il matematico di genius sotto terapia intensiva per curare la sua terza ricorrenza del cancro.

"Una luce si è spenta oggi. Mi si spezza il cuore... se ne è andata troppo presto." ha scritto lo scienziato NASA Jet Propulsion Laboratory Firouz Naderi, suo caro amico, su Instagram.



Maryam Mirzakhani  è la 3ª ragazza da destra insieme ad altri studenti iraniani insieme all'allora Presidente  Akbar Hashemi Rafsanjani prima della partenza per le Olimpiadi della matematica dl  1995 in Canada



.
La matematica, che aveva compiuto da poco i 40 anni, era professoressa  presso la Stanford University, ed è stata la prima donna iraniana eletta nell'Accademia Nazionale delle Scienze statunitensi (NAS) nel maggio 2016, in riconoscimento del suo "successo distinto e continuo nella ricerca originale".
Essere membri di questa accademia, che ha avuto l'onore di avere tra i propri membri il fisico Albert Einstein e gli inventori Thomas Edison e Alexander Graham Bell, è considerato uno dei risultati più alti per gli scienziati negli Stati Uniti.

Nata nel 1977 a Teheran, Mirzakhani è cresciuta nella capitale iraniana. Come adolescente brillante, ha vinto medaglie d'oro sia nell'International Mathematical Olympiad (Hong Kong 1994), in cui ha segnato 41 punti su 42, e l'International Mathematical Olympiad (Canada 1995) con un punteggio di 42 su 42 punti.

Ma il più importante di tutti i suoi premi è stata la Medaglia Fields ottenuta nel 2014 che ha vinto in riconoscimento dei suoi contributi alla comprensione della simmetria delle superfici curve. Questa medaglia, comunemente considerata come il più alto onore che un matematico può ricevere, viene assegnata ogni quattro anni ai matematici sotto i 40 anni, dal Congresso Internazionale dell'International Mathematical Union (IMU).

La professoressa Frances Kirwan, membro del comitato di selezione del premio Field per l’università di Oxford, aveva commentato così la vittoria della Mirzakhani «Spero che questo premio ispiri molte giovani donne e ragazze in questo Paese e nel mondo a credere nelle loro abilità e a puntare a diventare le prossime medaglie Fields del futuro».

Gli interessi di ricerca di Mirzakhani comprendono principalmente la teoria di Teichmüller e la teoria ergodica. Sul suo approccio matematico per sviluppare nuove prove, disse che "è come essersi persi in una giungla e cercare di trovare una via d'uscita utilizzando tutte le conoscenze che riesci a raccogliere con una certa dose di fortuna".

Mirzakhani era sposata con Jan Vondrák, un scienziato teorico ceco che lavora presso IBM Almaden Research Center. Hanno una figlia di nome Anahita.

 Maryam Mirzakhani and her daughter Anahita
 Maryam Mirzakhani con la figlia Anahita






Ricordiamo su The Guardian  una sua bellissima intervista
Maryam Mirzakhani: 'The more I spent time on maths, the more excited I got'


La ricordiamo anche in questi due video.








Gravità Zero ha scritto sull'argomento 





Nessun commento: