venerdì 8 luglio 2016

IL MERCATO DEL LAVORO CERCA SPECIALISTI ICT: LE RICHIESTE IN CRESCITA DEL 10%

L’innovazione tecnologica richiesta dalle imprese continua ad influenzare positivamente la domanda di specialisti IT tanto da registrare un aumento del 10%. È quanto emerge nella quinta edizione della Hays Salary Guide, l’indagine sul mercato del lavoro condotta su un campione di oltre 1.200 professionisti e 240 aziende.
Lavoro nell'Information and Communication Technology  - Shutterstock

Secondo l’analisi, per potenziare la propria presenza sul web, le aziende stanno focalizzando la ricerca su esperti in servizi mobile e digital come gli sviluppatori di applicazioni, gli amministratori di sistema e gli esperti di rete. Richieste anche le figure tecniche in ambito SAP sia dalle società di consulenza sia dalle aziende end-user. Cresce anche la domanda di giovani professionisti stimolata dagli incentivi per le assunzioni a tempo indeterminato introdotti dal Jobs Act.  


QUALI SONO LE CARATTERISTICHE DEL CANDIDATO IDEALE?

I favoriti nella selezione hanno maturato almeno quattro anni di esperienza sul campo dopo un percorso accademico in facoltà come Informatica, Ingegneria Elettronica o Telecomunicazioni. L’ottima conoscenza della lingua inglese è imprescindibile per cogliere opportunità di business all’estero o interfacciarsi con realtà internazionali. 


QUANTO SI GUADAGNA? 

Per quanto riguarda, invece, le politiche retributive, i professionisti dell’IT possono vantare cifre elevate. In particolare, i salari più consistenti* vanno ai manager a capo delle direzioni ICT o direttamente coinvolti nel guidare progetti di innovazione tecnologica con uno stipendio annuo pari o superiori a 70.00 €. Buste paga meno voluminose, invece, per i programmatori, soprattutto se junior, con paghe annuali che si aggirano intorno ai 30.000 €. 
Infine, sostanziali differenze nei livelli salariali si verificano anche da città a città: la maggiore concorrenza e una presenza più capillare di aziende fanno sì che a Milano le retribuzioni siano spesso più alte rispetto a Torino, Bologna e Roma. 
Tutti i dati e le tabelle retributive della nuova edizione dell’indagine sono disponibili al link: hays.it/salary-guide.


Per approfondire. 

I LAVORI CHE NESSUN VUOL FARE 


Nessun commento: