sabato 16 agosto 2014

LE PRIME 150 UNIVERSITÀ AL MONDO: HARVARD PRIMA, ITALIANE ASSENTI

È appena stata resa nota la classifica Arwu, Academic Ranking of World Universities 2014 dell'università Jao Tong di Shanghai. Su 500 eccellenze, solo 21 sono in Italia.
Strapotere americano tra gli atenei migliori, con Harvard in prima posizione. Ma anche quelli di Seul, Taiwan e Brasile che superano i nostri atenei. Nessun ateneo italiano tra i primi 150 nel mondo. [1] 

Prime 20 università al Mondo secondo Arwu
Sei le Università italiane che si piazzano tra la 151a e la 200a  posizione dello Shangai Ranking: Bologna, Milano, Padova, Pisa, La Sapienza di Roma, Torino.

Il Politecnico di Milano e l'università di Firenze si collocano tra il 201° e il 300° posto, mentre la maggior parte degli Atenei tricolori, anche tra quelli più blasonati, si piazzano tra il 301° e il 400° posto. È così per la Normale di Pisa, Milano Bicocca, la Federico II di Napoli, Roma Tor Vergata. In coda, tra la 401esima e la 500esima posizione, la Cattolica Università del Sacro Cuore, gli atenei di Cagliari, Ferrara, Genova, Palermo, Parma, Pavia, Perugia e Trieste.

Tra le prime 10 università al mondo, secondo l'Arwu, ci sono 8 atenei americani e due britannici. Nell'ordine: Harvard University, Stanford University, Massachusetts Institute of Technology (MIT), University of California-Berkeley, University of Cambridge, Princeton University, California Institute of Technology, Columbia University e University of Chicago, pari merito con University of Oxford. Quattro le università francesi tra le prime 100: Pierre and Marie Curie University - Paris, University of Paris Sud (Paris 11), Ecole Normale Superieure - Paris67, University of Strasbourg.


L'Italia si difende in matematica, che ha 13 atenei tra i primi 200 con Milano, Pisa e La Sapienza nella top 100 e a seguire il Politecnico di Milano, la Normale di Pisa e gli atenei di Padova, Pavia e Parma. Buono anche il risultato dell’Università di Padova (51a -76a  posizione) e della Sapienza (76-100). Nella classifica delle migliori 200, ci sono anche la Normale, Firenze, Pisa, Torino (101-150). E Ancora Catania, Genova, Bicocca, Federico II, Pavia, Tor Vergata e Trieste (151-200).

Milano e Torino sono le migliori per la  medicina tra la posizione 76 e 100. Seguono Bologna e Padova (101-150), Firenze, Genova, Federico II di Napoli e La Sapienza (151-200). Buona posizione per Milano anche per quanto riguarda l’economia.

L’Università Bocconi, assente nella classifica generale, è al 101°-150° posto delle università mondiali per l’insegnamento dell’Economia.
La Statale di Milano si piazza invece tra il 151°-200° posto. Sono le uniche due italiane nella classifica mondiale.

Per Informatica e tecnologie abbiamo solo 4 atenei in classifica: si tratta di Politecnico di Torino e Sapienza (101°-150°), Politecnico di Milano e Università di Trento (151°-200°).

Quella dell'università Jao Tong di Shanghai non è una classifica da sottovalutare, se anche l'ex ministro, prof. Maria Chiara Carrozza ha affermato su twitter che "oggi quasi tutti i ricercatori vanno a vedere come sono le università nei ranking dell'ARWU":



È Sempre Carrozza a segnalare quali siano gli indicatori da tenere presente che vengono utilizzati per stilare la graduatoria: "Così si capisce dove si deve investire". La qualità dell’insegnamento, delle facoltà e della ricerca e le performance di ciascun istituto rispetto al numero degli iscritti. 



NOTA
[1] La graduatoria è valida solo per le prime 100 università. Per quanto riguarda le posizioni dalla 101 -150, 151-200 si intendono a pari merito e in ordine alfabetico. 

Altre fonti: The Guardian -  timeshighereducation 

Nessun commento: