venerdì 14 marzo 2014

INTERVISTA A CHRISTOPHE HENDRICKX, IL DOTTORANDO CHE HA SCOPERTO IL PIÙ GRANDE DINOSAURO D’EUROPA

La notizia del ritrovamento del dinosauro carnivoro più grande d’Europa ha lasciato i paleontologi di tutto il mondo sbigottiti. Per dare il giusto merito a colui che con grande passione e competenza ha reso possibile questo sogno fino ad oggi tanto sperato, ecco la sua intervista, per rivivere dalle sue personali parole una grande emozione.

Scopriremo che fin da piccolo era appassionato di dinosauri. Coltivando questo interesse ha saputo con una buona preparazione ed un’indomita curiosità esplorare quel mondo sconosciuto del Giurassico mettendo al suo posto un’altra tessera del puzzle del tempo profondo. 

Questo cacciatore di dinosauri parlando di sé mostra anche un quadro dell’organizzazione degli studi paleontologici in Portogallo, strutturati in modo semplice, immediato ed efficace. 

Ciò porterà me e tutti gli esperti a guardare con una certa invidia la sua vicenda, in considerazione del fatto che in Italia per poter fare degli scavi paleontologici è necessario superare le paludi di una burocrazia elefantiaca e un’ incurabile e persistente penuria di fondi in questo settore. 

Ma in attesa di periodi migliori, immedesimiamoci in Cristophe Hendrickx.

DI SEGUITO L'INTERVISTA



Raccontaci un po' di te.


Mi sono laureato in Geologia presso l'Universitá di Liegi in Belgio ed ho conseguito poi un Master in Paleobiologia presso l'Universitá di Bristol in Inghilterra. Da quattro anni ho iniziato il dottorato di ricerca in Paleontologia dei Vertebrati presso l'Universidade Nova di Lisbona in Portogallo, con una tesi riguardante l'evoluzione dei denti nei Teropodi non aviani, (cioè dinosauri carnivori).


Quando ti è venuta la passione per la paleontologia?


Ho scoperto dinosauri all'età di 6 o 7 durante la lettura di National Geographic nella camera da letto dei miei genitori. Ho sviluppato una forte dinomania da quel momento iniziando a raccogliere di tutto sui dinosauri (libri, giocattoli, poster, ecc.) Alla scuola primaria, uno o due anni più tardi, ho immaginato che poteva esistere un lavoro che ti faccia studiare i dinosauri. Da quel preciso momento ho saputo che avrei fatto proprio quello. Così all'età di 8 o 9, ho deciso di diventare un paleontologo specializzato in dinosauri e  20 anni più tardi il mio sogno si è avverato.


Da pochi giorni la tua vita è cambiata, hai scoperto una nuova specie di dinosauro!


Diciamo che, per 2 o 3 giorni ho ottenuto un sacco di attenzione da parte dei media, ma la mia vita non è cambiata affatto. Certo la scoperta di un nuovo dinosauro è qualcosa di incredibile per il ragazzo passionale quale sono, sopratutto perchè é il mio primo dinosauro. Ho cercato di andare in profondità nei dettagli circa la sua anatomia, i paragoni con altre specie, ecc. Ma io continuo ad avere l'obiettivo di nominare un genere di dinosauri, piuttosto che una specie.


Ci racconti la storia della scoperta? È avvenuta sul sito paleontologico o all'Universitá?


Ho scoperto che sarebbe stata una nuova specie al Museo di Lourinhã, descrivendo e confrontandolo con le ossa di Torvosaurus tanneri che abbiamo al museo. Ho finito la descrizione e il confronto tra le due specie nel giro di pochi giorni perché ero davvero entusiasta di vedere questo mio risultato pubblicato. Non avrei mai immaginato che la copertura dei media sarebbe stato così grande e di successo. Sono davvero contento che un sacco di media (National Geographic, CNN, NBC, BBC, ABC news) mi abbiano intervistato. È stata una vera sorpresa.


Ci descrivi le caratteristiche di questo dinosauro?


Certo. Torvosaurus gurneyi è un grande dinosauro carnivoro del Giurassico superiore (~ 150 Ma) del Portogallo. Si tratta di un predatore bipede di 10 metri di lunghezza, con un cranio di 115 centimetri e denti lunghi F ino a 10 cm. E' molto simile alla specie americana Torvosaurus tanneri dalla quale differisce soltanto per il numero ridotto di denti della  mascella e per la morfologia di una struttura ossea sul lato linguale di questo osso. La forma generale del corpo in realtà non differisce da quella di un Tyrannosaurus, salvo che Torvosaurus aveva grandi braccia con grandi artigli e una forma più allungata e un cranio sottile.


Ma è vero che avrebbe avuto delle proto piume?


Non sappiamo se T. gurneyi aveva proto-piume o non. L'unica cosa che possiamo dire è che un taxon strettamente connesso a questa specie, cioè lo Sciurumimus, un possibile antenato di T. gurneyi, era già ricoperto con un rivestimento filamentoso. Pertanto, il suo discendente Torvosaurus potrebbe essere stato coperto con delle proto-piume.


Perchè è importante la scoperta?


E' importante perché non sapevamo che l'Europa potesse avere un così grande predatore alla fine del Giurassico. L'Europa in questo periodo era un arcipelago di isolette e quindi, i dinosauri tendevano ad essere più piccoli di quelli di altri continenti. Su un'isola, gli animali di grandi dimensioni tendono a ridurre le dimensioni, perché il loro ambiente è limitato (nanismo). Ma non era il caso del Portogallo, dove grandi dinosauri erbivori e carnivori vivevano alla fine del Giurassico.


Ci spieghi il significato che c'è dietro al nome della specie "gurneyi"?


Il nome di "gurneyi" è stato dato in onore del paleoartista James Gurney, autore e illustratore della serie Dinotopia. Adoro i libri Dinotopia che ho scoperto quando ero un bambino. Ho sempre voluto onorare questo disegnatore, non solo perché trovo i suoi libri incredibili, ma anche perché è uno straordinario artista ed un eccellente pedagogo.  "Dinotopia. A Land Apart from Time" era un libro regalatomi da mia zia quando 20 anni fa con la mia famiglia siamo andati a trovarla in Sud Africa. 


Ci sono altre specie di dinosauri presenti nel sito?


Sì, ci sono molti altri dinosauri nella formazione Lourinhã del Portogallo. Ci sono i sauropodi Lusotitan, Dinheirosaurus e Lourinhanosaurus, i stegosauri Miragaia e Dacentrurus,  l'anchilosauro Dracopelta, l'ornitopode Draconyx e i teropodi Allosaurus, Ceratosaurus, Aviatyrannys e Lourinhanosaurus.


Adesso i reperti fossili verranno esposti in qualche museo?


Il materiale può essere visto al Museo di Lourinhã, 70 km a nord di Lisbona. Non ci sono molte ossa, ma l'osso della mascella superiore è relativamente grande (60 centimetri).


All'università ci sono state delle pressioni provenienti da altri professori allo scopo di prendersi il merito della scoperta?


No, certamente no. Io sono stato quello che ha chiesto al mio supervisore Octavio Mateus di studiare il campione. Ho fatto la maggior parte del lavoro e il mio supervisore mi ha aiutato a descrivere alcune ossa. Siamo entrambi apparsi nelle notizie quindi tutto è stato fatto correttamente, senza alcun conflitto di interessi.


C'è collaborazione tra dipartimenti universitari o università e musei in Portogallo?


Ci sono delle cooperazioni tra la Nuova Università di Lisbona e il Museo di Lourinhã per quanto riguarda dinosauri. La Nuova Università di Lisbona propone anche un nuovo Master in Paleobiologia in cooperazione con l'Università di Evora. Altrimenti, lavoriamo anche con gli specialisti provenienti dall'estero.


In Portogallo c'è una autorità che coordina gli scavi paleontologici?


No, non c'è. Il mio supervisore Octavio è in genere quello che organizza i campi di scavo e trova i fondi per scavare a Lourinhã e in altri luoghi del Portogallo, oltre a coordinare tutti gli scavi paleontologici presso lo stesso Museo.


C'è qualcosa in più che vorresti dire?


Sì, l’anno scorso io ed il mio collega abbiamo descritto alcuni embrioni appartenenti a questa nuova specie di Torvosaurus. Quindi non solo abbiamo trovato il più grande predatore terrestre dell'Europa, ma anche resti dei suoi "bambini"!

Per sapere qualcosa di più di C. Hendrickx:

Per sapere qualcosa in più:

Per sapere qualcosa di più sulla Paleontologia in Italia:
La morte dell'Archeologia e della Paleontologia in Italia?


Tiziana Brazzatti, geologa 
scopritrice di Dinosauro Antonio

Nessun commento: