venerdì 7 marzo 2014

TROVATO IL DINOSAURO PIÙ GRANDE D'EUROPA

Una scoperta che ha tenuto con il fiato sospeso  tutto il mondo! 

Torvosaurus Gurneyi è una nuova specie di dinosauro, forse i più grandi predatori ad essere vissuto in Europa 150 milioni di anni fa. Un dinosauro che non avreste voluto trovarvi davanti. Si tratta di un predatore terreno tra i più grandi dinosauri carnivori vissuto nel periodo Giurassico.

Lo hanno individuato in Portogallo due ricercatori, Christophe Hendrickx, studente presso la Nuova Università di Lisbona in Portogallo e Octavio Mateus del Museo di Lourinha che hanno pubblicato un articolo sulla rivista Plos One.

ABBIAMO INTERVISTATO UNA ESPERTA 
CHE DI RITROVAMENTI DI DINOSAURI SE NE INTENDE DAVVERO

Tiziana Brazzatti vicino al sito del ritrovamento di "Antonio"
il più grande e meglio conservato dinosauro italiano
Abbiamo intervistato Tiziana Brazzatti,  geologa, nostra redattrice e "cacciatrice di dinosauri".

Ha scoperto infatti nel 1994 il più grande e meglio conservato dinosauro italiano, soprannominato "Antonio".  





In quale periodo è vissuto il dinosauro scoperto in questi giorni in Portogallo?

Questa nuova specie di dinosauro rinvenuto in Portogallo ha popolato l’antica penisola iberica nel periodo Giurassico, all’incirca 150 milioni di anni fa. Dalle stime effettuate in base alle ossa, si pensa fosse lungo 10 metri e pesasse più o meno 10 tonnellate. Il suo corpo assomigliava molto a quello di un T – rex, con potenti zampe posteriori, braccia anteriori corte ma con unghie affilate.

Molto simile alla specie Torvosurus tanneri che un tempo viveva nelle Montagne Rocciose del Nord America, questa creatura portoghese ha presentato dopo un attenta analisi dei denti delle caratteristiche diverse, che hanno suggerito ai paleontologi l’istituzione di una nuova specie: Torvosaurus gurneyi.

Gli scienziati hanno inizialmente pensato che i fossili del
T. gurneyi appartenessero a specie affini come
 il Torvosaurus tanneri (nella foto)
Perché è importante la notizia del ritrovamento?

Il ritrovamento è di eccezionale importanza in quanto è il più grande dinosauro ritrovato in Europa finora. Questo carnivoro terrestre stava all’apice della catena alimentare giurassica e si può supporre che come i più grandi predatori con denti come lame cacciasse per sfamarsi altri piccoli sauropodi.

Che differenze ci sono rispetto a dinosauro Antonio, il dinosauro da te scoperto?

Le differenze sono sostanziali, poichè appartengono a rami evolutivi diversi e sono vissuti a distanza di 100 milioni di anni uno dall’altro. Il Torsosaurus gurneyi è un carnivoro del Giurassico mentre il dinosauro Antonio è un erbivoro del Cretacico.

Come si "caccia" un dinosauro? Quali studi si possono intraprendere per diventare "cacciatori di dinosauri?

Gli strumenti che un bravo cacciatore di dinosauri deve possedere nella sua cassetta degli attrezzi della paleontologia sono numerosi. Oltre a quelli concreti per gli eventuali scavi, è assolutamente necessaria la passione; non si può prescindere da questo motore a propulsione atomica che, quando si innesca, fa cadere in senso stretto montagne e ampliare i confini scientifici con nuove prospettive. Inoltre, è necessario anche farsi baciare dalla fortuna, ma, ricordando che le grandi scoperte non avvengono per caso. Come diceva Louis Pasteur “La fortuna favorisce soltanto le menti preparate”. E’ irrinunciabile perciò un buon corso universitario di Geologia o Scienze Naturali, per farsi trovare pronti, di fronte a quella scossa adrenalinica incredibile che è la grande scoperta di un dinosauro.







L'intervista è stata condotta in un luogo non meglio precisato da Claudio Pasqua
eclettico, imprenditore, appassionato di scienza  (non necessariamente in quest'ordine) 

Nessun commento: