martedì 13 novembre 2012

IL RINASCIMENTO DELL'IMPRESA FAMILIARE SPIEGATO DA MARCO GRAPPEGGIA

Un manuale per soddisfare l'esigenza, il bisogno e la necessità di offrire strumenti pratici per comprendere il complesso mondo che ruota attorno alla realtà delle imprese artigianali e di quelle a struttura familiare semplice e complessa.

Il punto di partenza di ogni singola attività economica è l'esigenza della produzione di beni con lo scopo primario di soddisfare i bisogni dell'uomo. Ed è proprio da questa esigenza fondamentale che nascono le attività umane: prima di tutte quella artigianale, la cui preziosa eredità l'azienda "familiare" raccoglie. 

L'artigiano nella propria attività vuole affermare se stesso come personalità viva: crea lavoro con la sua mente e con le sue mani, e di tutto questo vuole lasciare traccia, nel tempo. 

Le imprese artigiane costituiscono da sempre un importante fattore di crescita economica in tutta l’Europa, ed in particolare in Italia. 


"Il variegato mondo di imprenditori artigiani, i quali sono già “sopravvissuti” agli anni bui delle “crisi petrolifere” degli anni Settanta, alla sfida della globalizzazione degli anni Novanta e, con grandi sacrifici, sono in procinto di superare anche l'odierna recessione, grazie alla loro capacità di essere “piccoli e flessibili”, alle loro produzioni innovative o di nicchia e a quella tradizione storico-economica e socio-culturale tipicamente italiana che affonda le sue radici addirittura nell’Età dei Comuni e nel Rinascimento" 

"Ricordiamo che circa il 18% delle esportazioni italiane proviene dal mondo dell'artigianato e che dalle  prime stime elaborate dal Ministero dello Sviluppo Economico – DG PMI e Enti Cooperativi – Div. VIII - individuano in circa 5 milioni le imprese artigiane in Europa, pari al 25% dell’universo imprenditoriale". 

"L’Italia si caratterizza per il ruolo di primo piano dell’artigianato, sia in termini di esportazioni, sia in termini di incidenza nella creazione della ricchezza nazionale. Si contano, infatti, oltre 1.450.000 imprese artigiane attive (ovvero circa il 35% del totale delle imprese italiane extra agricole), in particolare concentrate in Lombardia, Emilia Romagna e Veneto, regioni queste dove è presente comunque un fitto tessuto imprenditoriale. In Italia tale incidenza si attesta su un valore medio di 24,7 imprese ogni 1.000 abitanti". 

"L’artigianato rappresenta in Italia non soltanto una realtà diffusa in termini di numerosità d’impresa, ma anche una notevole fonte di ricchezza per il Paese nel suo complesso: il contributo del settore artigiano in termini di valore aggiunto sfiora i 150 miliardi di euro, ossia il 12,5% del valore aggiunto nazionale al netto dell’agricoltura; inoltre, circa 58,6 miliardi sono imputabili alle imprese artigiane dell’industria in senso stretto, 35,4 a quelle attive nell’ambito delle costruzioni e 53,9 alle aziende artigiane dei servizi". [1]

Le piccole e medie imprese artigiane devono essere guidate da una forte motivazione, determinazione e voglia di creare e di crescere, perché solo il sogno di voler creare, crea il successo. 

Il Prof. Marco Grappeggia, coautore del libro insieme ad Alessandro Fumagalli, è profondamente impregnato della figura indimenticabile di un "padre imprenditore", che dalla piccola impresa ha condensato forza-lavoro in una struttura arrivata ben oltre le dimensioni della PMI.

"Mi sento personalmente figlio della PMI, da mio padre Biagio - afferma Grappeggia -  imprenditore di successo, che ha consolidato traguardi fondamentali creando formule nuove e strategiche di marketing e business negli anni '60, '70, e '80 e ancora oggi inutilizzate. Così mio padre, come altri personaggi importanti della stessa epoca hanno dato luogo al soggetto protagonista di questo libro e dell'economia italiana nel dopoguerra".
Oggi nel mondo postindustriale, ci sono rapidi cambiamenti per via dell'istruzione estesa, con crescita vorticosa sotto la spinta delle nuove tecnologie, attraverso un mondo globale sempre più interconnesso. Questo non toglie né dignità né ruolo alle piccole e medie imprese dove è ancora radicata l'immagine grandiosa dell'uomo che "si sporca le mani", e dove è meraviglioso osservare il lavoratore nelle sue "sperimentazioni" che caratterizzano il suo sviluppo e che "applica la sua scienza per l'interesse della società".
Questo libro insegna proprio questo e vuole essere uno strumento utile per comprendere i preziosi princìpi della PMI, ma soprattutto che vi accompagni nella realizzazione dei vostri sogni. 


Marco Grappeggia, Alessandro Fumagalli
IL RINASCIMENTO DELL'IMPRESA FAMILIARE 
Criticità, idee, percorsi per essere competitivi 
Edizioni BTS
Per informazioni: redazione@gravita-zero.org 

note bibliografiche
[1] www.sviluppoeconomico.gov.it

Nessun commento: