venerdì 19 maggio 2017

RAPTUS E RAPINE CON L'IPNOSI: ESISTONO DAVVERO?

Ci sono parole che sembrano appartenere alla terminologia tecnica di psichiatri e psicologi, ma che in realtà o non esistono, o non sono come si pensa.
Mi sto riferendo a termini come raptus, sindrome di Stoccolma, psicopatia, ipnosi ecc.
Termini che vengono usati per spiegare eventi criminosi tirando in causa la psicopatologia.
In realtà raptus, sindrome di Stoccolma, psicopatia e rapine che avvengono utilizzando l'ipnosi semplicemente non esistono.


Ma allora come mai tutti pensiamo che esistono?
I misteri, i gialli, le storie di paura, indovinelli e rompicapo hanno sempre affascinato e interessato la mente umana. Ne sono un esempio la quantità di gialli,  serie tv e fiction poliziesche o del mistero che da un paio di secoli sono state scritte e sono presenti nelle programmazioni televisive. Esistono anche canali dedicati solo a questo argomento.
Anche i giornali quando occasionalmente accadono questi eventi ne danno grande risonanza.
Ma sono proprio i mezzi di comunicazione che utilizzando queste terminologie, che rimandano a cause psicologiche e che le han fatte entrare nel linguaggio comune.
Se noi prendessimo il DSM-V, il manuale diagnostico delle patologie mentali semplicemente non troveremmo questi termini.


Se non esistono, allora cosa esiste?
Le risposte a questa domanda si trovano nel libro di Capuano Delitti. Raptus, follia e misteri. Dalla cronaca alla realtà, edito da C1V edizioni.
Ne esistessero di libri così ben scritti! Dove non devi rileggere le frasi per capirne il senso. Dove dopo 3 pagine ti devi fermare perché il cervello è già stanco. Con la bibliografia alla fine di ogni capitolo.
Complimenti a Giovanni Romolo Capuano per la gradevolezza della scrittura e per lo studio approfondito.


Cos'altro si può trovare in questo libro?
Oltre a quanto citato sopra nel libro si parla anche dei veggenti, del Criminal profiling, dell'effetto CSI, della credibilità dei testimoni oculari, dei rituali satanici e persino dell'optografia, di cui ignoravo l'esistenza.


Dr.ssa Luigina Pugno

P.S. I dati ISTAT indicano una diminuzione della criminalità in Italia negli ultimi anni




Nessun commento: