mercoledì 11 maggio 2016

UNIVERSITÀ DI TORINO: NASCE UniToGO, PRIMO GREEN OFFICE UNIVERSITARIO ITALIANO

Oggi mercoledì 11 maggio, nel Salone del Rettorato, il Rettore dell’Università di Torino Prof. Gianmaria Ajani,insieme ai Vice-Rettori, Prof. Sergio Scamuzzi (Comunicazione) e Prof. Marcello Baricco (Semplificazione), hanno presentato UniToGO il primo Green Office universitario italiano per la sostenibilità ambientale in Ateneo.





L’Università di Torino, seconda classificata tra gli Atenei italiani (106 nel mondo) nella classifica Green Metric(iniziativa internazionale che valuta la sostenibilità degli Atenei di tutto il mondo), si dota di uno strumento per pianificare progetti, azioni e nuove ricerche sul tema della sostenibilità ambientale, per  favorire maggiore consapevolezza dell’impatto dell’Università sul territorio e per incrementare la responsabilità sociale, economica e ambientale dell’Ateneo come stabilito nelle Linee Strategiche 2016-2020.

L’attività di UniToGO, coordinata dal Delegato del Rettore per la sostenibilità ambientale, Prof. Egidio Dansero, si focalizza su cinque temi, acquisti pubblici ecologiciciboenergiamobilità e rifiuti, per ognuno dei quali è stato costituito un gruppo di lavoro, coordinato da un/una docente e un/una referente per l'Amministrazione ed ha funzione di raccordo tra le Linee strategiche, il Rapporto di sostenibilità e la Cattedra Unesco.

La ricchezza di competenze dell’Ateneo consente a UniToGO di avvalersi dell’apporto integrato di numerose discipline specifiche: dagli analisti di politiche pubbliche agli agronomi, dai chimici agli economisti, dai fisici ai geografi, dagli informatici ai politologi, dai sociologi ai tecnici amministrativi e agli studenti.

L’obiettivo di UniToGO è mobilitare le competenze, gli interessi e le passioni presenti nella comunità universitaria attorno al tema della sostenibilità ambientale, cercando di stimolare lo scambio di “buone pratiche” in Ateneo, presso tutti i poli territoriali in cui si svolgono le attività dell’Università di Torino. In questa direzione, l’Ateneo ha recentemente aderito alla rete italiana RUS (Rete delle Università per la Sostenibilità), alla rete europea UniTown(la rete europea delle Città Universitarie) e all’ISCN (International Sustainable Campus Network).

Prima tappa del progetto è stata l’incontro di questa mattina nell’Aula Magna della Cavallerizza in sessione plenaria per presentare il programma complessivo e le attività già in corso e coinvolgere attivamente docenti, personale tecnico-amministrativo, ricercatori/ricercatrici, personale non strutturato e studenti/studentesse nella progettazione e nell’attuazione di piani e progetti per la sostenibilità ambientale di Ateneo.

Al termine della sessione plenaria i cinque gruppi di lavoro corrispondenti ai cinque focus tematici (acquisti pubblici ecologici, cibo, energia, mobilità e rifiuti) si sono riuniti per cominciare il lavoro operativo.

L’attività di UniToGo sarà costantemente monitorata e resa visibile alla comunità accademica e ai cittadini sul sito www.green.unito.it, una piattaforma web che raccoglie tutte le iniziative sulla sostenibilità dell'Università. In particolare sarà possibile visionare i rapporti di sostenibilità, informarsi sui network sostenibili a livello nazionale ed internazionale a cui Unito ha fin qui aderito, visionare tesi, report e bibliografie sulla sostenibilità, reperire informazioni sui risultati raggiunti dai singoli gruppi di lavoro, avere accesso ai dati aggiornati sull’impatto ambientale dell’Ateneo (ad esempio sui dati dei consumi elettrici di ogni edificio).

Nessun commento: