domenica 20 marzo 2016

EQUINOZIO DI PRIMAVERA 20 MARZO 2016. MA NON CADEVA IL 21 MARZO?

Anche quest'anno la primavera inizia domenica 20 di marzo alle ore 4:30 UTC  (5:30 ora italiana) e Google lo festeggia con l'immancabile Doodle.


Esattamente a quell'ora il Sole attraverserà uno dei due punti, nella sfera celeste, in cui l'eclittica e l'equatore celeste si intersecano: il cosiddetto punto vernale o equinozio di primavera (l'altro corrisponde all'equinozio d'autunno). Il Sole apparirà perfettamente allo zenit per un osservatore posto all'equatore, e la durata del dì in quel luogo sarà pari a quella della notte: 12 ore esatte.


Ma, non ci hanno insegnato che l'equinozio di Primavera cadeva il 21 marzo? No, perché l'equinozio di Primavera può cadere il 19, il 20 o il 21 marzo e quest’anno, per l'ottava volta consecutiva sarà il 20 marzo.

Che l'equinozio si celebrasse il 21 marzo lo ha stabilito convenzionalmente il Concilio di Nicea nel 325 d.C. e poi confermato sempre convenzionalmente nel 1582 da Papa Gregorio XIII. Ma come una rondine non fa Primavera, una norma imposta per legge non è scienza.
L'equinozio astronomico di Primavera non cade necessariamente il 21 marzo.

La causa è un fenomeno chiamato precessione dell’asse terrestre o precessione degli equinozi, un fenomeno in cui l’asse terrestre compie una rotazione intorno all’asse Polo Nord-Polo Sud in circa 26.000 anni. Questo è anche uno dei motivi, ad esempio, della necessità dell'introduzione degli anni bisestili (servono per "aggiungere un giorno" ogni quattro anni per recuperare il giorno perso nel susseguirsi delle stagioni).

La precessione degli equinozi è lo stesso motivo che fa "slittare" le costellazioni rispetto ai segni zodiacali, ulteriore prova, se non fosse già chiaro, dell'infondatezza scientifica dell'astrologia.

Ogni 12.900 anni circa, equinozi e solstizi si verificano in posizione diametralmente opposta.
Fonte: Wikipedia


Che cos'è esattamente l'Equinozio di Primavera? 

È il momento in cui il Sole attraversa l’ orizzonte celeste e tocca il cosiddetto punto vernale: cioè l’intersezione tra l’eclittica (la linea apparente su cui si muovono il Sole e i pianeti nel cielo) e l’equatore celeste (prolungamento del piano dell'equatore terrestre).

Dall’inizio del nuovo millennio l’equinozio di primavera è stato il 21 marzo in sole due occasioni, nel 2003 e nel 2007, e tornerà a esserlo solo nel 2102. Nel 2044 e nel 2496, cadrà invece il 19 marzo [1].


Hanno sempre un certo fascino e sono molto istruttivi i documentari degli anni '60 del secolo scorso. I movimenti della Terra nello spazio, una spiegazione dell'alternarsi del giorno e della notte e delle stagioni, sono qui illustrati in un ottimo documentario storico del 1967 del Coronet Instructional Film.





[1(EN) Earth's Seasons in «Data services», U.S. Naval Observatory

Nessun commento: