domenica 4 gennaio 2015

FACCIAMO I CONTI CON L'INFINITO

L'aritmetica è semplice: l'avete imparata alle scuole elementari e non la usate più. Al suo posto - anche per i calcoli banali - è subentrata la calcolatrice. D'altronde, la semplicità dell'Aritmetica è anche collegata al fatto che tratta solo numeri finiti, i quali vengono usati nelle quattro operazioni di addizione, sottrazione, moltiplicazione e divisione.

Gli infiniti e gli infinitesimi fanno parte dell'Analisi Matematica, che è tutt'altro che facile, e non si apprende certo alle scuole elementari. Nell'ambito dell'Analisi anche le quattro operazioni possono diventare molto complicate, se vengono applicate a quantità infinite o infinitesime.


Per descrivere, trattare e calcolare infiniti e infinitesimi esistono differenti approcci, alcuni più antichi ed altri più moderni. Le origini dell'Analisi risalgono a più di 200 anni fa, e gli strumenti matematici elaborati allora andavano bene per quell'epoca. Anche se erano poco precisi, erano comunque in linea con le esigenze di quel periodo.


Spesso, oggi, utilizziamo ancora quel linguaggio matematico e quegli strumenti, che però non sono più sufficienti per le attuali esigenze della scienza e della tecnologia, né sono in linea con gli stupefacenti progressi della Fisica del XX secolo.

L'obiettivo di "Arithmetic of infinity" è presentare un nuovo tipo di Aritmetica, che sia coerente con gli sviluppi della Fisica del XX secolo e consenta una maggiore semplicità e precisione nei calcoli in cui sono coinvolte quantità infinite o infinitesime.

L'autore del libro, Yaroslav Sergeyev, è Professore ordinario di Analisi Numerica presso il Dipartimento di Ingegneria Informatica, Modellistica, Elettronica e Sistemistica dell'Università della Calabria. Ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti, fra i quali il Premio Pitagora.






Nessun commento: