mercoledì 12 novembre 2014

MISSIONE ROSETTA (ESA) E SONDA PHILAE: PRIMO SBARCO DELLA STORIA SU UNA COMETA


rosetta philae cometa ESA
Rosetta con la sonda Philae in avvicinamento alla cometa
La missione Rosetta dell'ESA (Agenzia Spaziale Europea) ha rilasciato la sua sonda Philae per un atterraggio morbido su una cometa: la prima volta nella storia che un´impresa così straordinaria sia stata compiuta. Si tratta di un importante successo della ricerca dell´Europa, cui l´Italia -anche del sud- ha offerto -atraverso l´Asi- contributi essenziali.

Dopo una trepidante attesa durante sette ore - di discesa verso la superficie della Cometa 67P/Churyumov–Gerasimenko, alle 17:03 (16:03 GMT) il segnale di conferma che la sonda ha toccato con successo la superficie della cometa è arrivato a Terra.

La conferma è stata ritrasmessa a Terra attraverso Rosetta e captata simultaneamente dalla stazione di Terra ESA di Malargüe, in Argentina, e dalla stazione NASA a Madrid, Spagna. Il segnale è stato immediatamente confermato dal Centro Operazioni Spaziali dell´ESA, l´ESOC a Darmstadt, e dal Centro di Controllo DLR del Lander a Colonia, entrambi in Germania.

selfie rosetta cometa ESA
Un selfie di Rosetta. In fondo la cometa 
I primi dati provenienti dagli strumenti della sonda sono stati trasmessi al Centro Philae di Scienza, Operazioni e Navigazione presso l´agenzia spaziale francese CNES a Tolosa.

"Con Rosetta apriamo la porta alle origini del pianeta Terra e favoriamo una migliore conoscenza del nostro futuro. ESA ed i suoi partner nella missione Rosetta hanno raggiunto qualcosa di veramente straordinario oggi.Dopo oltre 10 anni in viaggio nello spazio, siamo ora giunti alla migliore analisi scientifica mai fatta di uno dei più antichi resti del nostro Sistema Solare" ha detto Alvaro Giménez, Direttore ESA Scienza ed Esplorazione Robotica.

"Decenni di preparazione hanno aperto la strada al successo di oggi, assicurando che Rosetta continui ad essere un rivoluzionario esempio nel campo della scienza delle comete e dell´esplorazione dello spazio."

"Siamo estremamente sollevati di essere arrivati in modo sicuro sulla superficie della cometa, specialmente considerando le sfide ulteriori che abbiamo affrontato riguardo allo stato di salute della sonda", ha detto Stephan Ulamec, Philae Lander Manager all´Agenzia Aerospaziale Tedesca DLR.

"Nelle prossime ore apprenderemo esattamente dove e come siamo atterrati, ed inizieremo ad avere tutte le informazioni scientifiche possibile dalla superficie di questo affascinante mondo.

philae sulla cometa ESA


Rosetta è stata lanciata il 2 marzo 2004 ed ha viaggiato 6.4 miliardi di chilometri attraverso il Sistema Solare prima di arrivare alla cometa il 6 agosto 2014.

"Il viaggio di Rosetta è stata una continua sfida operativa, richiedendo un approccio innovativo, precisione e lunga esperienza", ha detto Thomas Reiter, Direttore ESA Voli Abitati ed Operazioni.

"Questo successo è testimonianza dell´incredibile lavoro di squadra e del know-how unico nell´operare la sonda, acquisito dall´Agenzia Spaziale Europea negli ultimi decenni."

La zona di atterraggio, denominata Agilkia e che si trova sulla cima di un bizzarro oggetto a doppi lobi, è stata scelta appena sei settimane dopo l´arrivo, sulla base delle immagini e dei dati raccolti alla distanza di 30-100 km dalla cometa. Queste prime immagini hanno presto svelato la cometa come un mondo pieno di massi, alte scogliere e precipizi scoraggianti e buchi, con getti di gas e correnti di polvere dalla superficie.

Dopo un periodo a 10 km di distanza per permettere ulteriori studi ravvicinati della zona scelta per l´atterraggio, Rosetta si è spostata su una traiettoria più distante per preparare il rilascio di Philae.

Cinque cruciali decisioni di go/no-go sono state fatte la scorsa notte e nelle prime ore di questa mattina, confermando i differenti livelli di preparazione prima della separazione, insieme ad una manovra finale di preparazione da parte dell´orbiter.

Il rilascio è stato confermato alle 10:03 (09:03 GMT) ad una distanza di 22,5 Km dal centro della cometa. Durante le sette ore di discesa, che è stata effettuata senza propulsione o guida, Philae ha scattato immagini e registrato informazioni sull´ambiente circostante la cometa.


Fonte: DISTI 

Nessun commento: