martedì 9 settembre 2014

TEATRO E SCIENZA: SETTIMA EDIZIONE CON "L'ALBERO DELLA CONOSCENZA"

Da settembre a dicembre 2014 torna la rassegna teatrale pluripremiata che avvicina il teatro alla scienza.  Teatro e Scienza, rassegna insignita per la terza volta di medaglia del Presidente della Repubblica, inizia con un testimonial di eccezione: Piera Levi-Montalcini, nipote del Premio Nobel Rita e Presidente dell'omonima associazione. Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito.


Sta per iniziare la Rassegna 2014 di “Teatro e Scienza”, che quest'anno si intitola “L'Albero della Conoscenza”. L'argomento è quello delle scoperte: i 15 spettacoli, tutti a ingresso gratuito, presenteranno al pubblico vicende emozionanti e intersezione fra recitazione, danza, musica e video.

Tra le molte novità di quest'edizione ci saranno una straordinaria mostra d'arte sulle scoperte scientifiche (visitabile al Castello Cavour di Santena per tutto il mese di Ottobre), una testimonial d'eccezione come Piera Levi-Montalcini e 9 conferenze spettacolari con protagonisti quali Francesco Profumo, Roberto Moncalvo, Mario Rasetti, Attilio Ferrari, Loredana Dionigio, Piero Bianucci, Claudio Pasqua e Franco Pastrone.

Anche quest'anno il Presidente della Repubblica, on. Giorgio Napolitano, ha premiato la rassegna con una medaglia di grande formato per lo spettacolo:

“L'Oro Bianco di Dresda“ di Maria Rosa Menzio

in prima assoluta il 4 Ottobre 2014 ore 21 al Castello Cavour di Santena e, in replica, l'11 Ottobre al Planetario di Pino Torinese.

Le edizioni 2010 (sul tema "I Confini") e 2013 (sul tema "I Numeri") della Rassegna “Teatro e Scienza” avevano già avuto l'adesione del Presidente della Repubblica e la Sua Medaglia di Rappresentanza.






LA RASSEGNA 

L'Albero della Conoscenza del Progetto Teatro e Scienza si terrà dal 25 settembre al 7 dicembre 2014 in castelli, antiche abbazie e teatri d'epoca di Torino, Asti e relative province (Castello Cavour a Santena, Chiesa di Santa Croce a Beinasco, Castello e Limone Fonderie a Moncalieri, Chiesa dei Batù a Pecetto Torinese, Planetario di Pino Torinese, Teatro Alfieri ad Asti, Sala Consiliare a Castelnuovo Don Bosco, Teatro Astra e Torino Incontra a Torino)
La direttrice artistica Maria Rosa Menzio, matematica e drammaturga impegnata nella diffusione della scienza, guida la settima edizione incentrata sulle scoperte scientifiche e presenta un percorso affascinante tra recitazione, danza, musica e video.

Alla rassegna, a ingresso libero, sono invitati anche i più giovani, con le loro famiglie: perché il teatro, se fatto con qualità, può essere di grande utilità formativa. Linguaggio interdisciplinare, è in grado di contenere dentro di sé la scrittura, il gesto, il movimento, il suono, l'immagine e il segno, elementi che concorrono a dare un senso e un significato alla vita di un individuo e di una comunità. E “Teatro e Scienza" è anche un'occasione per entrare in contatto e conoscere le numerose attività di ricerca e di innovazione che hanno un impatto positivo sulla vita quotidiana e incoraggiano i giovani a intraprendere carriere scientifiche. Abbiamo infatti bisogno di costruire una vera consapevolezza scientifica nei più giovani, fondata su una corretta informazione e su un dialogo produttivo tra scienziati e società.

Secondo Maria Rosa Menzio "la forza espressiva del teatro è la più indicata per avvicinare pubblico e studenti all'idea di Scienza, a quello stupore e quella meraviglia che sono i presupposti di base per comprendere il sapere scientifico. Il palcoscenico luogo di mimesi e poiesi, - continua la direttrice artistica e matematica - è il punto ideale di due culture solo apparentemente separate: scienza e arte. La non si dimentica, e il pubblico, specialmente giovanile, ci conferma quanto sia incisivo il linguaggio teatrale per parlare di un teorema, dell'astronomia, o dell'etica scientifica".



In programma quindici serate ad ingresso libero: sette spettacoli ospiti più sette produzioni di cui sei prime assolute e una mostra, prima novità della presente edizione, tra cui 19 tele su Premi Nobel per la Fisica nell'attimo esaltante delle loro scoperte.


La Rassegna avrà come testimonial d'eccezione Piera Levi-Montalcini e la premiazione dello spettacolo "L'Oro Bianco di Dresda" con la medaglia del Presidente della Repubblica, la terza con cui l'onorevole Giorgio Napolitano premia "Teatro e Scienza".

Seconda novità: nove conferenze seguiranno alcuni spettacoli con i relatori

Francesco Profumo, Carlin Petrini, Mario Rasetti, Attilio Ferrari, Loredana Dionigio, Piero Bianucci, Claudio Pasqua e Franco Pastrone.

Terza novità: il teatro fisico. Due spettacoli (Progenitori e Faustus, Faustus!) saranno fruibili anche da non udenti o stranieri.

www.teatroescienza.it - media partner www.gravita-zero.org

Teatro e Scienza è presente su Facebook (gruppo e pagina) e su Twitter .


Con il sostegno di Arti Sceniche, Compagnia di San Paolo 
Si ringraziamo gli sponsor: SIMUAeg IvreaCovema
Media Partner: Gravità Zero 

Nessun commento: