mercoledì 13 agosto 2014

ANDERS JONAS ÅNGSTRÖM: L'OMAGGIO DI GOOGLE AL FISICO SVEDESE

Oggi si celebra  il 200° anniversario della nascita del fisico svedese Anders Jonas Ångström (qui la pronuncia in svedese) noto per i suoi studi sulla spettroscopia e nato a Lögdö proprio il 13 agosto 1814, figura fondamentale della scienza mondiale.

Ogni fisico può confermare l'importanza che quest'uomo ebbe nella comprensione del mondo fisico. 

Padre della moderna spettroscopia lo ricordiamo per i suoi lavori più importanti in  geofisica e di astrofisica: lo dobbiamo a lui se si riuscì a risolvere il mistero della composizione del Sole e quello riguardante le aurore polari

Ångström fu il primo, infatti, nel 1867, ad esaminare lo spettro dell’aurora boreale, e individuò e misurò la caratteristica linea brillante nella sua regione giallo-verde. 
E la sua combinazione dello spettroscopio con la fotografia per lo studio del sistema solare riuscì a provare che il Sole contiene idrogeno.  L'interpretazione spettrometrica si basa  su un metodo di indagine "ottica" e permette così di conoscere la materia di cui un corpo è fatto. 

Lo ricordiamo anche per i suoi contributi alla teoria della risonanza di Eulero, ben nota a chi studia meccanica razionale all'Università. 

A lui dobbiamo anche osservazioni di fisica terrestre . Tra le principali ricordiamo anzitutto una serie di misure magnetiche per stabilire la carta magnetica della Svezia. Nel campo della spettroscopia si deve a lui l'aver distinto, negli spettri delle scintille elettriche, uno spettro dovuto al gas in cui avviene la scintilla e uno dovuto al metallo di cui sono costituiti gli elettrodi e l'avere per primo dedotto dalle leggi della risonanza meccanica il fenomeno della risonanza ottica.

Al suo nome è stata intitolata un'unità di lunghezza usata in spettroscopia per le misure di lunghezza d'onda, l'Ångstrom (indicato col simbolo Å) equivalente ad 1/100.000.000 di cm.

Tra le più importanti opere di questo fisico ricordiamo Optiska undersökningar, Stoccolma 1853; Recherches sur le spectre solaire, Upsala 1868.


QUANTO È "GRANDE" UN ÅNGSTROM?


Per darvi una idea delle dimensioni di un Ångstrom ci viene in aiuto uno dei più bei video di divulgazione mai realizzato: "Potenze di 10" - a cura dei designer Charles e Ray Eames.

Un viaggio immaginario dall'infinitamente grande all'infinitamente piccolo scalando una potenza di 10 ogni 2 secondi. Dai confini dell'Universo all'interno degli atomi.
La grandezza di 1 Ångstrom si trova al minuto 7:06  pari alla potenza 1 × 10-10 m

Nessun commento: