mercoledì 30 luglio 2014

TUTTI I DINOSAURI AVEVANO LE PIUME?

La geologa Tiziana Brazzatti intervista il paleontologo Pascal Godefroit, direttore della sezione paleontologica del Royal Belgian Institute of Natural Sciences di Bruxelles



Kulindadromeus zabaikalicus by L. Panzarin
Siamo ad una svolta epocale in Paleontologia. 
Le ipotesi finora intraviste all'orizzonte, pochi giorni fa si sono materializzate con il nome di Kulindadromeus zabaikalicus.
 
Ma chi è costui? E' un dinosauro ornitischio del Giurassico medio-superiore, delle dimensioni di un pollo, in cui per la prima volta sono state ritrovate sul rivestimento esterno sia le piume che le squame! È stato ritrovato in Russia in sedimenti che ne hanno permesso un eccezionale stato di conservazione e pertanto una precisa determinazione. 

Già in Cina erano state rinvenute specie di dinosauri con le piume, ma appartenenti al grande gruppo dei teropodi. 

Tale scoperta in un dinosauro ornitischio fa ipotizzare agli studiosi che la maggiorparte dei dinosauri conosciuti avessero un unico antenato con le piume, comune ai due gruppi e pertanto potessero avere entrambi un piumaggio.


D'ora in poi dovremo immaginare il Tyrannosaurus rex ricoperto da squame, piume e penne. State ridendo? Tutto ciò non cambierà l'idea collettiva che fosse un terribile predatore, ma nella vostra mente dovrete aggiungergli del piumaggio, colorato a vostro piacimento. 


A sinistra la Prof.ssa S. Sinitsa, al centro il paleontologo P. Godefroit e sulla sinistra l'altro ricercatore Y. Bolotsky



Di questa scoperta rivoluzionaria ne parliamo in questa intervista con uno degli autori dello studio scientifico svolto in team con i ricercatori russi, il Direttore della sezione paleontologica del Royal Belgian Institute of Natural Sciences di Bruxelles, il paleontologo Pascal Godefroit.



Quando e in quale zona della Russia è stato scoperto il "Kulindadromeus zabaikalicus? E in quale formazione rocciosa?


Gli scavi paleontologici
Il sito paleontologico di Kulinda era stato scoperto per la prima volta nell'estate del 2010 dalla Prof.ssa Sofia Sinitsa e dal suo team del Institute of Natural Resources, Ecology and Cryology del Siberian Branch ofthe Russian Academy of Sciences mentre conducevano delle indagini geologiche nella depressione Olov, lungo il fiume Kulinda, vicino al villaggio di Chernyshevsk. Gli scavi iniziali hanno portato alla luce il primo esemplare, ma successive campagne di scavo nel 2011, 2012 e quella del 2013 nell'ambito di un progetto russo-belga hanno fatto emergere l'eccezionalità dei fossili. Le rocce sedimentarie del giacimento appartengono alla parte inferiore della Formazione Ukureyksaya, del Giurassico medio-superiore, quindi di un'etá riferibile a circa 169 - 144 milioni di anni fa e probabilmente in alcune aree più antiche risalente addirittura a 150 milioni addietro. 


Sono stati rinvenuti altre specie di dinosauri o fossili nel sito paleontologico? 


Finora siamo riusciti a trovare solo un singolo dente di dinosauro teropode e alcuni fossili ben conservati di piante, larve di insetti e crostacei d'acqua dolce che suggeriscono dei depositi sedimentari di origine lacustre a bassa energia. Infatti le ossa della nuova specie di dinosauro non sono state ritrovate in connessione anatomica in quanto hanno subito un lieve trasporto dovuto alle correnti di un antico fiume. Tuttavia alcuni elementi ossei ben conservati e piuttosto rilevanti dal punto di vista tassonomico erano associati.


Ci può descrivere questo dinosauro?


Kulindradromeus zabaikalicus by A. Atuchin
Il Kulindadromeus aveva scaglie, delle penne ed un corto piumaggio. Simile ai rettili con le scaglie presenti sulla coda e le zone terminali delle zampe, possedeva sul capo e sulla testa delle setole, mentre dei veri e propri ciuffi di penne su tutte e quattro le zampe. Rassomigliava ad un pollo, ma delle dimensioni di un metro e mezzo. Le piume erano già state ritrovate in due specie di ornitischi, ma finora si è avuta molta cautela nell’estendere la loro presenza a tutto il gruppo, poichè era limitata a poche zone del corpo. Questa nuova scoperta mostra che le piume erano estese sul corpo di questi primitivi ornitischi in compresenza con le squame.


Qual era la funzione delle piume nella nuova specie di dinosauro?


Innanzitutto la loro funzione era di isolamento termico e poi di comunicazione visuale come negli uccelli attuali.


Il Kulindadromeus poteva volare?


No, in ogni caso le sue braccia erano troppo corte e le sue piume troppo primitive.


Perchè questa scoperta è così importante per la comunità scientifica?


QUESTA NUOVA SCOPERTA PROVA CHE TUTTI I DINOSAURI POTENZIALMENTE AVREBBERO POTUTO AVERE LA PIUME!


Quindi d'ora in poi potremmo immaginare persino un Tyrranosaurus rex con le piume? Ed il dinosauro Antonio?


Nel T. Rex direi di si, senza alcun problema, specialmente negli esemplari giovani. Invece la presenza di piume nel Kulindadromeus dimostra che strutture primitive di piume esistevano nei dinosauri ornitischi. Quindi è molto probabile che anche Antonio avesse delle piume. PLEASE FIND THEM, IT WILL BE A HUGE DISCOVERY! (Ho preferito lasciare questa frase in inglese, perché è talmente spontanea che mi ha fatto sognare! ...magari dei nuovi scavi al sito paleontologico del Villaggio del Pescatore potrebbero aiutare!)


E adesso sveliamo il significato del nome così complicato di questo nuovo dinosauro che sembra uno scioglilingua...Kulindadromeus zabaikalicus.


Il nome "Kulinda" deriva dalla località in cui è stato scoperto, mentre "dromeus" significa corridore. "Zabaikalicus" si riferisce invece alla denominazione della zona russa di rinvenimento.


Le ossa fossili sono conservate in un Museo?


Adesso sono ospitate al Institute of Natural Resources,Ecology and Cryology del Siberian Branch of the Russian Academy of Sciences ... Dio solo sa quando verrà costruito un Museo.


Quando le è venuta la passione per la Paleontologia?

Come per molti paleontologi da bambino!



Tiziana Brazzatti


Per saperne di più:





Nessun commento: