domenica 3 novembre 2013

LA MACCHINA CHE GIRA OGNI 2 MILIARDI DI MILIARDI DI ANNI

La macchina che vedete nel video compie una rotazione completa ogni 2,3 miliardi di miliardi di anni!
Tanti, se pensiamo che la vita dell'intero Universo è "soltanto"di 13,8 miliardi di anni.



L'ha ideata l'artista Arthur Ganson (*): il suo motore compie 200 giri al minuto, ma l'ultimo ingranaggio del meccanismo è stoppato da un blocco di cemento. O almeno così sembra: in realtà si sta muovendo, ma il suo movimento non si può vedere perché compie un giro ogni 2 miliardi di miliardi anni circa. Come è possibile?

Il motivo è semplice: attraverso la "magia" della meccanica, ogni ingranaggio funziona a 1/50 di velocità rispetto alla marcia precedente. 
Se il motore gira a 200 giri al minuto per spostare la prima marcia a 4 giri al minuto attraverso la ruota a vite la seconda marcia allora funziona a 4,8 giri per ora (il che spiega perché si riesce a malapena ad apprezzarne il movimento).

Poi le cose passano da una scala di velocità "glaciale" a "geologica" a "galattica" :

Terzo ingranaggio : 1 rotazione ogni 10,4 ore

Quarto : 1 rot/3,1 settimane

Quinto : 1 rot/2,98 anni

Sesto : 1 rot/149 anni

Settimo : 1 rot/7 452 anni

Otto: 1 rot/372 600 anni

Nono : 1 rot/18,6 milioni di anni

Decimo : 1 rot/932 milioni di anni

Undicesimo : 1 rot/47 miliardi di anni

Dodici: 1 rotazione ogni 2,3 miliardi di miliardi di anni

Questo è il motivo per cui tutta la macchina sembra ferma con l'ultima marcia bloccata sul masso di calcestruzzo, senza alcun effetto sul tutto il meccanismo.
In realtà, ogni ingranaggio è in movimento anche quando non siamo in grado di vederlo. Semplicemente tutto si sposta troppo lentamente. Per la scala di tempo compatibile con la sensibilità di un essere umano tutto sembra effettivamente congelato dopo la quarta marcia .


"Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia"
Arthur Charles ClarkeProfiles of the Future, 1973


(*) Arthur Ganson è un artista che ha lavora al MIT, inventore e autodidatta, creatore di intricati e  stravaganti meccanismi. Un'intera galleria dedicata alle sue opere si trova presso il Museo del MIT; molte di più sono esposte nelle gallerie di tutto il mondo. Mentre lavorava all'Exploratorium di San Francisco Ganson ha approfondito con il personale docente il rapporto tra arte e scienza. In un video delle TED conference ci parla delle sue sculture. Nel seguente invece vediamo 17 delle sue opere meccaniche in perfetto stile steampunk


17 Machines by Arthur Ganson from Neil Young, Cloaca on Vimeo.

Nessun commento: