lunedì 26 agosto 2013

SPECIE ENDEMICA IN VIA DI ESTINZIONE: IL PRIOLO

Quando pensiamo alle specie in estinzione ci vengono in mente i panda, i leoni, gli elefanti. Ma ci sono specie in via di estinzione meno note e più a rischio delle tigri. Di tigri ne esistono circa 40000 esemplari, ma c'è una specie che conta meno di 1000 esemplari, il suo nome è Priolo. 
Priolo
Il Priolo è un uccello, non solo endemico delle isole Azzorre e più di preciso della sola isola di Sao Miguel, ma è endemico della zona nord-est dell'isola.
Il Priolo adulto ha il piumaggio blu sulla testa e le ali, e grigio sul resto del corpo. Arriva a misurare circa 15-17 centimetri.
Maschio e femmina non hanno caratteristiche diverse nel piumaggio e quindi non sono da noi riconoscibili, ma per fortuna loro non hanno questo problema e sanno esattamente chi è maschio e chi no.
Non è un uccello carnivoro, ma vegetariano, solo quando i semi e i fiori di cui si alimenta non sono presenti allora si adatta a nutrirsi di insetti.

Hedychium gardneranu
Purtroppo la sua alimentazione ed in particolare la sua predilezione per i fiori degli aranci piantati dai coloni fu una delle prime cause della riduzione della sua popolazione: gli agricoltori li uccidevano. Inoltre la semina dei fiori di Hedychium gardneranu nei giardini  e della conifera giapponese per sfruttarne il legno minacciano le sue risorse alimentari. La conifera giapponese con la sua altezza ombreggia le basse piante della laurisilva e la Hedychium gardneranu essendo molto veloce a crescere e riprodursi, invade il terreno non ombreggiato dai pioppi impedendo la diffusione della laurisilva (cibo preferito dal Priolo).
I ragazzi dell'Associazione SPEA stanno lavorando affinché questo uccellino trovi dove vivere e di cosa nutrirsi. A tal fine stanno reintroducendo le piante di cui si alimenta.

Presso il Centro Ambiental do Priolo i ragazzi della Spea fanno opera di divulgazione ambientale ai visitatori e alle scuole. Vicino al centro è stato allestito un percorso attraverso la laurisilva.

Nessun commento: