venerdì 1 marzo 2013

SETTIMANA DELLA SCIENZA 2013 A GALLARATE

La nuova edizione della Settimana della Scienza 2013 si propone di esplorare, a livello nanometrico (stiamo parlando di un miliardesimo di metro)  la materia e le sue proprietà, a volte molto sorprendenti e appassionanti, in un evento che coinvolgerà le scuole di tutto il territorio di Gallarate.

La rete di scuole partecipanti si è quest'anno appassionata alle caratteristiche perturbatrici e rivoluzionarie delle nanotecnologie, si è messa alla prova nell'attraversare la materia a vari livelli: dai sistemi più piccoli e più leggeri a quelli più rapidi e più efficaci, sistemi e fenomeni (radiazioni, proprietà magnetiche, cucina molecolare, femtomagnetismo, e ancora: miniere urbane, biodiversità, misteri della materia) che apportano un contributo fondamentale alla soluzione di molti problemi in ogni campo del sapere.

In questo lavoro di indagine interverranno esperti e ricercatori, Enti e Associazioni che operano sul territorio e saremo sostenuti dall'Amministrazione comunale di Gallarate, prezioso partner per scelte condivise di politica scolastica.


Gli istituti scolastici che condividono il progetto "settimana della scienza" si sono posti obiettivi innovativi quali l'apertura al cambiamento, alla sperimentazione, allo scambio e alla diffusione di buone pratiche: dall'orientamento consapevole alla didattica laboratoriale, dalla pratica del tutoring alle metodologie "hands on" mutuate dall'esperienza scientifica dei laboratori didattici del MIT di Boston. 

Molte le conferenze, i dibattiti, le testimonianze aperti al pubblico; i laboratori e gli approfondimenti sono invece proposti non solo a tutti gli studenti di Gallarate ma anche a tutte le scuole della Provincia. Novità di quest'anno e cuore della manifestazione sarà l'exhibit "Scienze in Piazza"; andremo infatti negli spazi della città con laboratori scientifici e mostre itineranti. La settimana della scienza 2013 ci apre una via verso il futuro e ci permetterà di immaginare più cose di quante crediamo, guidandoci verso l'apprendimento razionale e appassionandoci ai misteri della ricerca.

Nessun commento: