venerdì 12 ottobre 2012

LAVORARE IN ITALIA O IN SPAGNA?

Intervista a Carlo Ferri, Barcellona, Spagna

Originario dell'Abruzzo,  laureato in Astronomia presso l'Università degli Studi di Bologna. Durante un dottorato in Fisica presso l'Università di Barcellona, ha scoperto che la sua passione è la comunicazione digitale e i Social Media. Dopo aver collaborato con diverse testate giornalistiche sia italiane (La Stampa, Il Sole 24 Ore) che spagnole (El País, El Mundo) ma anche come sceneggiatore di documentari scientifici, è diventato responsabile del Dipartimento di Comunicazione di un istituto di ricerca nel campo agroalimentare di Barcellona (IRTA).
Carlo Ferri fa parte della redazione di Gravità Zero e oltre alla professione di divulgatore scientifico per una rivista nazionale, si occupa dalla Spagna dei servizi a enti e  imprese.


Carlo, descrivici il tuo lavoro. 
Attualmente sono Community Manager di una fondazione privata che fornisce servizi a imprese dell'industria alimentare (CENTA) e di Ferri Water, una bibita a base di agua minerale naturale e caffeina. Più in generale, mi dedico a aiutare quelle aziende, soprattutto PME, decise a fare il salto nel mondo dei Social Media e dell'e-commerce.
Come trovi il rapporto con le aziende in Spagna?  C'è differenza rispetto all'Italia? 
Come un pò in tutta Europa, anche in Spagna le aziende sono titubanti riguardo l'uso dei Social Media sia per mancanza di risorse umane ed economiche che per paura a qualcosa di nuovo e sconosciuto. Eppure non si rendono conto che con il web 2.0 succederà lo stesso di quanto accaduto negli anni '90 con il boom di internet. Cosí come allora era fondamentale avere una pagina web per posizionarsi e promuovere i propri servizi e prodotti, adesso bisogna essere presenti su Facebook, Twitter, Google+, ecc. È l'evoluzione naturale della comunicazione e del marketing digitale.
In realtà, qui in Spagna offriamo tutti i tipi di servizi immaginabili che possano essere offerti da un'agenzia di marketing e comunicazione. Questi vanno dalla gestione e realizzazione di contenuti attraverso i social network in lingua spagnola, alla creazione e traduzione di contenuti specifici per il pubblico spagnolo alla diffusione delle informazioni e invio di newsletter relative a un target preciso. Senza dimenticare, ovviamente la redazione, revisione e pubblicazione di comunicati stampa su testate online, siti internet e blogs di interesse strategico o la gestione del contatto con giornalisti e redazioni per garantire la massima attenzione nel trattamento e diffusione delle notizie.

Pensi di tornare in Italia? 
In realtà sono già tornato a lavorare in Italia, visto che collaboro con alcune aziende del nostro paese. Uno degli aspetti più interessanti del web è la possibilità di essere fisicamente in un posto e lavorare per una azienda dall'altra parte del mondo.

Nessun commento: