venerdì 19 novembre 2010

I MARZIANI SIAMO NOI

Che cosa fa più paura? Credere di essere soli nell’universo, o pensare che ci sia qualcun altro là fuori?

I marziani? Gli alieni? Non dobbiamo cercarli lontano: siamo noi! Gli atomi di cui sono composte le nostre cellule arrivano infatti da molto lontano.

Questo libro racconta e sfata alcuni miti, e ci apre gli occhi a un mondo meraviglioso.

Sapevate ad esempio che gli elementi chimici di cui siamo composti (quelli più pesanti del ferro) si sono formati nelle lontane stelle in esplosione?

Gli elementi chimici più pesanti (per esempio rame, mercurio, oro e uranio) si formano principalmente quando le stelle più grandi, morendo, implodono producendo l’immane esplosione stellare chiamata supernova.
Noi, così come tutto ciò che ci circonda, siamo dunque "polvere di stelle". E nella chioma di una cometa si è trovato uno dei nostri aminoacidi.
Leggi anche alcuni capitolo del libro sul sito Zanichelli

Il Prof. Bignami è stato (primo italiano) Direttore del Centre d’Etude Spatiale des Rayonnements, Toulouse, uno dei principali centri di ricerca spaziale di Francia. E' stato Presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana.
Membro dell’Accademia dei Lincei (dal 1997), dell’Académie des Sciences di Francia (dal 2009), della Academia Europea, della International Academy of Astronautics, della European Academy of Sciences, dell Accademie de l’Air et de l’Espace di Toulouse.

Nel luglio 2010, dopo una selezione mondiale, è stato nominato (primo italiano in 50 anni), Presidente del COSPAR, il Comitato Mondiale per la Ricerca Spaziale, attivo dal 1958 e che attualmente conta 44 Paesi Membri.

Qui il curriculum completo e le sue attività come divulgatore scientifico e altre news e premi.




Articoli correlati 

SCOPERTI 7 NUOVI PIANETI DI TIPO TERRESTRE ATTORNO A TRAPPIST-1

.

2 commenti:

energio ha detto...

Che grande cosa, nevvero?

Ci penso spesso: noi siamo fatti della stessa identica materia di cui sono composte le stelle; quegli stessi corpi celesti che Leopardi fa cantare al "Pastore errante" (sarà un caso che fin dall'inizio l'uomo è sempre stato attratto dal cielo?) o dal più commerciale Moby in "We Are All Made of Stars".

Claudio ha detto...

E' verissimo, energio, quello che scrivi.

Siamo figli delle stelle in tutti i sensi.

Gli elementi chimici che ci compongono, i nostri atomi, sono frutto di esplosioni di supernovae lontane anni luce da noi ...

La nostra Stella, il Sole, non avrebbe potuto generare elementi più pesanti del Ferro. Dunque se siamo qui, vivi e pensanti, lo dobbiamo ad "altre stelle".

Affascinante no?

:-)