sabato 11 luglio 2009

SCHIFIDI INSETTI E INVADENTI FORMICHE

Il seguente articolo è apparso nella rubrica "Matemagica"
sulla rivista per ragazzi "Mondo Erre" nel mese di Giugno 2009



“Mi viene da sorridere quando vedo che la gente prova ribrezzo a pensare di dover mangiare una cavalletta o una larva fritta! Ah, ah… se penso a quanti insetti crudi hanno mangiato senza saperlo… nell’insalata, in mezzo a qualche mela o solo pedalando a tutta velocità in bicicletta con la bocca aperta”…

Sono le parole di Louis Champod, naturalista ed entomologo (studioso d’insetti).

E in effetti se ci pensi, è proprio vero! Inavvertitamente ingeriamo ogni giorno chissà quante specie diverse di insetti senza neppure accorgercene. 
La prossima volta che vai in bici, mi raccomando, ricorda di tenere la bocca chiusa!

Tra le tante stravaganze che troviamo nel mondo, se sei raffreddato, c’è quella di un rimedio dello Sri Lanka che ti invita a spiaccicare una manciata di formiche da qualsiasi parte e poi andarci giù di naso ad annusarle per ricominciare a respirare a pieni polmoni!

Ma a parte queste stranezze, devi sapere che senza gli insetti noi non esiteremmo! Sono loro infatti che svolgono funzioni essenziali per la sopravvivenza della vita sulla terra come impollinatori, divoratori di rifiuti, produttori di miele e di seta.
Senza l’impollinazione, ad esempio, si fermerebbe ogni ciclo vitale, perché le piante non riuscirebbero a crescere e a riprodursi, e gli animali a nutrirsi.
Tutta la vita sulla Terra dipende dunque da questi piccoli ma utilissimi animali.

Se poi pensi che gli insetti abitano la Terra da quattrocento milioni di anni, ben prima della comparsa dell’uomo, beh, allora dobbiamo proprio portare loro rispetto.

Tra tutti gli insetti che conosciamo (ce ne sono milioni di specie) le formiche sono tra quelli più noti all’uomo.

Quante formiche pensi di trovare se scavi in un formicaio, ammesso che tu ci riesca senza essere attaccato dai loro aggressivi soldati?

Il record in Europa appartiene a una formica chiamata polyctena, che può raggiungere i 5 milioni di individui per formicaio (da noi si può trovare sulle Alpi).

Si stima che nascano ben 1 miliardo di formiche al minuto in tutto il globo.
E alcuni biologi dell’Università di Harvard si sono perfino divertiti a contarle, calcolando che possano esserci 100.000.000.000.000,000 di formiche sulla Terra.

Come puoi leggere questo numero? Puoi leggerlo così: cento milioni di miliardi. Ma gli scienziati usano una notazione diversa. Più semplice da rappresentare. La chiamano “notazione scientifica”:

1 x 101 = 10 (si legge: 1 per 10 elevato a 1 = 10)
1 x 102= 100 (1 per 10 elevato a 2 = 100)
1 x 103= 1000 (1 per 10 elevato a 3=1000)
1 x 104= 10.000 ...
e così via ...

Hai capito come si fa? Basta contare gli zeri e mettere quel numero a esponente.

Dunque ci sono 1x1017 formiche nel mondo, un numero seguito da 17 zeri!

Se si assume che il peso medio di una formica sia di 8 milligrammi, per raggiungere un chilo devi metterne su una bilancia circa 125.000. Puoi anche provare a calcolare il peso di tutte le formiche del mondo e vedrai che la cifra è 800 milioni di tonnellate!

Giusto per fare un paragone, siccome ci sono circa 6 miliardi di persone in tutto il mondo (6x109) questo significa che ci sono ben 8-9 ordini di grandezza di differenza tra noi e loro! Cioè ci sono tra 15 e 20.000.000 (20 milioni) di formiche per ogni essere umano.

Incredibile vero?

1 commento:

Anonimo ha detto...

grazie per l'informazione. adesso mangerò piu cavallette! ? che poi....
c'e' anche chi sa contare da solo! e cmq pensa che molta gente non mangia cavallette proprio perchè sa cosa sta per mangiare... se sapessimo di ingerire tutti sti insetti andando in bici terremo tutti la bocca chiusa.. anzi.... molti lo fanno gia... tu vai in bici a bocca aperta??? modera questo! baci