mercoledì 4 ottobre 2017

L'ESILARANTE CURRICULUM VITAE DEL PREMIO NOBEL JACQUES DUBOCHET

Il premio Nobel 2017 per la Chimica è stato assegnato oggi a Jacques Dubochet, Joachim Frank e Richard Henderson “per aver sviluppato la microscopia crioelettronica, utile per determinare in alta definizione le strutture delle biomolecole”. 

Una immagine spiega da sola l'importanza del premio Nobel per la Chimica di quest'anno: a sinistra la risoluzione che avevamo di una biomolecola senza la microscopia crioelettronica. A destra come l'abbiamo con questa tecnica microscopica: molto più definita e dettagliata.





Ma quello che ci ha colpito oggi è il Curriculum Vitae di uno dei vincitori del Premio, il Professor Jacques Dubochet, che potrebbe ricevere due ulteriori premi: quello per l'estrema sintesi e quello per la sottile autoironia.   Chissa perché ma i Nobel per la Chimica sono sempre stati i più simpatici e svitati. Chi ha letto "Ballando Nudi sul campo della Mente" del Nobel Kary Mullis capirà. 


Prof. Jacques Dubochet - Professore Onorario di Biofisica

Direttore precedente del Laboratorio di Analisi Ultrastrutturale (LAU) e del Centro di Microscopia Elettronica.

Curriculum vitae

Ottobre 1941
Concepito da genitori ottimisti.

1946
Non teme più il buio, perché il Sole torna; è stato Copernico a spiegarcelo. 

1948-1955
1ª parte di una carriera scientifica sperimentale a Vallis e Losanna (strumenti: coltelli, aghi, corde, fiammiferi).


1955
Primo dislessico ufficiale nel cantone di Vaud - Questo mi ha permesso di andare male in tutto ma anche di capire quelli che hanno difficoltà
Un messaggio bellissimo, contenuto nel suo cv online, per tutti i ragazzi che hanno la stessa difficoltà. Una notizia che arriva proprio nella Settimana Nazionale della Dislessia, in corso fino all'8 ottobre. Non è il primo dislessico ad arrivare a vincere un Premio Nobel: prima di lui c’è stato Einstein, ma Dubochet è vivente e questo per un ragazzo che vive la stessa difficoltà fa molta differenza. [NdT]
1962
Esame di maturità federale.

1967
Ingegnere fisico presso EPUL per diventare biologo. 

1968
Molto importante.

1969
Certificato di Biologia Molecolare a Ginevra per diventare biofisico. Ha cominciato a studiare la microscopia elettronica del DNA, che rimane il mio argomento principale.

1973
Tesi in biofisica a Ginevra e Basilea con Eduard Kellenberger che mi ha insegnato biofisica, responsabilità etiche e amicizia durevole.

1970 -76
Psicoanalisi molto classica 

1978 
Responsabile del gruppo EMBL (Heidelberg); come introdurre l'acqua nella microscopia elettronica. Scoperta della vitrificazione dell'acqua e sviluppo della microscopia crio-elettrona.

1987
Professore all'Unil, Dipartimento di Analisi Ultrastrutturale.

1998
Presidente della sezione Biologia con la possibilità di eseguire questa assegnazione con Nicole Galland e Pierre Hainard e vivere in un momento in cui cose interessanti avvenivano nella biologia a Losanna.

2002
(inizio) Fine dell'assegnazione. Anno sabbatico in Australia, Germania e Parigi. 

2004-7 
Maturazione di CEMOVIS (microscopia crio-elettrona delle sezioni vitreose).

2007 Giugno 
colloquio di pensione.

Nessun commento: