lunedì 4 gennaio 2016

SCOPERTI 4 NUOVI ELEMENTI DELLA TAVOLA PERIODICA

Sono ununtrio, ununpentio, ununseptio e ununoctio: completano la settima riga dello schema e avranno presto nomi più facili da ricordare. La tavola periodica è ora completa fino alla sua settima fila. 



Confermati quattro nuovi elementi chimici. L’Unione internazionale di chimica pura e applicata (Iupac) ha ufficialmente annunciato la scoperta di quattro elementi che completano la settima riga della tavola periodica. 

I nomi provvisori degli elementi sono: 113 (ununtrium), 115 (ununpentium), 117 (ununseptium) e 118 (ununoctium). Per la prima volta un elemento chimico, l’ununtrium, è stato scoperto in Asia.

La scoperta degli elementi numero 115, 117 e 118 è da attribuire a un team di scienziati russo-americani del Joint Institute for Nuclear Research di Dubna e del Lawrence Livermore National Laboratory della California, mentre l'elemento 113 è stato da far risalire al gruppo di studiosi del Riken Institute in Giappone: i nomi di questi supermetalli verranno decisi proprio dai team che li hanno scoperti nelle prossime settimane e l'elemento 113 sarà il primo a ricevere un identificativo dall'Asia.

Il nome definitivo potrà essere attribuito a ogni elemento dal gruppo di ricercatori che lo ha scoperto. Non ci sono particolari limitazioni per quanto riguarda la scelta del nome e del simbolo da inserire nella tavola periodica.. I ricercatori possono scegliere di usare il nome di un minerale, quello di un luogo, fare riferimento al nome di uno degli scopritori o usare più fantasia rifacendosi a personaggi mitologici.

Una curiosità. Ecco la tavola periodica degli elementi realizzata dal Jamie Gallagher arricchita delle immagini delle bandiere delle nazioni dove sono stati scoperti i singoli elementi realizzata :




Esistono poi versioni della tavola periodica degli elementi illustrate:

http://www.learnerstv.com/animation/animation.php?ani=184&cat=chemistry

Con i valori dei livelli energetici dei singoli atomi:



4 commenti:

Mauro ha detto...

Credo che alcune delle bandiere russe inserite nella tavola dovrebbero essere più correttamente sovietiche...
E siamo sicuri che solo un elemento sia scoperta italiana?

Redazione ha detto...

L'unico elemento (ebbene sì) scoperto da italiani è stato il tecnezio. Da Carlo Perrier ed Emilio Gino Segrè nel 1939 (dovremmo sostituire la bandiera con quella del Regno d'Italia?). E, tanto per fare un esempio, gran parte delle bandiere tedesche con quella prussiana?
È una convenzione. O si virano tutte le bandiere a un unica epoca (aumentando la comprensione) o si utilizzano i vessilli dell'epoca relativa. Ma temiamo che aumenti la confusione.

Rockyberto ha detto...

L'ultimo elemento scoperto, si colloca sotto la colonna dei gas nobili. Significa che è un gas?

Redazione Gravità Zero ha detto...

Prodotto dalla collisione degli atomi di californio e calcio, questo elemento, che porta il nome temporaneo di Ununoctio (trascrizione latina dei numeri che compongono il suo numero atomico: "un" (1) - "un" (1) - "octio"), è un elemento instabile, con un tempo di dimezzamento di appena 0,89 ms. Ci sono almeno due ipotesi sulla sua natura: alcuni dicono che sia con grande probabilità gassoso a 298 K (25 °C) e dimostri le stesse caratteristiche e proprietà fisico-chimiche del gruppo di elementi cui appartiene, ovvero quello dei gas nobili. Altri pensano ad uno stato solido: non presenterebbe dunque le normali caratteristiche dei gas nobili.