sabato 3 ottobre 2015

BIOUPPER: L'ACCELERATORE DELLE GIOVANI STARTUP NELLE SCIENZE DELLA VITA

“Innovatori, fatevi avanti”. È lo slogan di BioUpper, una nuovissima iniziativa a sostegno dei giovani talenti che vogliono creare una start up nelle scienze della vita. Il progetto nasce dalla partnership tra Novartis e Fondazione Cariplo, con l’obiettivo di dare linfa a un segmento della ricerca che puó divenire un volano per la crescita e l'occupazione. A supportarlo anche PoliHub, l'incubatore di start up gestito dalla Fondazione Politecnico di Milano, e l'Istituto Humanitas, gruppo ospedaliero e avanzata struttura di ricerca.



L'ambizioso progetto è stato presentato il 30 settembre 2015 presso il Ministero della Salute a Roma. Alla presentazione hanno partecipato l'Head of Region Europe di Novartis, Guido Guidi, il Presidente di Fondazione Cariplo, Giuseppe Guzzetti, e il Consigliere delegato di PoliHub, Stefano Mainetti.
BioUpper aiuterà i giovani startupper a elaborare, formalizzare e presentare progetti innovativi di prodotto e/o di processo nel campo delle scienze della vita, accompagnandoli in un percorso strutturato e premiando le iniziative meritevoli con un contributo economico.

Le aree di intervento sono quelle delle biotecnologie orientate alle scienze mediche ( come prodotti farmaceutici, medicina rigenerativa, medicina personalizzata, terapia genica, immunoterapia), degli strumenti digitali al servizio della salute e dei dispositivi medicali diagnostici e terapeutici, e dei servizi orientati al paziente e alla sanità ( come la gestione e l'erogazione del servizio socio - sanitario e i servizi di informazione e formazione del paziente).
Il sito web dell'iniziativa 

“Con questa iniziativa - ha dichiarato Guido Guidi, Head of Region Europe di Novartis Pharma - vogliamo sostenere la crescita di un settore, quello delle biotecnologie, che è tra i più dinamici e promettenti del panorama scientifico ed economico italiano, contribuendo a colmare il gap tuttora esistente tra l'eccellenza della ricerca nazionale in questo ambito e la sua traduzione in attività imprenditoriali competitive e sostenibili. Il nostro intervento, in partnership con Fondazione Cariplo, PoliHub e Humanitas, è un atto concreto in favore dello sviluppo dell'innovazione nella bioscienze, che Novartis considera un settore strategico per il futuro del nostro Paese, in linea con gli indirizzi dell'attuale governo, che per la prima volta identifica l'Italia come potenziale hub della farmaceutica europea”.

“La filantropia a sostegno della ricerca scientifica - ha dichiarato Giuseppe Guzzetti, Presidente della Fondazione Cariplo - è da tempo una realtà concreta in Italia: in questi venticinque anni la nostra Fondazione ha sostenuto più di 1.500 progetti in questo ambito, con oltre 350 milioni di euro. Non credo vi sia organizzazione filantropica che abbia fatto di più in Italia. Ora stiamo vivendo un nuovo corso sempre più orientato a collaborazioni con chi, nel pubblico e nel privato, ha a cuore la ricerca che abbia anche un fine sociale, con ripercussioni concrete sulle persone che hanno bisogno”.
Possono partecipare al progetto aspiranti imprenditori o team, composti da maggiorenni e con almeno una persona al di sotto dei 35 anni di età. Le candidature, aperte fino al 15 novembre 2015, prevedono l'invio della descrizione dell'idea innovativa, dei componenti del gruppo e loro curricula vitae, degli allegati tecnici e di un videopitch.

I progetti saranno esaminati da una giuria costituita da soggetti provenienti dal mondo delle imprese, della ricerca, della finanza e delle istituzioni, attivi nello sviluppo di nuove imprese ed esperti nelle aree di supporto all'imprenditorialità.
I venti migliori gruppi accederanno a una settimana di intensa formazione nel mese di dicembre 2015. Attraverso lezioni frontali e incontri con i principali imprenditori nazionali e internazionali operanti nel settore, avranno modo di migliorare i propri progetti e predisporre una presentazione efficace.

Al termine della settimana di formazione, la giuria selezionerà dieci progetti che accederanno al successivo programma di accelerazione, della durata di due mesi. Esso consentirà di potenziare le competenze tecniche e le attitudini imprenditoriali e di supportare concretamente i gruppi di lavoro nello sviluppo del proprio progetto.

Il primo aprile 2016 si terrà la cerimonia di premiazione dei tre migliori team. Ciascuno riceverà un voucher di 50.000 euro, utilizzabili al fine esclusivo di usufruire di ulteriori consulenze tecniche specializzate e di servizi e attività per lo sviluppo del proprio progetto d'impresa, così da favorirne l’effettivo lancio sul mercato.

Investire in giovani talenti è una priorità che viene accolta da due dei principale attori dell'economia e filantropia italiana. Novartis è un’azienda leader nel campo della salute e uno dei maggiori investitori in ricerca e sviluppo nel mondo, con 9,9 miliardi di dollari investiti nel 2014, di cui 221 milioni solo in Italia. Fondazione Cariplo fa filantropia da oltre vent'anni, dimostrando un impegno costante nell'attività di supporto alle giovani realtà imprenditoriali e al mondo delle start up.
Il progetto BioUpper ha ricevuto il patrocinio del Ministero della Salute, del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e della Conferenza dei Rettori delle Università italiane (CRUI).

Maggiori informazioni sul progetto, bando di partecipazione e dettagli organizzativi sono disponibili sul sito www.bioupper.com.


Flavia Tartaglia 


Nessun commento: