domenica 13 settembre 2015

IBM CREA UNA NUOVA COMMUNITY SU INTERNET OF THINGS PER GLI SVILUPPATORI

Grazie alla possibilità di collegare i dispositivi IoT a IBM Bluemix gli utenti potranno eseguire l’analisi dei dati avanzata, utilizzare l’apprendimento automatico e sfruttare gli ulteriori servizi di Bluemix.

Close up Two hand holding smartphone with Internet of things word and icons, Digital Marketing concept
Internet delle cose - Shutterstock 


Armonk, NY - IBM ha annunciato una nuova community IBM developerWorks Recipes, pensata per aiutare gli sviluppatori, dai principianti ai più esperti, a collegare in modo semplice e veloce i dispositivi Internet of Things (IoT) al cloud e a utilizzare i dati derivati da tali dispositivi connessi.

Gli utenti di developerWorks Recipes possono usufruire della Platform-as-a-Service di IBM, Bluemix, per implementare prototipi per incorporare l’analytics avanzata e l’apprendimento automatico nei dispositivi e nelle applicazioni IoT. Alcuni esempi:
  • Comprendere le prestazioni dei veicoli analizzando i dati provenienti dal sistema di diagnostica di bordo.
  • Collegare il monitoraggio delle condizioni delle macchine in tempo reale con l’asset management di IBM, per monitorare qualsiasi aspetto: dallo stato di salute degli elettrodomestici alle ruote di un vagone ferroviario.
  • Individuare tendenze e ottenere soluzioni a problemi comuni attraverso la rappresentazione grafica dei dati storici e in tempo reale derivati dai dispositivi IoT.

Secondo le previsioni di Gartner, Inc., nel 2015 saranno in uso 4,9 miliardi di oggetti collegati, con un aumento del 30 percento rispetto al 2014, e tale numero raggiungerà i 25 miliardi entro il 2020

Computer with words Internet of Things. Internet technology concept.
Internet of Things - Shutterstock

Grazie alla possibilità di collegare i dispositivi IoT a IBM Bluemix, annunciato da IBM nel 2014 con un investimento da 1 miliardo di dollari e che oggi conta più di 100 tool e servizi, compresi quelli open source, gli utenti potranno eseguire l’analisi dei dati avanzata, utilizzare l’apprendimento automatico e sfruttare gli ulteriori servizi di Bluemix. Ad esempio, l’archiviazione dei dati, la modellazione predittiva e l’analisi dei dati geospaziale possono aiutare gli utenti a comprendere meglio i dati presenti sui loro dispositivi e contribuire inoltre ad accelerare l’ecosistema IoT. 

“IBM è da tempo leader nell’offerta di strumenti innovativi che consentono agli sviluppatori di creare le applicazioni del futuro. Ora IBM espande questa offerta in modo tale che chiunque, dal principiante del software all’ingegnere hardware esperto, possa accedere in modo semplice e veloce a materiali in grado di fornire una guida alla creazione, alla gestione e al collegamento dei dispositivi IoT tra loro e con il cloud”, spiega Christopher O’Connor, General Manager, Offerings, Internet of Things, IBM. “Con developerWorks Recipes, IBM fornisce un facile accesso a nuove funzionalità di analytics e informazioni operative che sfruttano la vasta mole di dati derivati dagli innumerevoli dispositivi, elettrodomestici o automobili connessi”.
Gli sviluppatori e l’ecosistema IoT stanno già approfittando della nuova community IoT di IBM: 
“Per anni le aziende hanno costruito le loro applicazioni machine-to-machine e IoT essenzialmente da zero. IBM developerWorks Recipes consente alle aziende di trarre profitto dalle lezioni apprese da altri sviluppatori, al fine di semplificare il processo, un obiettivo a cui MultiTech si dedica da più di 40 anni”, spiega Daniel Quant, Vice President Product Management, MultiTech Systems. “Con l’aiuto di IBM noi e i nostri clienti possiamo collegare i dispositivi rapidamente e con funzionalità di sicurezza al cloud IBM, con l’obiettivo ultimo di trasformare i nostri processi di business e la nostra efficienza".
"Gli sviluppatori non possono essere esperti di ogni nuovo aspetto che si aggiunge all’IoT”, commenta Jone Rasmussen, General Manager di Bitreactive, startup di strumenti per gli sviluppatori IoT. "Per controllare i costi dei progetti IoT, gli sviluppatori hanno bisogno di modi semplici e ripetibili per estrarre rapidamente i dati dai dispositivi. IBM developerWorks Recipes è la piattaforma ideale per farlo. Riunisce le community degli sviluppatori embedded e cloud in un unico luogo. Qualsiasi sviluppatore IoT su cloud può ora trovare e riutilizzare facilmente i nostri template, per produrre dati intelligenti al margine della rete. Con developerWorks Recipes, IBM dimostra di sapere ciò che serve per facilitare la vita degli sviluppatori”. 

"Gli ecosistemi che ruotano intorno all’IoT sono complessi e questa complessità rende più difficile per le aziende trarne reali vantaggi di business”, commenta Tony Milbourn, Vice President Corporate Strategy, u-blox. "Per ridurre questa complessità, in particolare nell’Internet of Things that Really Matter, u-blox ha combinato i suoi solidi prodotti e soluzioni di posizionamento attraverso cellulari o reti a corto raggio alle funzionalità di analytics e gestione dei deep data contenute nella piattaforma cloud Bluemix di IBM. DeveloperWorks Recipes apporta ricette, tool e prototipi che mostrano ai clienti i vantaggi, facilitano l’implementazione e soprattutto forniscono informazioni sul modo migliore per ridurre il rischio. La combinazione di IBM e u-blox è ideale per attori globali nel mercato automobilistico, industriale e professionale". 

IBM developerWorks Recipes è attualmente aperto a chiunque voglia usufruire dei contenuti IoT esistenti, crearne di nuovi e condividerli con la community: https://developer.ibm.com/recipes 

Note:
1. Comunicato stampa Gartner, Gartner Says 4.9 Billion Connected “Things” Will Be in Use in 2015, 11 novembre 2014, http://www.gartner.com/newsroom/id/2905717

Nessun commento: