mercoledì 23 settembre 2015

ALL'EXPO DI MILANO LA PNEUMOLOGIA UNIVERSARIA DEGLI OSPEDALI RIUNITI DI FOGGIA

Il centro diretto dalla prof.ssa Maria Pia Foschino identificato come uno dei tre centri italiani di eccellenza per l'utilizzo di tecniche non invasive innovative, sarà presente in veste dei suoi rappresentanti all'Expo di Milano il 19 e 20 ottobre.

Prof.ssa Maria Pia Foschino Barbaro
Prof.ssa Maria Pia Foschino Barbaro
Nella cornice dell'esposizione universale la presentazione dei risultati delle ricerche effettuate, l'Università di Foggia presente a uno degli appuntamenti più importanti del settore. «Gratificazione scientifica molto importante, che condivido con la prof.ssa Elisiana Carpagnano e con lo staff della M.A.R. Universitaria degli Ospedali Riuniti di Foggia».

La Società italiana di medicina respiratoria (S.I.Me.R.) ha organizzato, curato e promosso il progetto Next pneu- mology, qualificatissima iniziativa scientifica finalizzata a una migliore integrazione tra specializzandi di malattie dell’appatato respiratorio, organismi istituzionali e società scientifiche respiratorie.
Il progetto Next pneumology, che rappresenta uno degli eventi più prestigiosi nell’ambito della disciplina, è rivol- to a 80 medici specializzandi provenienti da tutte le scuole di Malattie dell’apparato respiratorio del territorio nazionale.

La S.I.Me.R. ha individuato in Italia 3 centri pneumologici d'eccellenza suddivisi per specifiche competenze: que- sti tre centri saranno visitati dagli 80 medici specializzandi ai quali è stato chiesto di seguire e approfondire le seguenti tematiche: toracoscopia medica ed ecografia interventistica (presso la Struttura di Malattie dell'appa- rato respiratorio dell'Ospedale di Brescia); ventilazione meccanica non invasiva e decapneizzazione (presso la Struttura di Malattie dell'apparato respiratorio dell'Ospedale di Bologna); il ruolo nella diagnostica e nella ri- cerca dell’esame dell’esalato (presso la Struttura universitaria di malattie dell'apparato respiratorio dell'a- zienda ospedaliero universitaria Ospedali Riuniti di Foggia).

A seguire e coordinare il progetto sarà il direttore del Dipartimento di Scienze mediche e chirurgiche dell'Univer - sità di Foggia nonché Direttore della Pneumologia universitaria degli Ospedali Riuniti di Foggia prof.ssa Maria Pia Foschino Barbaro, coadiuvata dalla ricercatrice prof.ssa Giovanna Elisiana Carpagnano. Il progetto Next pneumology prevede una prima fase prioritariamente teorica e residenziale che si svolgerà a Milano il 19 e 20 ottobre presso Expo Eataly Pavillon, dove i tre centri specializzati individuati presenteranno i risultati della propria attività clinica e di ricerca nell’ambito individuato.

Ecco la scaletta degli interventi previsti. 


3,30 – 14,30

Presentazione EVENTO - Giuseppe Girbino (Messina)
Moderatore - Massimo Pistolesi (Firenze)
Lettura Introduttiva - La Formazione Medica Specialistica: Ruoli ed integrazione Istituzioni- Società scientifiche Francesco Blasi (Milano)

14,30 – 14,45
Criteri di identificazione degli argomenti di lavoro e dell’attivazione di 3 Webinar Giuseppe Girbino (Messina)

14,45 – 15,45 

Toracoscopia medica ed ecografia interventistica Presidente: Carlo Mereu (Genova)
Moderatore 1: Alberto Pesci (Milano) Moderatore 2: Emilio Marangio (Parma) Presentazione: Gianpietro Marchetti (Brescia)

15,45 – 16,45 


Ventilazione meccanica non invasiva e decapneizzazione Presidente: Giuseppe Di Maria (Catania)
Moderatore 1: Claudio Tantucci (Brescia)
Moderatore 2: Salvatore Valente (Roma)

Presentazione: Stefano Nava (Bologna)

16,45 – 17,45
Il ruolo diagnostico e nella ricerca dell’esalato Presidente: Maria Pia Foschino Barbaro (Foggia) Moderatore 1: Mario Spatafora (Palermo)
Moderatore 2: Antonio Spanevello (Varese) Presentazione: Giovanna Elisiana Carpagnano (Foggia)

«Si tratta di una gratificazione scientifica molto importante, che condivido con la prof.ssa Elisiana Carpagnano e con tutto lo staff della M.A.R. Universitaria degli Ospedali Riuniti di Foggia – ha dichiarato la prof.ssa Maria Pia Foschino –. Questa esperienza ci offre l'occasione per illustrare i risultati delle ricerche che il mostro grup- po porta avanti da anni: l’individuazione di marcatori predittivi del tumore del polmone e di altre patologie re- spiratorie croniche misurati nell’esalato cioè nell’aria espirata dei pazienti». Il percorso entrerà nella seconda fase, quindi sostanzialmente nel vivo, nel 2016, con l’attivazione di 3 webinar condotti rispettivamente dai tre centri nazionali individuati tramite collegamento simultaneo con tutte le Scuole di specializzazione. L’incontro prevede l’illustrazione delle attività svolte seguita dalla possibilità di reale interazione e di esplorare il contesto (apparecchiature comprese) del Centro.

Nessun commento: