martedì 12 agosto 2014

MORTO L'ATTORE ROBIN WILLIAMS. OBAMA: "TALENTO INCOMMENSURABILE"


Secondo le prime ipotesi dello sceriffo che si è recato in casa sua, l'attore premio Oscar, 63 anni, sarebbe deceduto per asfissia. La addetta stampa: «Combatteva con una grave depressione».

Anche il Presidente degli Stati Uniti Obama e la sua famiglia si sono uniti al cordoglio: «talento incommensurabile»
«Ci ha fatto ridere, ci ha fatto piangere, ha donato il suo incommensurabile talento a chi ne aveva più bisogno. La famiglia Obama esprime le proprie condoglianze alla famiglia di Robin». Obama ha ricordato i numerosi ruoli ricoperti dall’attore, da «dottore a genio, da tata a presidente».

È il 1977 quando il regista Garry Marshall gli offre l'opportunità di farsi conoscere dal pubblico internazionale con la  serie televisiva "Mork e Mindy", dove l'attore intepreta il personaggio di Mork, un alieno che si imprime indelebilmente nella fantasia di milioni di spettatori. Il saluto del personaggio, che compariva fra i terrestri allargando le dita è diventato quasi un tormentone.

Ma le potenzialità di Williams erano ben altre.

Dopo alcune interpretazioni che non soddisfano il gusto della critica, rieccolo in un ruolo di alto livello con "l'Attimo Fuggente"  la discussa pellicola di Peter Weir dal fortissimo impatto. 
Il suo ruolo è quello del professore tenace, rivoluzionario e fuori dagli schemi diventato un esempio neo-romantico di professore-modello sognato da milioni di studenti.
Ad ogni modo, sia la critica che i suoi detrattori rimangono definitivamente convinti della sua abilità di interpretare sia i ruoli tragici che comici.
Impossibile non ricordare la sua apparizione in "Risvegli", capolavoro del 1990 tratto dal libro del neurologo  e scrittore Oliver Sacks, a fianco di Robert De Niro, nella parte dello straordinario dottor Malcolm Sayer.

Twitter è il luogo del cordoglio, delle prime lacrime per una notizia così brutta.

Due settimane fa l'ultimo tweet: aveva scritto su Twitter per il compleanno della figlia: «Tanti auguri a Ms. Zelda Rae Williams! Hai un quarto di secolo ma per me sei sempre la mia bambina».

Infine la notizia: passano pochi minuti, giusto il tempo per capire che non si tratti della solita bufala, ed ecco che il social network si riempie di dolore.
E tra gli hashtag più utilizzati nel mondo ci sono #robinwilliams e #riprobinwilliams.


QUI I MESSAGGI LASCIATI SU TWITTER DAI "VIP" 

Lo vogliamo ricordare così: con il "G-o-o-d morning, Discovery!", la sveglia ai membri dello Space Shuttle. Siamo nel 1988: è la missione STS-26, la "return to flight", dopo la perdita dello Space Shuttle Challenger.



Si ispira invece al film "L'attimo fuggente" il nuovo spot on air in Usa per l'iPad Air Apple, a titolo 'Your Verse Anthem'. Vi viene descritto come un poema a cui ognuno può contribuire con i suoi versi e se ne mostrano gli usi più vari, mentre lo speaker declama i versi letti dal professor John Keating alias Robin Williams nel film: "Non leggiamo e scriviamo poesie perché è carino: noi leggiamo e scriviamo poesie perché siamo membri della razza umana; e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento; ma la poesia, la bellezza, il romanticismo, l'amore, sono queste le cose che ci tengono in vita".





Nessun commento: