sabato 21 giugno 2014

LA MATEMATICA COME UN ROMANZO CON IL CORRIERE DELLA SERA

È in edicola, con Corriere Della Sera, la nuova collana di saggi “La Matematica come un romanzo” dedicata all’affascinante mondo dei numeri e alle scoperte scientifiche che hanno segnalato il cammino dell’uomo.

Una collana, in 24 volumi, dedicata ai grandi pensatori e matematici, tra questi: Singh, Kaplan, Netz, Tammett, Rees, Kanigel. 


I segreti di un mondo, apparentemente inaccessibili ai non esperti, che diventano chiari e comprensibili grazie alla verve e alla capacità divulgativa dei suoi autori. Dalla teoria del caos al calcolo infinitesimale, un tuffo nella storia e negli sforzi di generazioni di scienziati e studiosi che si sono dedicati con passione ed ingegno al progresso dell’umanità.

Un viaggio coinvolgente alla scoperta dei problemi degli uomini che li hanno affrontati. Le equazioni impossibili, le simmetrie nascoste, i teoremi che nel corso dei secoli hanno intrecciato storia, scienza e filosofia, raccontate attraverso le vite eccezionali di matematici, incompresi o tormentati, isolati dal mondo o coinvolti nei grandi eventi del loro tempo. Da L’ultimo Teorema di Fermat a L’equazione dell’anima, da L’enigma dei numeri primi a Il codice perduto di Archimede. il fascino e la magia della matematica in una collana di avvincenti libri che esplorano i fondamenti e i limiti del pensiero.

La prima uscita, L’ultimo Teorema di Fermat di Simon Singh in edicola a € 7,90, un libro che ripercorre l’avventura di un genio, di un problema matematico e dell’uomo che lo ha risolto.

"Dispongo di una meravigliosa dimostrazione di questo teorema, che non può essere contenuta nel margine stretto della pagina." questo scriveva Fermat sul suo teorema che ha trovato una soluzione dopo oltre tre secoli e mezzo.

Nel secondo volume, L'equazione dell'anima di Arthur Miller in edicola 25 Giugno, Miller intreccia le biografie parallele di due geni del Novecento e indaga il loro rapporto, sullo sfondo di una Mitteleuropa in fermento, pronta alla sua ultima fioritura. L’incontro tra Wolfgang Pauli e Carl Jung si trasformò in un linguaggio comune per la fisica e la psicologia e a trovare una connessione tra ragione e misticismo, materia e spirito.

Questi testi, caratterizzati da un taglio editoriale innovativo, consentono al lettore di accrescere il proprio sapere sugli argomenti e sui personaggi di cui si parla.


 IN EDICOLA E SU CORRIERE STORE

2 commenti:

Massimo Bencivenga ha detto...

L'ultimo Teorema di Fermat l'avevo già letto, così come alcuni titoli di du Sautoy.
Su questi due autori ci metto la faccia: sono dei divulgatori eccezionali; di certo faranno avvicinare qualcuno al mondo della matematica

Anonimo ha detto...

Il problema vero di questo genere di testi dal punto di vista 'produttivo' e teorico è quanto ti lasciano veramente a lungo termine: bisognerebbe pronunciarsi dopo anni.... Sto leggendo il Miller di questa settimana ed è godibile indipendentemente dalle informazioni che offre, comunque presenti: il 'gemellaggio spirituale' Bohr/Jung pare un po' sbilanciato a favore delle prospettive junghiane, tanto che mentalmente inverto il titolo: 'L'anima dell'equazione'. Però si ritrovano nel loro nido molti dei 'veri' fisici del Novecento, come in una conventicola nota....
Silvia Goi