martedì 4 giugno 2013

QUANTO SPENDE IL MONDO PER LA RICERCA SCIENTIFICA?

Quanto abbiamo speso in ricerca e sviluppo nel mondo, e come varia l'investimento da stato a stato nei paesi del G20?
Se lo sono chiesti Andrew Steele co-autore di questo interessante articolo su The Conversation e Tom Fuller, redattore e grafico con sede a Oxford. Entrambi fondatori di Scienceogram UK.



Nella tabella, l'asse verticale rappresenta il PIL (Prodotto Interno Lordo) dei paesi, una misura della produzione economica totale nazionale.

L'asse orizzontale rappresenta la percentuale di  PIL investito in ricerca e sviluppo (R & S). 
Ciò significa che l'area di ciascun blocco è proporzionale alla spesa generale sulla ricerca.  
Il grafico è suddiviso in spesa da parte dei governi, delle imprese private e da altre fonti. 

Le medie di questi paesi sono 0,65% del PIL speso dai governi, 1,26% del PIL investito dal settore privato, e di un ulteriore 0,13% del PIL provenienti da altre fonti.

Da questi dati emerge che: 

- la percentuale di PIL investito in ricerca e sviluppo varia ampiamente in tutto il mondo. La Corea del Sud è quella che investe di più con il 3,7% del PIL. (E il suo investimento è in rapido aumento, dal 2,8% del 2005.) 

- La spesa è molto più bassa nei paesi meno ricchi paesi membri del G20.  

- Nella maggior parte dei paesi, il settore privato rende il più grande contributo per l'ecosistema di ricerca. Le eccezioni a questa regola sono Brasile, Russia, India, Argentina e Indonesia.
    
- Gli Stati Uniti rimangono un colosso mondiale indiscusso per investimento inricerca, sia nel settore pubblico che privato. 

Dividendo la spesa in ricerca pubblica e privata si possono notare alcune particolarità: esiste un rapporto simbiotico tra gli investimenti statali e gli investimenti delle imprese in Ricerca e Sviluppo.  
Si va dai prestiti diretti finanziati dal governo a sovvenzioni per una varietà di progetti privati, all'istruzione e la formazione finanziata con fondi pubblici, che è alla base di forza lavoro qualificata.  

I grafici mostrano variazioni considerevoli da nazione a nazione e se questi numeri riescono a dare una idea del quadro solo generale, mostrano tuttavia livelli ampiamente divergenti di investimenti nella scienza internazionale.

Tutti i dati utilizzati per questo grafico sono disponibili in questo foglio di calcolo di Google

Le Nazioni Unite pubblicano una serie di statistiche sulla ricerca scientifica e lo sviluppo sul sito dell'Online Data Center dell'UNESCO


Gli autori hanno usato i valori più recenti di "GERD per fonte di finanziamento" (GERD = Spesa lorda per ricerca e sviluppo) per quanto riguarda governo e impresa, e aggregato le altre categorie (non-profit, l'istruzione superiore privati, all'estero e "non specificata" ).

Questa ripartizione per fonte di finanziamento non è disponibile per l'Arabia Saudita, il che spiega perché la sua barra è completamente grigia.  Inoltre, mentre l'Unione europea è membro blocco del G20, il suo valore non è incluso in questo grafico. Sono stati utilizzati i dati più recenti per tutti i dati, ma questi non sono perfettamente aggiornati.  I dati per la maggior parte delle  nazioni sono stati estrapolati nelperiodo 2008-2010. 

Nessun commento: