giovedì 17 gennaio 2013

LE TRACCE DI CURIOSITY SULLA SUPERFICIE MARZIANA

Ecco le straordinarie immagini  del rover Curiosity (ne avevamo parlato qui) riprese dalla fotocamera HiRISE dal Mars Reconnaissance Orbiter il 2 gennaio 2013. Qui il suo canale Twitter.

Vi potrebbe interessare anche l'articolo: "Alcune curiosità su Curiosity".

Credit: NASA / JPL / University of Arizona.

Ingrandite l'immagine cliccandoci sopra  e vedrete le tracce del  rover Curiosity che ha girovagato  all'interno del Gale Crater, da "Landing Bradbury" alla sua posizione attuale in "Yellowknife Bay."

Questa immagine mostra tutta la distanza percorsa dal luogo di atterraggio (macchia scura a sinistra) alla sua posizione a partire dal 2 gennaio 2013 (il rover è il puntino più chiaro a destra della traccia).

E' possibile confrontare questa immagine con la seguente, ripresa l'8 settembre 2012 per accertarsi della lunga strada compiuta dal rover nel Gale Crater.

Le tracce del rover Curiosity viste dallo Spazio da HiRISE l'8 Settembre 2012. Credit: NASA/JPL/University of Arizona.

E qui la mappa che la Nasa ha rilasciato due giorni fa con la traiettoria del rover:


Gli scienziati della missione hanno spiegato in una conferenza del 15 gennaio 2013 che tra il Sol (giorno marziano)  120 e 121 della missione - il che equivale a dic 7 e 8 dicembre 2012 - Curiosity ha attraversato un confine di terreno di rocce  che corrispondono ad elevati valori di inerzia termica osservati da NASA Mars Odyssey orbiter. La linea verde tratteggiata segna il confine tra i tipi di terreno.
Sol 124 (11 dicembre 2012) ha segnato l'arrivo in una zona denominata "Yellowknife Bay", dove sono stati scoperti solfati pieni di vene e concrezioni, con  sedimenti che forniscono la prova che l'acqua ha interagito con la superficie.
Il terreno in cui si trova ora è infattti situato a 500 metri da dove è atterrato e ha una composizione geologia differente al punto che si pensa che si tratti del letto di un fiume in secca che permetterà agli scienziati di analizzare nuovi materiali.
 
Ed ecco le previsioni del tempo fornite da Mars REMS per Sol 158 (15 gennaio 2013):

 


Curiosity si prepara a perforare una roccia del Pianeta Rosso per la prima volta da quando è atterrato su Marte, cinque mesi fa.

Lo ha comunicato il direttore del progetto della Nasa, Richard Cook, che ha spiegato che il robot provera' a perforare col suo trapano le venature di una roccia striata che gli scienziati hanno soprannominato "John Klein", in memoria del vicedirettore del progetto morto nel 2011.

Il robot arriverà nel punto stabilito della perforazione nei prossimi giorni e si spera che inizi le operazioni di carotaggio entro due settimane.


Il video seguente mostra le tracce lasciate da Curiosity sulla superficie del cratere e registrate da HiRISE



Nessun commento: