lunedì 18 ottobre 2010

15 ANNI, VINCITORE DEL GIOCO "INDOVINA CHI E'", VUOLE PIU' ATTENZIONE E MENO TAGLI ALLA RICERCA SCIENTIFICA


Si chiama Gabriele, ha 15 anni, vive a Busto Arsizio, e ha tanta passione per la Scienza il più giovane dei nostri vincitori "online", che ha risposto correttamente alla domanda "indovina chi è". Qui e qui i particolari.

E tra i suoi desideri: maggiore serietà nelle trasmissioni TV e più attenzione e meno tagli alla ricerca! Non si può dire che non abbia le idee chiare!

Vince in premio il libro "Alla scoperta dei premi Nobel - Rita Levi-Montalcini" che gli verrà inviato dalla Associazione Levi-Montalcini e vince anche l'iscrizione annuale come amico della associazione.

Inoltre ha partecipato e vinto anche il premio "Accendiamo il Cervello" che gli sarà consegnato da "Scienza in TV" - scienzaintv.ning.com, un gruppo che cerca di segnalare gli errori e le bufale televisive in fatto di scienza.

Vince il libro "L'Universo in un guscio di noce" di Stephen Hawking.

Complimenti Gabriele!

Noi di Gravità Zero lo abbiamo intervistato e gli abbiamo fatto alcune domande:




Gabriele: come è nata la tua passione per la Scienza?

Ho iniziato ad interessarmi alla scienza quando ho voluto imparare a fare un sito, e, siccome l'argomento che meno sapevo era l'Astronomia, ho incominciato a interessarmi prima dai libri scolastici, e poi da internet. Tutto questo nel febbraio dell'anno scorso da solo.

Quali libri hai letto?
Non ho mai letto libri di scienza, solo uno che ho preso oggi, di Hawking, chiamato "Dal big bang ai buchi neri". Leggo profondamente i libri delle materie scientifiche del programma scolastico (scienze naturali).

Quali sono le materie scientifiche che più ti piacciono?
Mi piace l'Astronomia, la Matematica e la Fisica in quanto credo siano materie intrinseche tra loro e non sono materie "morte" nel senso che ogni giorno viene scoperto qualcosa di nuovo in ognuno di questi ambiti.

Quali studi ti piacerebbe intraprendere in futuro?
Dopo la scuola dell'obbligo avrei intenzione di intraprendere una carriera politica: la situazione attuale in Italia nell'ambito scientifico è scarsa perché lo Stato non dedica loro dei fondi.
Infatti quando si sente parlare di scienziati italiani importanti come Enrico Fermi, Sandra Savaglio, ed altri, sono Sempre delle menti fuggite all'estero.
Il mio intento è di una politica razionalista, però non è facile divulgare scienza in questo paese, basta vedere la testa dei miei coetanei.
Un'alternanza fra lavoro e università è anche un mio intento: la Facoltà di Astrofisica non mi dispiacerebbe. Voglio fare esperienza ed entrare nel mondo delle idee universitarie.
Però in Italia ultimamente si stanno facendo tagli sull'istruzione, quindi, che futuro mi posso aspettare dall'Università? Per questo ho anche pensato di poterla andare a fare in Inghilterra (e perchè no a Cambridge dove ha sede il Professor Hawking).

Quali trasmissioni segui?
Non ascolto molto la radio, però guardo un po' di televisione, sopratutto annozero, ogni tanto cosmo, mistero per sghignazzare sul nuovo conduttore (Che Raz di conduttore!), raramente superquark e anche ulisse.
Di solito le trasmissioni scientifiche preferisco guardarle su internet.

Cosa pensi di come la Scienza viene trattata in TV?
La scienza in TV (purtroppo) è una mosca bianca, ormai la televisione è basata sull'audience di donne nude, bufale e grandi menzogne politiche.



Grazie Gabriele sei stato chiarissimo: è importante per noi notare come un ragazzo di 15 anni vede il comportamento di chi fa informazione in TV e di quello che vorrebbe per il proprio futuro.
Complimenti ancora per la tua preparazione e un in bocca al lupo per i tuoi studi e, scrivici ogni tanto per darci qualche tuo consiglio.

La redazione di Gravità Zero.





2 commenti:

lorenzo ha detto...

Grande! Questo ragazzo è proprio fuori dal coro :)

Buona fortuna per la tua crescita professionale.

Annarita ha detto...

Complimenti a Gabriele per la sua chiarezza di idee e per gli obiettivi sul suo futuro. Molti adulti dovrebbero prestargli ascolto...

In base alla mia esperienza di docente, posso asserire che ci sono molti giovani in gamba, desiderosi di percorrere le impervie via della conoscenza per costruire un futuro migliore.

In bocca a lupo a Gabriele e a tutti i giovani di buona volontà.

annarita