mercoledì 11 dicembre 2019

Tutti pazzi per gli acquisti su internet: il ruolo dei social

ecommerce

Ormai tutti quanti hanno imparato a destreggiarsi nel mare magnum dei social network, che sempre più spesso aprono le porte agli ‘store’ virtuali di qualsiasi tipologia merceologica. Al punto che il gesto ormai internazionale di scorrere la personale ‘home’ di una piattaforma diventa un modo - sempre più diffuso - per compiere acquisti in maniera pratica e veloce. Compaiono offerte calibrate a seconda di quelle che sono le diverse attitudini e preferenze di una persona, in modo da rendere l’esperienza più soddisfacente. E’ possibile affermare che lo sviluppo ecommerce passa sempre più spesso attraverso le popolari piattaforme dei social network, sulle quali qualsiasi utente è in grado di sbarcare e navigare. Questo sistema nuovo e intuitivo si affianca a una ricerca, comunque virtuale, di tipo più ‘tradizionale’: quando si va a caccia di un oggetto si seleziona cioè dal portale di riferimento la categoria, magari ‘spuntando’ un filtro per affinare la ricerca, per poi scorrere lo schermo fino a incrociare il prodotto perfetto che saprà conquistarci da un punto di vista estetico e di prezzo. Una pratica già di per sé veloce, ma comunque più lenta rispetto a quella connessa ai social network, sui quali l’esperienza d’acquisto diventa in un certo senso complementare alla navigazione: compaiono dei ‘bottoni’ che consentono di finalizzare l’operazione d’acquisto restando sulla medesima pagina. Quello delle festività natalizie è sempre un banco di prova importante, trainato anche da tutta una serie di appuntamenti intermedi e preliminari del calibro di ‘black friday’ e ‘cyber monday’ ma non solo: un vero e proprio periodo deputato allo shopping. 

L’esperienza di acquisto si integra nella navigazione online
La statistica parla chiaro: tre persone su quattro che fanno acquisti su internet sono stimolate proprio dai social network, sempre più integrati con l’ecommerce. Nel nome dell’inclusione e di un’esperienza che si configura come un trend globale di successo. Basta pensare a quello che accade con la popolare piattaforma Instagram, che si presta al meglio a trasformare le sue pagine in vere e proprie vetrine: l’icona di una borsetta corrisponde a un bottone che reindirizza a un determinato prodotto su un certo sito di acquisti online per completare la procedura. Ma anche Pinterest guarda con interessa a queste possibilità, accogliendo un catalogo dedicato ai prodotti dei venditori così come è grandissimo anche il potenziale del colosso Facebook sempre in tema di funzionalità integrate di ecommerce. 

Le regole di un trend in continua ascesa

Ci sono delle regole alle quali occorre comunque attenersi, per prendere parte in modo corretto a questa nuova tendenza commerciale su simili piattaforme social. Anche per evitare di incorrere in spiacevoli conseguenze, che per loro essenza sono connaturate al pianeta virtuale. Innanzitutto occorre tenere presenti le recensioni e le condivisioni che configurano pareri e consigli ad alto tasso di veridicità. Il confronto delle diverse offerte sul web è divenuto sempre più agevole e intuitivo rispetto alla stessa operazione applicata ai negozi fisici. Mentre per quanto riguarda i brand sarà utile pianificare delle strategie advertising studiando con precisione il target da intercettare, magari puntando sull’intervento degli influencer che fanno della fiducia un marchio di fabbrica e di autenticità. Anche le immagini hanno un ruolo cruciale e devono rispettare criteri di alta qualità e definizione.

Nessun commento: