martedì 6 novembre 2018

IL MERCATO IMMOBILIARE IN ITALIA È IN RECUPERO, E NON ACCENNA A SMETTERE

A differenza di quanto si potrebbe credere, il mercato immobiliare in Italia è in ottima salute. A certificarlo sono i dati di una ricerca europea, che illustra come in Italia, dal 2001, il mercato della compravendita e degli affitti di immobili ha fatto registrare un aumento del 50%: un dato di tutto rispetto, se si tiene conto dei periodi di forte flessione economica generale, dal 2008 in poi, a causa delle crisi che ha colpito tutte le economie occidentali.


Un trend positivo che si fa sentire in tutto il continente europeo. Nel 2017, il settore immobiliare del vecchio continente ha raggiunto i 118 miliardi di euro, con una crescita del 4% rispetto all'anno precedente. Per il 2018, le previsioni prospettano un aumento ulteriore, e il raggiungimento di quota 126 miliardi.

La ripresa, nel nostro paese come all'estero, è dovuta non solo a una maggior fiducia generale nel mercato e a un miglioramento delle condizioni economiche degli acquirenti, ma anche (e soprattutto) a un ribasso medio dei prezzi per affitti e acquisti di immobili. In molte città italiane, soprattutto nei centri medio-grandi, il costo di un immobile al metro quadro durante la crisi degli anni passati ha subito diminuzioni importanti, in alcuni casi anche del 30%. Situazione che ha convinto molti a tornare a investire nel mattone, settore considerato sicuro e dal valore costante nel tempo, oltre che fruttifero in termini di rendita dell'investimento. 

E' inutile dire che buona parte del giro d'affari del settore gravita intorno al mondo degli affitti. Se da un lato il vero boom è quello degli affitti brevi (ossia per periodi limitati a pochi giorni o a poche settimane, soprattutto per motivi turistici, di studio o di lavoro), il trend delle locazioni nel nostro paese continua a dare segno positivo. 

Con l'incremento degli investimenti e la nascita di nuove start up o piccole aziende, si sono moltiplicati gli affitti di locali commerciali. Sempre più professionisti e imprenditori decidono infatti di prendere in affitto spazi commerciali nelle grandi città. Un dato che non stupisce: la locazione di un immobile rappresenta un investimento meno rischioso, che può avere un valore positivo per la crescita di una nuova realtà commerciale. 

Una risorsa importantissima per chi è alla ricerca di affitti commerciali è internet. Sul web è infatti possibile trovare moltissimi annunci di tutti i tipi, e adatti a tutte le esigenze. I lati positivi? Innanzitutto il risparmio di tempo: invece di dover cercare in bacheche o in agenzie immobiliari, basta avere un computer o uno smartphone per poter accedere ad annunci per qualunque città si voglia. Inoltre, grazie alle foto è possibile visionare il locale e decidere se può fare al caso nostro, in modo da sfoltire le possibilità e arrivare a una decisione in maniera più semplice e veloce. Si tratta di una tendenza ormai consolidata: online negli ultimi anni si sono moltiplicati i portali, come ad esempio Matchoffice, che raccolgono migliaia di annunci di affitti commerciali in tutte le città europee e italiane.

Insomma, gli ultimi dati fotografano una situazione estremamente positiva per il mercato immobiliare del nostro paese. Nei prossimi ci si aspetta una crescita ulteriore. Segno che la ripresa dalla crisi passa anche (e soprattutto) dagli investimenti immobiliari.

Nessun commento: