sabato 14 luglio 2018

Cosa è bene sapere prima di scegliere una villa in affitto



Per chi è alla ricerca di una villa in affitto, trovare l'abitazione dei propri sogni è più difficile che ottenere un terno al Lotto: ecco perché, nel caso in cui si riesca a individuare un affare che appare conveniente, il rischio di lasciarsi travolgere dall'entusiasmo e di voler affrettare i tempi è abbastanza elevato. Si tratta, però, di un errore che è bene non commettere, poiché può essere foriero di conseguenze pericolose. Gli esperti, per esempio, raccomandano di non pagare mai in anticipo: il canone di locazione e tutte le altre spese possono essere saldati unicamente dopo che tutti i dettagli sono stati concordati con il proprietario e dopo che il contratto è stato sottoscritto in tutte le sue parti.


Nel caso in cui venga richiesto il rilascio di una caparra, è necessario accertarsi che nel contratto sia indicata l'entità dell'importo che è stato versato, insieme con la motivazione per la quale il versamento è stato effettuato e le conseguenze a cui si potrebbe andare incontro nell'eventualità in cui in un momento successivo si dovesse decidere di rinunciare all'affitto. Insomma, una scelta consapevole e informata è indispensabile per avere la certezza di prendere una decisione appropriata: e questo è anche il motivo per il quale vale la pena di prendere in esame più ville in affitto, evitando di visitare una casa sola, magari perché si resta subito colpiti da quella.
Avere l'opportunità di scegliere tra più opzioni è importante perché consente di identificare con precisione le proprie necessità e le proprie preferenze. A tal proposito, si può anche pensare di affidarsi a un'agenzia immobiliare, in modo tale da fare riferimento alla competenza e alla professionalità di un esperto del settore: così, non si corrono rischi di alcun genere al momento della stipula del contratto e non si mette in pericolo la bontà di un affare, magari per una firma mancante o per un documento compilato in modo non adeguato.

Mai fidarsi del proprietario


Nella ricerca di ville in affitto, un po' di diffidenza non guasta mai: il che vuol dire, per esempio, mai fidarsi del tutto delle informazioni che vengono fornite dai proprietari, che ovviamente sono interessati a catturare l'attenzione degli aspiranti inquilini. A questo scopo, nulla vieta di rivolgersi ai vecchi inquilini, per esempio per informarsi sulle condizioni della casa o sulla presenza di insetti o altri animaletti poco piacevoli. Un altro consiglio che vale la pena di mettere in pratica è quello che prevede di verificare se sull'abitazione gravano pignoramenti o ipoteche: per informazioni in proposito ci si può rivolgere all'Ufficio dei Registri immobiliari del Comune, che permette di scoprire le eventuali cartelle esattoriali di Equitalia pendenti.

Il vicinato


Un aspetto che troppo spesso viene sottovalutato, e che invece richiede una certa attenzione, è quello relativo al vicinato: ovviamente il proprietario garantisce che l'immobile è situato in una zona tranquilla in cui non vola una mosca, ma qualche verifica preventiva può essere utile. Vale la pena di tenere conto anche della vicinanza di locali, di bar, di scuole, di chioschi per la vendita di panini, di centri commerciali, e così via.

I costi


Un ulteriore aspetto che non ammette distrazioni è quello relativo ai costi: ci si deve sempre assicurare che il prezzo di locazione concordato non preveda delle spese accessorie supplementari che magari non erano note nel momento in cui il contratto è stato firmato. Occorre chiarire se il canone di locazione include o meno le spese per il gas, per la luce, per l'acqua e per il riscaldamento, e lo stesso dicasi per le spese di condominio. Si tratta di informazioni che è utile sapere in anticipo, anche per un rapporto sereno e onesto tra l'inquilino e il proprietario della villa.

Nessun commento: