venerdì 25 maggio 2018

A TORINO IL PRIMO "SPACE CENTER" D'ITALIA - MUSEO NAZIONALE DELL'AEROSPAZIO

Nascerà a Torino il primo museo nazionale dell'aerospazio su suolo italiano.


Foto per gentile concessione dello Space Center di Houston

Progettato da Altec (Aerospace logistics technology engineering company), società partecipata da Asi (Agenzia spaziale italiana) e Thales Alenia Space Italia che si occupa di fornire servizi di ingegneria, logistica e supporto alla stazione spaziale internazionale, il "Torino Space Center" sarà allestito probabilmente tra corso Marche e corso Francia dove già si trovano le sedi Altec e Leonardo Thales.

Della realizzazione del progetto si occuperanno gli architetti di Camerana & Partners che ideeranno il concept e Guido Guerzoni, docente di management museale alla Bocconi di Milano, che dovrà studiare un piano gestionale che garantisca l'autosufficienza della struttura. L'idea di Benedetto Camerana è quella di un museo non convenzionale, ricco di percorsi interattivi e proiezioni. Secondo quanto dichiarato dal presidente di Altec Fabio Massimo Grimaldi, il "Torino Space Center" sarà un luogo dove i giovani potranno "sporcarsi le mani", cimentandosi in laboratori pratici e dialoghi sull'aerospazio.

Per quanto riguarda la gestione dei costi e le tempistiche, Altec ha intenzione di completare la realizzazione del museo entro tre o quattro anni. Il progetto, che potrebbe avere in futuro lo stesso impatto che il Museo dell'auto di Torino ha avuto negli anni Trenta, si ispirerà al National air and space museum dello Smithsonian Institution di Washington, struttura museale da 7 milioni di visitatori. L'investimento economico, ancora non chiaramente stabilito, potrà consistere in qualche decina di milioni di euro e non prevederà finanziamenti pubblici. La spesa coinvolgerà invece una newco o una fondazione, con il solo patrocinio di Regione e Comune.

Nessun commento: