mercoledì 4 febbraio 2009

OBSERVA PRESENTA L'ANNUARIO SCIENZA E SOCIETÀ 2009

Quali sono i paesi con i ricercatori più giovani? E i più bravi a ottenere finanziamenti europei per la ricerca? In quali regioni italiane si fa più ricerca e innovazione? Quali problemi ambientali preoccupano di più gli italiani? Quanti sono i lettori di libri scientifici in Italia?

Le risposte a queste e altre importanti domande le avremo a Torino, presso il Circolo dei Lettori, alla presentazione dell'Annuario Scienza e Società 2009, edizioni il Mulino, a cura di Observa – Science in Society e Compagnia di San Paolo.

Un'occasione in più per affrontare il tema generale (divenuto sempre più importante) del rapporto fra scienza e società confrontando i dati più significativi contenuti nella pubblicazione, e contribuire così a promuovere un dibattito aperto e consapevole tra ricercatori, cittadini e policy makers sul ruolo che la scienza possiede nella società.

Insieme verrà presentato anche il secondo rapporto su Scienza, Tecnologia e Opinione pubblica in Italia.

Il volume, da quest’anno edito per la società editrice il Mulino, sarà in tutte le librerie a partire dal 12 febbraio.


Mercoledì 18 febbraio 2009, ore 18.00
Circolo dei Lettori
- www.circololettori.it
Palazzo Graneri della Roccia, Via Bogino 9, Torino

Introduzione:
Valeria Arzenton e Massimiano Bucchi (Observa - Science in Society)

Interverranno:
Amalia Bosia (Università di Torino; Consiglio Direttivo della Human Genetics Foundation - Torino)
Flavio Brugnoli (Responsabile Area Istruzione - Ricerca - Sanità, Compagnia di San Paolo)
Aldo Fasolo (Università di Torino; vicedirettore L’Indice)

Modera:
Gabriele Beccaria (direttore TuttoScienze e Tecnologia - La Stampa)

Conclusioni:
Andrea Bairati (Assessore Università e Ricerca, Regione Piemonte)


E' possibile consultare tutte le pubblicazioni (compresa l'edizione precedente dell'annuario) e curate da Observa, science in society sulla pagina delle pubblicazioni.


IL CIRCOLO DEI LETTORI SU GOOGLE MAP



Visualizzazione ingrandita della mappa

Nessun commento: