giovedì 17 luglio 2008

FESTIVAL DELLA MENTE

Il Festival della Mente si ripete, anche quest'anno, dopo il successo delle 31mila presenze contate l'anno scorso. Non male come successo per un paesino come Sarzana, che conta 21 mila abitanti, o poco più.

La presentazione ieri alla Triennale di Milano dell'evento è stata eloquente: sembra che, da sempre, tiri più la scienza... che un carro di buoi!

Considerando che il tutto è anche, giustamente, a pagamento, abbiamo la dimostrazione di come eventi di qualità siano ben apprezzati dal pubblico. Del resto questo conferma il successo di appuntamenti ormai fissi di successo, sempre tutti con posti esauriti, come il Festival della Scienza di Genova o quello della matematica a Roma: la gente apprezza e premia gli organizzatori.

Se desiderate ascoltare gli interventi degli anni scorsi, fate un clic qui. E qui i video.

Il programma della quinta edizione prevede oltre 60 appuntamenti di cui 22 laboratori per bambini e ragazzi.

Ideato e diretto da Giulia Cogoli, il festival è giunto alla sua quinta edizione, e richiama volti e penne note tra scrittori, artisti, musicisti, architetti, antropologi, storici, registi, attori, oltre a scienziati e filosofi italiani e stranieri.


Ecco i protagonisti della quinta edizione:


gli storici dell’arte Giovanni Agosti e Francesco Poli; il regista Roberto Andò; il fotografo Ferdinando Scianna; gli antropologi Marc Augé, Marco Aime e Franco La Cecla; le psicoanaliste Simona Argentieri e Silvia Vegetti Finzi; il magistrato Giuseppe Ayala; il giornalista inglese Misha Glenny; il neuroscienziato Bruno G. Bara; la divulgatrice scientifica Sylvie Coyaud; lo chef Carlo Cracco; il poeta Maurizio Cucchi; il biblista Paolo De Benedetti; gli storici Carlo Ginzburg e Alessandro Barbero; l’enigmista Stefano Bartezzaghi; il giornalista enogastronomico Allan Bay; i filosofi Remo Bodei, Armando Massarenti, Vito Mancuso, Laura Boella, Salvatore Natoli; lo scienziato Edoardo Boncinelli, la grecista Eva Cantarella; il critico e giornalista culturale Antonio Gnoli; lo scrittore e giornalista Carlo Grande; gli architetti Emiliano Armani e Andrew Todd; l’etologo Danilo Mainardi; il logico Matteo Motterlini; lo scrittore Giulio Mozzi; il matematico Piergiorgio Odifreddi; l’attore, regista e scrittore Moni Ovadia; lo storico del design Vanni Pasca Raymondi; lo scrittore e storico della letteratura Walter Siti; il violoncellista e compositore Giovanni Sollima; il pianista e compositore Cesare Picco; il giardiniere e scrittore Umberto Pasti; l’editor e traduttore Davide Tortorella; lo scrittore Vittorio Sermonti; l’attore e regista Toni Servillo.

E ancora per i più piccoli: Fabia Bellese con Editoriale Scienza; lo stilista Stephan Janson; Chiara Mainetti con Fondazione Mondadori; Matefitness; Cittàdellarte Fondazione Pistoletto con Associazionedidee; l’illustratore Alessandro Sanna; l’artista Marta Dell’Angelo con la studiosa di neuroestetica Ludovica Lumer.


Nessun commento: