mercoledì 20 gennaio 2016

STARTUP: CISCO INVESTIRÀ 100 MILIONI IN ITALIA

Il Ceo della multinazionale americana Cisco, Chuck Robbins, ha incontrato ieri a Palazzo Chigi il premier Matteo Renzi per annunciare nuovi investimenti in Italia: con un impegno di 100 milioni di dollari nei prossimi tre anni Cisco stringe un patto con il governo per la digitalizzazione del Paese.


L'incontro tra Chuck Robbins, CEO CISCO e Matteo Renzi

Chuck Robbins è stato intervistato da Il Sole 24 Ore e, tra le altre cose, ha detto: “Possiamo distinguere tre categorie di intervento. Attraverso Invitalia Ventures apporteremo capitali di rischio per far crescere l’ecosistema delle startup, come già stiamo facendo per Regno Unito e Francia. Per lo sviluppo delle competenze digitali, sulla base di un accordo con il ministero dell’ Istruzione, aumenteremo sia il numero degli studenti del programma Cisco Network Academy sia la platea delle scuole. Contemporaneamente porteremo avanti iniziative legate alla Ricerca e sviluppo, che in Italia ci vede già impegnati nei laboratori Photonics di Vimercate”.

A proposito di startup.” Le nuove generazioni stanno trasmettendo nuova energia e stanno nascendo community vivaci, come le 5mila startup avviate nel vostro Paese. Eppure manca ancora qualcosa: in Italia il capitale di rischio viaggia intorno ai 150 milioni contro i miliardi di altri grandi Paesi ed è carente il «go to market», come far sì che la tecnologia venga effettivamente portata sul mercato. Noi possiamo entrare in gioco sia contribuendo con capitali, e Invitalia è solo il primo passo, sia mettendo a disposizione delle idee innovative una rete di centinaia di migliaia di partner che abbiamo nei settori del manifatturiero e dell’ agroalimentare”.



“L’Italia, sempre più aperta e attrattiva per gli investimenti internazionali. Con grandi aziende globali che non fanno più mordi e fuggi come in passato, ma hanno deciso di puntare sul nostro Paese, di scommettere sul suo futuro. Come Cisco, i cui vertici ho incontrato questa mattina a Palazzo Chigi, in occasione dell’annuncio di una serie di investimenti strategici qui da noi che valgono 100 milioni di euro per i prossimi tre anni.
E’ il primo dei due giganti cui avevo accennato nella mia Enews che guardano all’Italia come a un paese solido, che ha futuro e che, finalmente, favorisce chi vuole creare opportunità destinate a restare, a creare impresa, lavoro, innovazione”. Lo scrive il premier Matteo Renzi su Facebook.

“E’ importante che questo avvenga sul fronte della digitalizzazione, della formazione, della creazione di start-up innovative, della ricerca. Ma anche della trasformazione digitale di settori di eccellenza della nostra economia come il manifatturiero e l’agroalimentare, entrambi simbolo del del Made in Italy e della nostra qualità nel mondo.

"Ammiro molto il Primo Ministro Renzi per la passione con cui persegue l’obiettivo di sfruttare la tecnologia per trasformare profondamente l’Italia, e per noi è un onore poter collaborare" ha detto il Ceo di Cisco. Chuck Robbins che non ha usato mezzi termini per raccontare l'orizzonte italiano che la società californiana ha osservato: "Incrementando i suoi investimenti, Cisco svilupperà un ecosistema di talenti, imprenditorialità e innovazione che accelererà il percorso digitale del Paese e lo aiuterà a cogliere l’opportunità senza precedenti che ha di fronte".


Nessun commento: