mercoledì 18 settembre 2013

UOMINI E DINOSAURI SONO MAI COESISTITI?

"Wilmaaaaaaa, ho comprato bistecche di dinosauroooooooo!!!" 
 
Il T. rex "Sue" al Field Museum
Così gridava Fred Flintstones a sua moglie Wilma tornando a casa, in un cartone animato intitolato "I Flintstones". 

Erano gli anni '60 ed in America comparve questa serie di cartoni animati, arrivati nella TV italiana con il nome di "Gli antenati". 

Ambientata all'etá della pietra, aveva come protagonisti due famiglie di cavernicoli, amiche tra loro, che facevano largo utilizzo di tecnologie simili alle nostre, basate sul lavoro di svariati animali preistorici, come mammuth, pterodattili, brontosauri, tigri dai denti a sciabola e altri. Fred Flintstones e sua moglie Wilma, principali protagonisti della fortunata serie con la loro amata figlia Ciottolina, vivevano in una grotta con Dino, il loro cucciolo da compagnia, grande divoratore di bistecche di dinosauro. Usavano un mammuth per farsi la doccia o come tritarifiuti. Volavano sopra aerei di pterodattili. Usavano i brontosauri come ascensori o come sostituti di gru meccaniche.

Questo cartone tanto amato e di successo era frutto di una sfrenata fantasia dei famosissimi autori americani Hanna-Barbera o veramente i dinosauri sono co-esistiti nello stesso periodo dell'uomo primitivo?

Osservazioni, ricerche e studi scientifici stratigrafici e paleontologici ci riferiscono che MAI l'uomo è vissuto su questo pianeta assieme ai dinosauri. Non sono MAI stati ritrovati resti fossili umani negli strati rocciosi in cui si trovano i reperti ossei di dinosauri. Per intenderci, i dinosauri sono vissuti durante il Mesozoico da 250 a 65 milioni di anni fa. I primi ominidi invece si trovano fossili a partire da 6 milioni di anni fa all'incirca. Pertanto l'uomo ha fatto la sua comparsa sul nostro pianeta in tempi recenti dopo che i dinosauri si estinsero 65 milioni di anni fa a causa dell'impatto di una meteorite sulla Terra.

Eppure esiste un sempre più nutrito gruppo di persone che credono che questo sia accaduto. 

Mi riferisco ai creazionisti in senso stretto o generalmente agli antievoluzionisti, persone che non credono nell'evoluzione della specie e sostengono che la Terra abbia 6000 anni e/o tutte le specie compreso l'uomo siano stati creati da Dio. Non portano prove scientifiche nelle loro affermazioni, ma soltanto una interpretazione letterale del testo della Bibbia.

E guarda caso, poco tempo fa, perdendomi nello sconfinato universo della rete web, mi sono imbattuta nel Mistero di Acámbaro

In questa città situata nella regione di Guanajuato in Messico, nel 1950 sono state rinvenute 33.000 statuine in argilla raffiguranti uomini che cavalcano dinosauri, dinosauri che ingoiano uomini, quindi uomini e dinosauri assieme. 

Sebbene gli archeologi messicani comunicarono immediatamente che questi manufatti erano dei FALSI, degli articoli comparsi su giornali popolari esposero i loro dubbi nei riguardi dei dogmi scientifici. Allorché nel 1952, l'archeologo Charles Di Peso, dell'Amerind Foundation in Arizona,  studiò la collezione di statuine chiamata "collezione di Waldemar Julsrud", in onore dello scopritore. Sulla loro superficie non comparivano segni dell'età, ovvero alcuna crepa. Inoltre la stratigrafia del luogo del ritrovamento mostrava chiaramente che i manufatti erano stati collocati in una buca scavata e riempita con un mix di strati archeologici presenti nelle aree circostanti la città di Acámbaro.  

Di Peso seppe anche che nel 1944 una famiglia locale aveva venduto queste statuine allo scopritore per un peso a pezzo. Le prove storiche e scientifiche dichiaravano senza ombra di dubbio che le statuine erano false. 

La ricerca del Dott. Di Peso venne pubblicata ufficialmente su "American Antiquity", con grande soddisfazione della comunità scientifica. 

Tuttavia lo studio scientifico non riuscì a convincere i sostenitori della teoria creazionista della falsità  delle statuine, che gridavano sempre più convinti che i dinosauri fossero vissuti assieme alla specie Homo sapiens. Gridavano 50 anni fa questa eresia e la propinano ancora oggi in rete in alcuni siti web. Nonostante  siano stati fatti dibattiti scientifici in merito alla loro origine dallo stesso Museo di Acámbaro e pure delle datazioni tra il 1969 e il 1972 con la tecnica della Termoluminescenza, che risultarono poco accurate e quindi per nulla attendibili, che ovviamente sono portate a sostegno della loro  teoria dai creazionisti, l'interpretazione delle statuine risulta essere per tutti gli archeologi un falso.

Credo quindi che gli autori de "I Flintstones" siano stati  dei geniali creativi nel mescolare soggetti di epoche diverse, ma è accertato che i dinosauri popolassero il pianeta Terra molto prima di noi umani. Se poi sognando vi ritrovate sbranati da un T. rex, behsappiate che è un brutto incubo, frutto di una digestione pesante! È probabile che a cena abbiate fagocitato una grande bistecca di manzo, non di dinosauro!

Fonti
http://www.bible.ca/tracks/tracks-acambaro-dinos.htm
http://penn.museum/documents/publications/expedition/PDFs/47-3/Pezzati.pdf


Piccolo vocabolario

Stratigrafia nelle Scienze geologiche è quella disciplina che studia l'ordine, la successione, l'etá, la litologia delle formazioni rocciose ed i loro rapporti reciproci.

Paleontologia è quella scienza naturale che studia gli organismi animali e vegetali vissuti nel passato attraverso i loro resti fossili.

Creazionismo è una concezione filosofica o religiosa che attribuisce l'origine del mondo ad un libero atto creativo di Dio, negando l'evoluzione delle specie viventi. L'evoluzione delle specie è invece la teoria scientifica sulla quale si basa l'evoluzionismo secondo il quale sulla Terra gli esseri viventi si sono evoluti da poche forme primitive a molteplici specie differenti e complesse, in un processo costante che continua ancora oggi.

2 commenti:

Luigina Pugno ha detto...

Molto interessante. Avevo ben chiaro che esseri umani e dinosauri non han mai convissuto, ma mi chiedo se all'epoca esistessero almeno dei mammiferi.

Tiziana Brazzatti ha detto...

Ciao Luigina
Si, confermo nel Cretacico esistevano già dei mammiferi, che poi si sarebbero evoluti nel Terziario a diventare i primi ominidi.