venerdì 16 agosto 2013

THEDOOR: CRONACHE DI VITA UNIVERSITARIA

Una piazza virtuale animata da un gruppo di 12 studenti dei corsi di laurea triennale e specialistica in Comunicazione racconta, con cadenza mensile, la vita degli universitari a Milano.

Si tratta del blog TheDoor , un luogo di condivisione di un’esperienza che offre spazio ai temi della famiglia e del lavoro, al desiderio di viaggio e di convivenza, con un occhio particolare su modi e tempi della comunicazione. Nel blog trovano infatti posto, accanto ai contenuti redazionali, foto e video realizzati dagli studenti stessi.

TheDoor è uno strumento di auto-espressione e condivisione creato dall’Osservatorio giovani con l’obiettivo di offrire uno spiraglio di reale conoscenza della realtà giovanile.

Si articola in una sezione aperta, a cui tutti sono invitati a partecipare con commenti e spunti che arricchiscono il dibattito, e una sezione ad accesso riservato, dedicata ad approfondimenti etnografici, per comprendere i reali comportamenti dei ragazzi in relazione a specifiche aree di consumo.

The door è il secondo esperimento dell’Osservatorio sul mondo dei giovani universitari milanesi ed è realizzato nell'ambito dei corsi di Laurea CES (Comunicazione e Società) e COM (Comunicazion Pubblica e d'Impresa) della Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali.

Nato nel 2011 come estensione del corso di Linguaggi della Pubblicità, l’Osservatorio ha già prodotto T’N’T, pubblicazione ricca di testimonianze, contributi creativi e analisi sociologiche che descrive una nuova generazione studentesca.

L’Osservatorio offre una nuova fonte di conoscenza e ispirazione per lo sviluppo di strategie e creatività rivolte al pubblico giovanile, basato sul Target Generated Content, una nuova metodologia d’indagine che rende protagonisti i giovani, unendo tecniche qualitative - focus group, brainstorming creativi, (auto)-etnografia – a supporti quantitativi, come questionari online.
Al blog si può accedere anche dalla home page della nostra Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali.
Fonte: Università degli Studi di Milano


Postato da Marco Grappeggia 

Nessun commento: