mercoledì 18 marzo 2020

Quando è importante il packaging per gli e-commerce?



Le attività commerciali online non possono fare a meno di riservare la massima attenzione al packaging relativo ai propri prodotti: i sacchetti personalizzati, così come gli astucci e le scatole, sono in grado di convertire gli utenti di uno store virtuale in clienti fidelizzati e affezionati. Se è vero che la maggior parte delle aziende investe cifre molto elevate sul piano della comunicazione, è altrettanto vero che troppo spesso il post-vendita è un aspetto che viene trascurato; in altri termini, si sottovaluta il packaging, pensando che spendere dei soldi in questo ambito sia solo un vezzo. Beh, non c’è niente di più sbagliato: anche e soprattutto per gli e-commerce, la cura del packaging è un fattore che può accrescere in misura consistente il fatturato, come dimostra l’esempio dello scatolificio Duegi.

La case history dello scatolificio Duegi

Lo scatolificio Duegi offre una dimostrazione evidente in tal senso con il packaging cosmetici lusso: l’offerta aziendale permette di usufruire di soluzioni personalizzate e progettate su misura per qualunque prodotto. Duegi può vantare nel proprio settore di riferimento più di 50 anni di esperienza: la competenza maturata in questo lungo lasso di tempo è di sicuro un valore aggiunto che va a beneficio del cliente. Le scatole di Duegi vengono realizzate con i migliori materiali, che vengono selezionati dopo una ricerca accurata e una sperimentazione costante improntata all’innovazione.

A cosa servono gli imballaggi

Sono molteplici le funzioni che devono essere attribuite agli imballaggi: c’è, ovviamente, un aspetto pratico che ha a che fare con la necessità di proteggere i prodotti nel momento in cui vengono trasportati; ma non ci si può dimenticare di una funzione più prettamente informativa, correlata alle spiegazioni presenti sulle confezioni. Tali indicazioni possono riguardare numerosi aspetti: non solo le modalità di utilizzo dei prodotti, ma anche le modalità di conservazione, le istruzioni da seguire per maneggiarli, le regola da seguire per lo smaltimento e il riciclo, e così via.

La funzione comunicativa del packaging

In più il packaging riveste anche un ruolo comunicativo, in quanto palesa e mette in evidenza l’identità di un marchio. I brand devono, pertanto, essere bravi nello sfruttare le confezioni per far conoscere i propri valori e per raccontare una storia. È come se il packaging fosse l’abito di un prodotto, il modo in cui esso si presenta ai consumatori ancora prima che essi abbiano l’opportunità di utilizzarlo.

Il valore creativo del packaging

I gestori delle attività commerciali online devono tener presente che nel momento in cui si concretizza il passaggio dall’online all’offline gli utenti capiscono se è stata una decisione saggia quella di spendere soldi per l’acquisto che è stato effettuato. Ebbene, se anche il prodotto si dovesse rivelare deludente o comunque non in linea con le aspettative, ecco che un pacchetto accurato, piacevole da maneggiare e bello da vedere potrebbe comunque avere un impatto positivo e riuscire a condizionare i successivi comportamenti di acquisto di un cliente.
I prodotti brandizzati
Quando si porta a termine un acquisto, non lo si fa solo per diventare possessori e poi fruitori di un determinato bene, ma anche per acquisire un certo valore creativo: il che è vero a maggior ragione nel caso di uno store virtuale che vendere articoli brandizzati e non prodotti di terzi. Chi fa shopping online si aspetta di ricevere a domicilio merce che sia coerente con le sue attese: ma la costruzione delle aspettative dipende anche dalla confezione di un prodotto. Ogni involucro, infatti, determina la prima impressione e influisce sul primo impatto visivo con ciò che è stato comprato.

Nessun commento: