lunedì 10 dicembre 2018

DENTISTA A IVREA: IMPIANTI DENTALI IN TUTTA SICUREZZA

Capita che si debba valutare un dentista per alcuni interventi urgenti e non rimandabili, come un dente cariato estremamente doloroso, e si viene spontaneo a volte soffermarsi più sul prezzo proposto rispetto ad altri dettagli, come lauree e certificazioni. Il rischio è quello di capitare fra le mani di un dentista che esercita senza aver:  conseguito la laurea, quindi in maniera totalmente illegale. L’ultimo caso finito sui giornali è quello di un odontotecnico di 46 anni che esercitava in modo abusivo l’attività di dentista, senza alcun tipo di abilitazione alla professione.



È bene ricordare che fra odontotecnico e odontoiatra esistono delle differenze ben marcate, essendo due figure professionali differenti. L’odontotecnico è il professionista che è in grado di costruire le protesi dentarie che vengono richieste dall’odontoiatra secondo le specifiche richieste per i vari pazienti. Non si tratta quindi di un dentista meno caro, ma di un artigiano estremamente specializzato, che non deve operare a diretto contatto con i pazienti. L’odontoiatra invece è colui che si occupa di prevenzione, di effettuare diagnosi e prescrivere terapie per combattere malattie e anomalie congenite e acquisite dei denti, della bocca, delle ossa mascellari, delle articolazioni temporo-mandibolari e dei relativi tessuti, occupandosi anche della riabilitazione odontoiatrica, prescrivendo quanto necessario.

Affidarsi a studi dentistici basandosi solo sul prezzo espone ad un altro tipo di rischio, oltre a quello di avere a che fare con personale non autorizzato o non competente: un rischio per la salute. Durante l’ispezione dei carabinieri del Nas, all’interno dell’ambulatorio tenuto illegalmente dall’odontotecnico 46enne, sono state trovate ben 139 fiale di farmaci anestetici scaduti di validità fra gennaio 2016 e gennaio 2018. Il direttore sanitario di conseguenza è stato denunciato per somministrazione di farmaci guasti o imperfetti e per somministrazione di medicinali in modo pericoloso per la salute pubblica.

La scelta di affidarsi a studi dentistici solo perché il prezzo proposto è allettante e conveniente rischia, in caso di interventi complessi come in intervento di implantologia dentale, di condurre a veri e propri disastri. La clinica Nova Ars Medica di Banchette, vicino Ivrea, ci spiega come funziona l’implantologia e perché è bene diffidare da prezzi troppo allettanti. L’implantologia consiste nell’applicazione di uno o più impianti, che serviranno a sostituire uno o più denti mancanti. Si tratta quindi dell’inserimento di una vite, normalmente in materiali come il titanio, che si innestano e cementano sull’osso che regge l’arcata dentale in cui viene inserito l’impianto. Sulla vite sarà poi installato l’impianto vero e proprio, che sostituirà il dente o i denti mancanti.

L'inserimento dell'impianto viene fatto con un piccolo intervento chirurgico, in modo da creare l’alloggiamento necessario all’inserimento della vite di supporto. A seconda delle condizioni personali di ognuno, dei denti da inserire e da altri fattori valutati dal dentista, è possibile procedere al carico immediato dell’impianto sulla vite di supporto, oppure si attende un periodo di qualche mese per attendere la naturale osteointegrazione. Non si tratta di un intervento particolarmente doloroso, e viene effettuato in anestesia locale. Il decorso post operatorio può essere facilmente sopportato con l'ausilio di comuni antidolorifici, ed eventualmente con del cortisone. Dato che l’implantologia consente di intervenire soltanto ove necessario, senza intaccare denti ancora sani, ha velocemente sostituito l’uso dei ponti come tecnica principale per l’integrazione delle edentulie. Se ci si affida a dentisti che promettono interventi a basso costo, ciò che è a rischio è la salute, dato che per risparmiare vengono normalmente usati prodotti di scarsa qualità, che non garantiscono risultati ottimali e durevoli nel tempo

Nessun commento: