mercoledì 15 agosto 2018

SATISPAY ORA FUNZIONA ANCHE SU OLTRE 30.000 TERMINALI POS

Satispay è l’applicazione gratuita di una Startup tutta italiana per pagare nei negozi convenzionati fisici e online, per effettuare ricariche telefoniche e inviare denaro ai contatti della propria rubrica telefonica. Ora Satispay sarà integrato anchsugli oltre 30.000 POS delle Banche Clienti.

I fondatori di Satispay: da sinistra Dario Brignone, Alberto Dalmasso e Samuele Pinta

Noi di Gravità Zero utilizziamo la App quasi dal suo ingresso sul mercato, avvenuta a gennaio 2015. La startup fintech ora continua un percorso di crescita che le ha garantito finora un aumento i capitale  di 37 milioni di euro e una valutazione che supera i 100 milioni.

Questa volta parliamo invece di un accordo con Cse (Consorzio servizi bancari),  che permette ora di vedere integrata l’app sugli oltre 30mila Pos delle banche clienti del consorzio.

Satispay (www.satispay.com) è una startup ad alta innovazione fondata e diretta da Alberto Dalmasso, ceo, Dario Brignone, It & organization director e il direttore operativo Samuele Pinta, tutti con meno di quarantanni. La app permette di avere con sé sempre un "portamonete" nel proprio smartphone  ed è pensata  soprattutto per piccoli-medi pagamamenti quando non si vuole o non si può usare il bancomat o la carta di credito, pagando nei negozi convenzionati direttamente dal cellulare.




Per usare Satispay è sufficiente scaricare l’app sullo smartphone e registrarsi inserendo l'iban del proprio conto corrente. Una volta iscritti si imposta la somma prepagata di cui si desidera disporre e si può iniziare a spendere presso gli esercenti convenzionati (ormai 44mila in tutta Italia, in crescita di 120 unità al giorno, fra i quali Esselunga, Coop, Eataly, Pam, Yamamay, Trenord, Benetton, Motivi, Venchi, Grom, Arcaplanet e Kasanova), effettuare ricariche telefoniche, pagare i servizi della pubblica amministrazione (multe, tasse e bolli con PagoPa), scambiare denaro con i contatti della propria rubrica telefonica.

Il servizio è completamente gratuito per i privati, mente per gli esercenti la commissione è di 20 centesimi ma solo sui pagamenti superiori a 10 euro. L'ultima novità si chiama Risparmi ed è una funzionalità che consente di creare dei salvadanai personalizzati (in questo settore è attiva anche un'altra app creata da italiani, Oval) e che da questo autunno consentirà di aderire a un servizio di previdenza, di sottoscrivere una polizza assicurativa, un piano pensionistico o un fondo di risparmio gestito.

Per saperne di più potete leggere il nostro approfondimento su Finanza & Business


Nessun commento: