giovedì 16 agosto 2018

IFA 2018: COSA CAMBIA NEL MONDO DELL'ELETTRONICA DI CONSUMO?

Tutti pronti a fine Agosto per il consueto appuntamento dell’estate Berlinese per gli amanti della tecnologia, l’Internationale Funkausstellung (IFA)


I vari produttori di Smartphone, Televisori, Tablet, Notebook, Console di gioco, Cuffie, Droni e Smartwatch sono pronti a darsi appuntamento in quella che sappiamo essere una delle più interessanti fiere del mercato. Tutti sono pronti a illustrare come i nuovi dispositivi innovativi entreranno nelle nostre vite, migliorando la nostra quotidianità. Cosa sappiamo fino ad ora sull'evento? Quali appuntamenti sono un must da non perdere?

L'appuntamento sull’elettronica di consumo è organizzato tutti gli anni al Messe di Berlino che su oltre 159.000 metri quadrati di esposizione. L’appuntamento dal 31 agosto al 5 settembre, dalle 10:00 alle 18:00 permetterà a curiosi e appassionati di ogni tipo i tecnologia di immergersi nelle spiegazioni tecniche e nelle prove dei nuovi prodotti che invaderanno il mercato a partire da settembre.

I giornalisti potranno accedere almeno due giorni prima, in alcuni eventi esclusivi in cui i nuovi prodotti dei marchi più noti saranno presentati per poi essere messi in commercio. La redazione di Gravità Zero sarà presente anche quest’anno in fiera e vi aggiorneremo sulle novità più interessanti.

L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE FARÀ DA “MADRINA” DELL’EVENTO

Proprio così: il keynote che aprirà ufficialmente IFA 2018 quest’anno dal titolo “Think Wise, Be free, Living Freer with AI” sarà tenuto da Jo Seoung-Jin, CEO di LG Electronics, e Dr. I.P Park che spiegheranno al pubblico presente di giornalisti i vantaggi ottenibili con l’utilizzo dell'intelligenza artificiale nei prodotti di elettronica di consumo. Portremo così apprezzare come questa tecnologia venga utilizzata in prodotti presenti in ogni abitazione, come televisori, frigoriferi, robot smart o lavatrici e si traduca in aspetti utili e interessanti che cambieranno la vita ai consumatori. Prodotti, pensate, in grado di riconoscere, dedurre e apprendere dalla voce comunicare tra loro.

Ma quali sono le macrocategorie di prodotti che destano maggiore interesse nel consumatore? Secondo alcune anticipazioni di idealo.it, il portale che confronta prezzi e opinioni per i tuoi acquisti online, il settore trainante rimane quello dell’elettronica, che investe oltre la metà di acquisti dell’intero comparto dell’e-commerce secondo i dati finora raccolti durante il 2018. Ma i “consumatori digitali”, oltre a orientarsi nell’acquisto dei soliti Smartphone, Televisori, Tablet e Notebook sono sempre più affascinati dai modelli di dispositivi indossabili o collegati alla Smart Home, uno dei maggiori settori innovativi al momento grazie anche all’alto livello di qualità dei prodotti. Come si evince dal seguente infografica:

La lettura del grafico andrebbe letta in questo modo: prima e dopo IFA. Durante tutto il 2018 è evidente l’interesse ottenuto verso alcuni comparti ad alta innovazione, tra cui le console di gioco, cuffie per qualità audio sempre migliori e droni.

Tuttavia dopo l’evento si preannunciano già grandi attese per i nuovi modelli di smartphone, per i tablet e smartwatch.

Non ci stupisce trovare soprattutto gli smartphone in testa alla classifica: i consumatori digitali (che acquistano tramite ecommerce) sono abituati a comparare prezzi e prestazioni e questo è uno dei device che cattura la maggiore attenzione da parte degli utenti.

Un capitolo a parte lo dovremmo dedicate agli Smart-TV. Ormai i televisori utilizzano la connessione Internet per svolgere un numero di funzioni pressoché illimitato come fruire di contenuti video on-demand, rivedere i programmi mandati in onda dalle principali emittenti televisive e perfino comunicare attraverso i nostri social network preferiti.

Inoltre gli Smart-TV possono essere collegati via Wi-Fi a fonti esterne (PC o hard disk) per condividere e visionare foto, musica, mantenendo la compatibilità con tecnologie come Google Cast, Miracast e DLNA, che permettono di trasmettere contenuti audio/video in modalità wireless e di effettuare il mirroring di smartphone e tablet.

Se pensiamo che a partire dal 2022 si potrebbe passare al nuovo standard del digitale terrestre DVB-T2, questo significa che abbiamo poco meno di 5 anni per decidere di cambiare i televisori che abbiamo in casa e renderli compatibili. Una rivoluzione, insomma, che aumenterà la rottamazione dei vecchi apparecchi in vista dei nuovi e versatili modelli che saranno probabilmente già annunciati all’IFA.

Nessun commento: