lunedì 2 aprile 2018

NUOVA EDIZIONE BIOUPPER 2018: ANCHE IBM NELL’ACCELERATORE DI STARTUP DEL BIOTECH

Non è un concorso né una competizione a premi in denaro, ma un articolato strumento di sostegno ai giovani che vogliono creare (e far crescere) una startup nel settore delle Scienze della vita. Con la novità dell’ingresso del colosso Ibm in BioUpper, la piattaforma italiana di training e accelerazione per le startup del biotech promossa da Fondazione Cariplo e Novartis. Pochi giorni fa è stata lanciata la nuova edizione del programma, rivolto a chi sogna di tradurre un’idea in una vera e propria impresa che superi il collo di bottiglia della prima fase di implementazione del prodotto.



L’idea fondante dell’iniziativa, che nelle due passate edizioni ha sostenuto nella prima fase di sviluppo oltre 250 progetti, è di mettere assieme le competenze dell’intero ecosistema – università, non profit, industria, istituzioni e investitori – per facilitare e rendere efficace il processo di ingresso nel mercato. Tramutare cioè le idee in economia reale.

Il 70% dei progetti finalisti delle prime due edizioni di BioUpper hanno raccolto finanziamenti per un totale di 2,2 milioni di euro, provenienti da grant, investitori privati e venture capitalist. Il 55 per cento dei team si è costituito in impresa, mentre il 45% sta continuando la fase di sviluppo del prodotto. Il 65 per cento dei partecipanti ha stretto partnership commerciali e di co-sviluppo.

Tra le novità di questa terza edizione – che raccoglierà le candidature di idee fino al 5 giugno 2018 – c’è l’ampliamento del programma ad aziende che già operano sul mercato: il Call for Scale, che rappresenta un’opportunità di crescita per le aziende in una fase di sviluppo più avanzata (chiusura delle candidature 29 maggio 2018). I tre progetti vincitori della Call for Ideas riceveranno un premio fino a 180mila euro in servizi ciascuno, da investire per lo sviluppo del progetto sul mercato, mentre i vincitori della Call for Scale avranno l’opportunità di esplorare potenziali partner commerciali e di accedere alla rete di acceleratori e incubatori sparsi sul territorio nazionale.

Le startup selezionate al termine della Call for Scale avranno l’opportunità di presentarsi a un comitato tecnico-scientifico composto da Novartis, Fondazione Cariplo, Ibm e Cariplo factory. Quelle giudicate a più alto potenziale sosterranno incontri one-to-one e avranno accesso al Match-Making Program, un percorso che porterà le startup a relazionarsi con i principali attori del mercato per costruire opportunità di business. Per partecipare: www.bioupper.com

Fonte: Askanews

Nessun commento: