domenica 8 aprile 2018

FACEBOOK TI SPIA: ECCO COME PUOI SCOPRIRE LE INFORMAZIONI CHE HA SU DI TE

Lo scandalo Cambridge Analytics, la profilazione, la vendita o il furto di dati sensibili sono argomenti che in questi giorni sono venuti alla luce coinvolgendo oltre 87 milioni di utenti in tutto il mondo (ma potrebbero essere miliardi). Lunedì 8 aprile, dopo avere fatto ammenda al mondo intero, i responsabili di Facebook annunceranno chi sono le persone spiate. 214.134 sono gli italiani spiati inconsapevolmente.

In questo articolo vi spieghiamo quali sono e come fare a controllare le informazioni che Facebook possiede su di voi.

Facebook e lo scandalo Cambridge Analytics


La raccolta di dati altrui esiste dalla notte dei tempi. Gli archivi sono sempre esistiti, come esiste da almeno 2000 anni la codifica dei dati per tutelarne la privacy (pensiamo al cifrario di Cesare, uno dei più antichi algoritmi crittografici di cui si abbia traccia storica).

Tuttavia la tecnologia e internet hanno accelerato la possibilità di tenere sotto controllo i dati sensibili è i messaggi di miliardi di persone anche senza richiederne espressamente l'autorizzazione. Anche l’utilizzo dei dati è sempre stato effettuato, basta pensare alle telefonate promozionali che tutti noi riceviamo ormai quasi quotidianamente. 

Cosa sa esattamente Facebook su di noi?

Saperlo è semplice: potete farlo voi in quatto passaggi:

1. Aprite il menù e fare click su “impostazioni”

2. Nella finestra che si apre fate click su “Scarica una copia dei tuoi dati di Facebook.”

3. Si apre un’altra finestra, fate click su “Avvia il mio archivio”

4. A questo punto la procedura è completata e bisognerà aspettare la mail di conferma dove scariccherete il link contenete i dati. La mail con il link può arrivare anche dopo diverse ore,  quindi non vi preoccupate se non arriva subito. 

Una volta che avrete ricevuto la mail, potete scaricare sul vostro computer il file con estensione .zip.

Decomprimetelo e appariranno varie cartelle e un file con estensione .htm.

Fate click su index.htm, vi si aprirà nel browser una pagina con i link delle informazioni che avete dato di forma più o meno volontaria a Facebook durante il periodo di registrazione ma anche dati privati come messaggi che avete mandato pensando che siano stati riservati e visti solamente da voi e dal vostro interlocutore, i numeri di telefono dei vostri amici, gli eventi ai quali avete partecipato e tutte le informazioni che pensavate di aver cancellato.

Fate questa prova e la prossima spam che riceverete, sia sotto forma di mail o di telefonata, ricordatevi che avete dato voi stessi, senza pensare alla vostra privacy, tutti i vostri dati sensibili per essere rintracciati... e l'autorizzazione a Facebook di utilizzarli liberamente.

Nonostante tutto vi sentite non al sicuro? Avete subito un attacco reputazionale?
Scriveteci: redazione@gravita-zero.org 

Nessun commento: