Pagine

venerdì 4 novembre 2011

LE RICERCATRICI ITALIANE CAMPEGGIANO A BRUXELLES

Il primo Gender Summit europeo promosso da EUROPEAN SCIENCE FOUNDATION, STOA, COST, genSET  accoglie la mostra di Elisabetta Durante (DISTI) su Donne e Ricerca




“Donne alla guida della più grande macchina mai costruita dall’Uomo”
…per parlare della Fisica di oggi e della Società di domani…


Alla ricerca europea e ad un mondo scientifico femminile in rapida crescita, è dedicato il Summit patrocinato da Consiglio Europeo e V.Presidenza del Parlamento Europeo, e promosso da European Science Foundation, Stoa, Cost, GenSet.

Grazie al sostegno della European Physical Society, la ricerca femminile italiana sarà rappresentata e ‘raccontata’ in questo prestigioso contesto (Bruxelles, 8 - 9 novembre 2011) da una mostra sul più complesso progetto scientifico di tutti i tempi (LHC-CERN) e sulle sue protagoniste.

Ideatrice e curatrice dell’iniziativa è Elisabetta Durante, giornalista scientifica e Portavoce di ITWIIN (Associazione Italiana Donne Inventrici e Innovatrici):

“La Qualità della Ricerca e dell’Innovazione attraverso la Parità è il tema portante del Summit, ma è anche uno dei temi chiave della mostra, che tratta di scienza con l’intento, però, di trasmettere anche altri messaggi. La grande sfida della comunicazione scientifica consiste, a mio avviso, nel saper combinare lo specifico di una ricerca ogni giorno più spinta e gergale, con contenuti di interesse generale (qualità della ricerca, ricadute applicative, rapporto scienza-impresa, meritocrazia, nuovo modelli femminili ecc.), che sono oggi di importanza strategica se si vogliono davvero costruire percorsi di conoscenza e sviluppo, di dialogo efficace con la società, di incoraggiamento e orientamento dei e delle giovani”.

Risorse online:

Nessun commento: