lunedì 21 marzo 2011

EMOZIONE E DIVERTIMENTO: LA "NOSTRA" SETTIMANA DELLA SCIENZA 2011


Emozione e divertimento: questo è ciò che mi ha accompagnato nell’incontro con i ragazzi protagonisti dell’incontro con la “chimica” alla Settimana della Scienza 2011 che sta per volgere al termine a Gallarate

È stato bello vedere come il “gioco della chimica” sia diventato motivo di aggregazione e confronto: ragazzi divertiti e in gara a dare risposte anche non semplici. E pensare che alla domanda:

Chi è più denso fra l’acqua, l’olio o l’alcool?”



hanno risposto tutti correttamente. E voi, adulti, avreste saputo rispondere?

Scarica il quiz con le domande e le risposte esatte.


Un’aula magna con più di 200 ragazzi tutti attenti, rapidi a dare le risposte, precisi e con la voglia di scoprire e di capire e pronti a stupirsi di fronte a immagini che non hanno fatto parte del loro vissuto, ma che sono parte della nostra storia.



Ragazzi con i dubbi che tutti noi abbiamo avuto alla loro età.

Ed è per questo che dare loro certezze e aiutarli a capire e a ragionare senza condizionamenti è oggi quanto mai importante.

“Memoria e futuro” sono stati protagonisti della giornata, per far capire che ruolo fondamentale ha avuto la chimica nello sviluppo degli ultimi 50 anni, di come vivere senza chimica significa non avere più tutto ciò che possediamo e che non bisogna avere paura della “chimica”.

Ecco perché oggi studiare “chimica” vuol dire trovare nuovi farmaci, sviluppare nuove tecnologie, sintetizzare composti che aiuteranno la medicina, lo sport, le fonti energetiche e molto altro ancora, perché la chimica è tutto intorno a noi.

“Ma se studio chimica dovrò lavorare all’estero o lavorerò in Italia?”, “Qual è la facoltà migliore?”, ecco alcune domande che i ragazzi ci hanno rivolto.

La chimica è internazionale e vi troverete a lavorare con colleghi di tutto il mondo, magari anche affrontando periodi di studio e di lavoro lontano da casa, ma questo non vi deve preoccupare perché sarà motivo di crescita professionale e se c’è una cosa che dovete assolutamente sapere è che un “chimico” non smetterà mai di studiare, ma sarà sicuramente più divertente di come studiate adesso.

Non esiste un'“Università migliore”, ma ognuno di voi deve sapere qual’ è l’argomento “migliore” “quello che più gli piace studiare”, perché questo sarà ciò che vi farà fare la scelta giusta.

E concludo con la domanda che un ragazzo ci ha posto:

“Sono molto indeciso sul mio futuro perché da un lato vorrei fare il magistrato dall’altro il programmatore e no so cosa scegliere?”.

Non devi per forza scegliere perché potrai fare entrambe le cose, e anche quando due cose sembrano completamente diverse non è detto che non si possano unire. Se lo vogliamo e ci crediamo lo possiamo fare.

“Grazie mille, ma veramente posso fare entrambe le cose. Che bella notizia che mi avete dato!”
.


PER APPROFONDIRE:



Nessun commento: